Connect with us

CalcioMercato

Il Tempo | Inzaghi sposa la linea verde

Published

on

 


I giovani laziali si prendono la Lazio. Guerrieri, Palombi, Crecco e Lombardi resteranno tutti nella rosa della prima squadra. Una scelta dettata dalle regole sulle compilazione della lista da presentare alla Figc, ma anche e soprattutto una scelta da parte della società che ha deciso di puntare sui calciatori cresciuti nel settore giovanile piuttosto che cercare altrove gli elementi per completare la rosa di prima squadra. La partecipazione all’Europa League potrà essere l’occasione per raggiungere minutaggio adeguato per un’ulteriore crescita professionale dei giocatori che rappresentano l’intelaiatura della squadra con la quale Inzaghi vinse due coppe Italia e una Supercoppa Italiana con la Primavera a cavallo tra il 2013 e il 2015. Ora quei ragazzi sono cresciuti, e il tecnico biancoceleste sa di poter puntare su di loro; Inzaghi ne conosce pregi e difetti, li ha visti letteralmente crescere, ha dato l’opportunità a gran parte di loro di fare l’esordio in Serie A. Alla fine della prima parte del ritiro di Auronzo di Cadore l’allenatore ha avuto modo di valutare positivamente il lavoro svolto dai suoi giovani pupilli, nel giro di poco tempo è stato rinnovato il contratto di Palombi per altri cinque anni (quinquennale anche per il portiere Adamonis ndr), e confermato Guido Guerrieri come secondo portiere alle spalle di Strakosha.

Lombardi, Murgia e Crecco nella passata stagione hanno avuto modo di far parte della rosa di prima squadra, e quest’anno si è preferito confermare i due esterni piuttosto che mandarli a giocare altrove. La Lazio ai laziali, perché questi ragazzi non sono semplici tesserati, ma anche e soprattutto tifosi biancocelesti cresciuti sin da piccoli con l’aquila nel cuore. Inzaghi vuol tenere in piedi un gruppo omogeneo, che abbia in primis quel senso di appartenenza ai colori sociali che spesso nel calcio fa la differenza. Per questo, accanto a Immobile, Felipe Anderson e Caicedo ci sarà anche Simone Palombi. E per lo stesso motivo Lulic, Basta, Marusic e Patric avranno come competitori all’interno della rosa laziale anche Alessandro Murgia, Luca Crecco e Cristiano Lombardi. I pali della porta laziale verranno affidati a due portieri cresciuti nel settore giovanile sotto lo sguardo vigile del preparatore della prima squadra Alberto Grigioni; Strakosha e Guerrieri sono i due portieri – insieme a Vergic – con i quali Inzaghi affronterà la prossima stagione agonistica. Difficilmente ci saranno altri acquisti di mercato, soprattutto se resterà la situazione di stallo per quanto riguarda il trasferimento di Keita. Il calciatore è in scadenza contrattuale nel 2018, i club che si sono avvicinati all’attaccante senegalese – pur riconoscendo grosso valore tecnico e professionale del giocatore africano – non sembrano intenzionati ad accontentare le richieste dei dirigenti laziali, che non intendono cederlo per meno di 25 milioni di euro. Le offerte non mancano, ma non arrivano alle cifre richieste: dopo aver respinto la proposta della Juventus da 18 milioni, il presidente Lotito e Tare attendono il rilancio da parte dell’Inter, ma i due club non daranno vita a un’asta per il calciatore laziale, anche perché prima di tesserare Keita la Juventus dovrebbe trovare una sistemazione a Cuadrado, e l’Inter avrebbe la stessa tipologia di problema in organico avendo trattenuto Perisic. Ogni giorno che passa la Lazio perde potere di trattativa sul cartellino di Keita: il tempo stringe, attendere potrebbe risultare sconveniente.

Il Tempo – Simone Pieretti 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, dalla Turchia: “I biancocelesti monitorano Taremi del Porto”. I dettagli

Published

on

 


Tutti i maggiori campionati europei sono fermi, a causa del Mondiale in Qatar che è partito da ormai una settimana. Ciò non distoglie l’attenzione dal calciomercato invernale, utile a rifonrazre le rose in vista della ripartenza a gennaio. La Lazio ha necessità di puntellare due ruoli specifici, l’attacco e la difesa. Sul fronte terzini sinistri sono vari i nomi fatti negli ultimi mesi, con la Società che sarebbe pronta ad accontentare le richieste di Sarri. Discorso un pò diverso per l’attacco, dove il tecnico ha richiesto un vice-Immobile, ma il club non sarebbe così volenteroso di investire in quel ruolo e almeno fino all’estate preferirebbe continuare con Felipe Anderson spostato in avanti. Tuttavia, nelle ultime ore sono stati esplorati diversi profili, che potrebbero far comodo alla Lazio in quel ruolo. Tra questi c’è Mehdi Taremi, attaccante 30enne del Porto, attualmente impegnato con il suo Iran ai Mondiali. Si tratta di un giocatore forte fisicamente, alto, con una buona tecnica ed un importante fiuto del gol. Secondo quanto riportato dal giornalista turco Ekrem Konur, il club biancoceleste starebbe monitorando la situazione a lui legata, per poi avanzare eventualmente un’offerta al Porto per portarlo a Roma a gennaio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW