Connect with us

Per Lei Combattiamo

La solitudine dei numeri primi

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


I numeri primi sono divisibili soltanto per 1 e per se stessi. Se ne stanno al loro posto nell’infinita serie dei numeri naturali, schiacciati come tutti fra due, ma un passo in là rispetto agli altri. Sono numeri sospettosi e solitari”.  La vita di un portiere, rispecchia in modo dettagliato la solitudine dei numeri primi. Possibilità di errore, pari allo zero, perché se sbaglia un gol l’attaccante, dalle tribune echeggia un: “Dai bomber, la prossima occasione butti giù la porta“, ma se sbaglia l’estremo difensore a quel punto come per magia, la musica cambia: “Io la prendevo, guarda è in ritardo nel posizionamento, adesso per colpa sua perdiamo“. Strakosha, lo sa. Le grida di Grigioni, lo spronano a fare sempre di più. Lui come la stessa Lazio, quest’anno non saranno più le sorprese del campionato. Thomas ride, dentro di lui aleggia la spensieratezza e quel pizzico di sana follia, normale per un ragazzo di ventidue anni. La storia biancoceleste è fatta di grandi portieri, uno di questi, Angelo Peruzzi non lo lascia mai solo. Lo scruta mentre si allena, con le dita ad ogni sua parata disegna in cielo vecchie movenze che lo riportano indietro nel tempo. Un gesto di intesa tra i due e di nuovo sotto con la preparazione. Inzaghi punta su di lui, per blindare il reparto arretrato, fiore all’occhiello della passata stagione.

THOMAS IL FILOSOFO –L’esperienza a Salerno mi è servita molto. Sono cresciuto come uomo e ho imparato dalle difficoltà, è stata una tappa fondamentale per la mia carriera“. Una scommessa vinta da parte del diesse Tare, da sempre grande ammiratore del portiere albanese. Da riserva di Terracciano a primo portiere nella Lazio. Il passaggio è importante, ma allo stesso tempo breve. Rientrato alla base la scorsa estate e tenuto in rosa come terzo portiere, il classe 95′ ha saputo sfruttare le chance che Federico Marchetti causa infortunio gli ha messo a disposizione. Parate incredibili come quella su Dzeko nel derby di ritorno in campionato hanno esaltato e non poco i tifosi biancocelesti, all’inizio diffidenti, ma adesso sicuri del proprio numero uno. Ragazzo di ghiaccio dalla forte personalità, mai un’emozione. Gare fondamentali affrontate da veterano. Molti dei suoi compagni ne hanno esaltato le grandi qualità, soprattutto i difensori: “Con lui siamo sicuri, ci da tranquillità e sicurezza“. La società sta riflettendo se fare entrare un altro portiere di esperienza per fargli da chioccia, difficile pensare però nell’arrivo di un titolare, vista la grande fiducia da parte dello staff tecnico nel nazionale albanese, che avrà anche la grande occasione nelle prossima stagione della vetrina europea.

NAZIONALE E GOMME DA MASTICARE – Confermarsi con la maglia biancoceleste e prendersi la nazionale. Questi sono i propositi del nuovo anno. Il sogno di ogni bambino si è avverato, difendere i pali della propria nazione in diverse occasioni. Prima Tramezzani (ex vice allenatore Albania): “Le qualità del ragazzo sono sotto gli occhi di tutti, diventerà un grandissimo portiere“, poi De Biasi (ex allenatore Albania): “Ha stupito un pò tutti, difficile vedere un giocatore così giovane comportarsi come un veterano“. Panucci potrà sicuramente contare oltre a lui su Berisha. “Rimanere concentrati per tutta la partita è molto difficile. Spesso per 89′ minuti non prendi neanche un tiro, poi al 90′ arriva e può costare molto caro. perciò bisogna sempre restare concentrati. Il mio segreto per farlo è una gomma da masticare durante la gara, in modo da allenare concentrazione e distendere i nervi“. Piccoli gesti, che denotano un lavoro che parte prima dalla testa. Il primo appuntamento della stagione si chiama Supercoppa Italiana, 13 agosto contro la Juventus. La voglia di alzare un trofeo è tanta, il guanto di sfida ad Higuain e compagni è lanciato, un’altra sfida impossibile sulla carta da vincere, ma Thomas ha già dimostrato di sapere ribaltare i pronostici: “I numeri primi sono come due gemelli, vicini ma mai abbastanza per sfiorarsi davvero”.

https://youtu.be/Pt6RfaAAf3c 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CdS | Sarri ha ritrovato Patric. Marcos Antonio fermo

Published

on

 


Il programma della Lazio prevede la permanenza a Belek dal 12 al 17 dicembre. E’ prevista un’amichevole con il Galatasaray, un’altra è da fissare entro il 17, forse contro l’Hatayspor. Un terzo test dovrebbe essere effettuato intorno al 20 dicembre.

fraioli

Ieri a Formello la Lazio ha completato il terzo giorno di allenamento con Patric di nuovo impiegato di nuovo impiegato in partitella dopo i tormenti fisici. Lo spagnolo è stato sorpassato da Casale nelle gerarchie e si candida per gennaio.
Assente ieri Marcos Antonio, febbricitante.

foto Fraioli

Come riportato dal Corriere dello Sport

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW