Connect with us

CalcioMercato

Il Messaggero | Gioco di sponda con il Napoli per Keita: ma il senegalese rifiuta ancora

Published

on

 


Una proposta inutile. Il Napoli ci riprova con Keita, ben 22 milioni cash più 4 di bonus, qualche soldo in meno rispetto a quella avanzata tre mesi fa, la Lazio accetta, ma dal giocatore, come allora, è in arrivo un altro secco no. È stato così tre mesi fa e, nonostante la forte amicizia con Koulibaly, le idee non cambiano. Verrebbe quasi il sospetto che questa ennesima proposta sia stata ideata per stanare la Juventus. Assolutamente niente di male. I contatti tra Lotito e Da Laurentiis sono quotidiani. Un po’ per il mercato, tanto per la politica federale che va dai diritti tv fino alla querelle della Lega di B. Ad ogni modo, il Napoli che si rimette in fila per Keita, naturalmente, alimenta ancora di più il tormentone che, giorno dopo giorno, non fa che diventare stucchevole. Sulle qualità del giocatore, si sa, ci sono pochi dubbi, ma è sulla bontà dell’intera vicenda che si addensano sempre più ombre, soprattutto da parte de calciatore e del suo entourage.

AMBIGUITA’ E BUGIE Si sono affacciate tante squadre sul campioncino senegalese, ma la risposta è stata sempre la stessa: non ci va bene. Il primo è stato proprio il Napoli, quando ancora c’era il campionato, con una proposta ricca che superava i trenta milioni. Ma niente. Poi è stato il turno del Milan, ma anche qui nulla, con i dirigenti rossoneri che hanno passato nottate per convincere il manager del biancoceleste ad accettare il progetto milanista, perfino Montella avrebbe fatto cilecca. È stato il turno del West Ham, con gli inglesi che hanno messo sul piatto oltre 30 milioni di euro. La Lazio, oltre a fare la sua proposta di rinnovo, il calciatore l’ha praticamente venduto tre volte, e due di queste, vedi Milan e Napoli, non proprio club di basso livello. La forte sensazione è che ci sia un problema di torta e di come dividerla. E che la Juventus, guarda caso l’ultima in ordine cronologico ad a palesarsi ma, nonostante le smentite, probabilmente la prima a muoversi direttamente, sia l’unica che abbia garantito la fetta più grossa a Keita e ai suoi uomini. Ovviamente non ci sono prove a riguardo e non ci saranno mai, ma nel mercato (e nel calcio), le cosiddette chiacchiere da bar qualche fondo di verità lo nascondono sempre. Fu così per Pandev, tanto per citare un ex che, all’epoca, sosteneva che dietro al suo rifiuto di rinnovo non c’era nessuna squadra, soprattutto l’Inter, il club che l’ha ingaggiato poco dopo.

DIETRO LE QUINTE La pista resta calda, in tanti credono che la Juventus, stanca di tutte queste voci, esca finalmente allo scoperto e alzi la sua proposta che, attualmente, non supererebbe i 12 milioni di euro più qualcuno di bonus. Se andrà bene, tutti contenti, altrimenti Keita rischia di vedere tante partite dalla panchina, a cominciare dalla Supercoppa. Nel frattempo il diesse Tare sta per cedere Kisnha e Djordjevic al Benevento (da trovare l’accordo sugli stipendi) e Mauricio, al momento vicinissimo al Besiktas, anche se dalla Russia non mollano. La sua partenza permetterebbe al club di tesserare Caicedo, come extra almeno fino a gennaio. Si lavora per far ottenere il passaporto da comunitario all’ecuadoregno, ma, per come stanno le cose, sembra più un’utopia che una speranza vera e propria. Lotito sta facendo di tutto per riuscirci, anche perché il suo grande obiettivo è ancora l’iraniano Azmoun. I contatti con la famiglia dell’iraniano non si sono mai interrotti.

Il Messaggero – Daniele Magliocchetti 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, dalla Turchia: “I biancocelesti monitorano Taremi del Porto”. I dettagli

Published

on

 


Tutti i maggiori campionati europei sono fermi, a causa del Mondiale in Qatar che è partito da ormai una settimana. Ciò non distoglie l’attenzione dal calciomercato invernale, utile a rifonrazre le rose in vista della ripartenza a gennaio. La Lazio ha necessità di puntellare due ruoli specifici, l’attacco e la difesa. Sul fronte terzini sinistri sono vari i nomi fatti negli ultimi mesi, con la Società che sarebbe pronta ad accontentare le richieste di Sarri. Discorso un pò diverso per l’attacco, dove il tecnico ha richiesto un vice-Immobile, ma il club non sarebbe così volenteroso di investire in quel ruolo e almeno fino all’estate preferirebbe continuare con Felipe Anderson spostato in avanti. Tuttavia, nelle ultime ore sono stati esplorati diversi profili, che potrebbero far comodo alla Lazio in quel ruolo. Tra questi c’è Mehdi Taremi, attaccante 30enne del Porto, attualmente impegnato con il suo Iran ai Mondiali. Si tratta di un giocatore forte fisicamente, alto, con una buona tecnica ed un importante fiuto del gol. Secondo quanto riportato dal giornalista turco Ekrem Konur, il club biancoceleste starebbe monitorando la situazione a lui legata, per poi avanzare eventualmente un’offerta al Porto per portarlo a Roma a gennaio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW