Connect with us

Per Lei Combattiamo

“Mi ispiro a Ribery, studio Baggio sulle punizioni”, chiedere a Buffon. Sansone, il killer delle grandi

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Domanda: “Descriviti in poche parole”. Risposta: “Sangue caldo, amante focoso, molto geloso”. Un italiano cresciuto in Germania, tra le difficoltà e la voglia di arrivare: “Mi sentivo straniero. E non è stato facile: per emergere dovevo sempre dare il doppio degli altri, soprattutto dei tedeschi”. Professione calciatore? Meglio ‘Killer delle grandi’. Nicola Sansone, obiettivo della Lazio in caso di addio di Keita.

‘Killer delle grandi’, così viene etichettato il classe 91′ ex Sassuolo, ora con la maglia del Villarreal. Prima stagione in Spagna più che positiva per l’italiano con 41 presenze e 8 gol tra campionato e coppe. L’ammazza big, in A come in Liga: Inter, Milan, Napoli e Juventus. 28 ottobre 2015, la Juve di Allegri cade contro il Sassuolo. Decide proprio Sansone con una punizione capolavoro da 20 metri: “E’ stato incredibile segnare a Buffon: non si è mosso, pazzesco. Il tiro era ottimo, anzi perfetto. E’ stato un gol storico perché non avevamo mai battuto la Juventus in Serie A”. Con Il Sassuolo fa grandi cose (88 presenze e 20 reti), importanti gli insegnamenti di Di Francesco per i movimenti offensivi.

Attaccante esterno e seconda punta, tutta tecnica e velocità. In Spagna si è trovato subito bene, in un calcio e in una squadra adatti a lui. Gol pesanti con la maglia del ‘Sottomarino Giallo’, ed esaltanti. Da prima pagina con titoli imponenti:Sansone è già Sanson, il gioco di parole scelto da As per raccontare la trasformazione del nostro Nicola nell’eroe biblico che lottò contro i Filistei, dopo la perla contro la Real Sociedad da 52 metri e 87 centimetri.

Una prodezza balistica, alla Messi, come scrivevano in Spagna: “Non scherziamo, sono paragoni assurdi. Lui è un extraterrestre”. Gol più bello in carriera? “Come significato sono più legato a quel gol alla Juve, ma se parliamo di estetica allora quello alla Real Sociedad è sicuramente più bello”. E proprio Messi ha rovinato una possibile favola firmata Sansone.  Villarreal-Barcellona, Nicola porta avanti i suoi nel giorno in cui, dopo 92 anni, il vecchio ‘Madrigal’ ha cambiato nome in ‘Estadio de la Ceramica’. Sogno svanito al 91′ quando una magia su punizione della ‘Pulce’ ha salvato i catalani fissando il risultato sull’1-1.

Caratteristiche perfette per Inzaghi e la sua Lazio: seconda punta dietro a Immobile (o Caicedo) nel 3-5-2 collaudato dal tecnico biancoceleste per la prossima stagione, e in alternativa esterno sinistro nel 4-3-3. Bravo nello stretto, letale in contropiede, bravo sotto porta e nel servire assist vincenti ai suoi compagni. Profilo ideale. 20 milioni la richiesta degli spagnoli dopo averlo pagato 14 dal Sassuolo. Lui, che ha due modelli ben precisi: “Ribéry, da quando mi allenavo col Bayern di Van Gaal. E come idolo Roberto Baggio. Di cui ho studiato anche le punizioni su youtube”. Chiedere a Buffon.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Serie A, una panchina sempre più vicina al cambio allenatore: ecco di chi si tratta

Published

on

 


La sconfitta casalinga di oggi contro il Monza potrebbe esser stata fatale: Marco Giampaolo è sempre più a rischio esonero, la sua panchina sembra ora destinata a saltare dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato della Sampdoria, quinta nelle ultime sei. Come riporta Gianlucadimarzio.com, la decisione sembra essere praticamente presa e, in caso di addio di Giampaolo, sono due le possibilità che si aprono, entrambi eventuali ritorni: Claudio Ranieri e Roberto D’Aversa, predecessore proprio dell’attuale allenatore della Sampdoria, ancora sotto contratto fino al 2024.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW