Connect with us

CalcioMercato

Il Messaggero | Attacco al potere. Anderson: “E’ l’occasione per cambiare la storia”

Published

on

 


Il miglior attacco è la difesa. Così Inzaghi fa pretattica e Lotito sottrae il suo gioiello al ratto: «Non è cambiato nulla sul fronte Keita». Il senegalese aspetta sempre la Juve, ma ora non più sul mercato: «Giocherò la Supercoppa e alla fine resterò alla Lazio», la confessione fatta in settimana a un tifoso in un noto centro commerciale di Roma. Parole di sfacciata sicurezza o di semplice facciata per gettare acqua sul fuoco e sentire meno caldo in questo mercato rovente? Una prima risposta intanto l’avremo dopodomani sera (arbitra Davide Massa di Imperia). In effetti, Simoncino è pronto a schierare – senza farsi influenzare dalle brame bianconere o da input societari – Balde. E c’è da credergli, ma è una questione di necessità. Perché puntare in primis su Felipe non è una solo scelta aziendalista e coerente, ma ha una precisa logica tattica: il brasiliano può senz’altro dare una mano d’aiuto in più a tutta la squadra. Il nodo resta legato alle sue precarie condizioni, ieri era ancora ai box: «Ma sto meglio, spero di farcela ed essere a disposizione del mister. Ho voglia di battere la Juve e riscrivere la storia. Adesso sappiamo ancora di più il nostro valore dopo la scorsa stagione e non ripeteremo certi errori. Quest’anno cresceremo ancora di più, non possiamo sbagliare più». L’ultima volta, nella finale del 17 maggio, Felipe era subentrato nel secondo tempo. Si era invece scatenato subito l’amico Keita nel 3-5-2, ma domenica sera l’uno escluderà ancora l’altro: «Lì davanti è dove io posso esprimermi al meglio chiosa Anderson – ma se dovesse giocare Balde siamo tutti sicuri che darà il 100%. E’ un grande giocatore e io lo stimo».

VENDETTA Nonostante la scadenza, Lotito lo valuta addirittura 30 milioni e non fa sconti. Il futuro di Keita con la Juve si decide adesso e pure fra 20 giorni, insieme al destino della Lazio. All’attacco, ma anche in difesa del proprio patrimonio e dell’orgoglio. Balde resterà davvero a Formello se la Vecchia Signora non s’avvicinerà parecchio alla cifra richiesta. Di fronte a quest’arroganza bianconera da nemmeno 20 milioni, il club capitolino è pronto pure a rimetterci (in fondo 300mila euro a bilancio iniziale) e perdere l’ex stella blaugrana a zero fra un anno. Adesso lo ha capito anche il senegalese, forse per questo comincia a pensarci ad alta voce. O forse perché vuole giocare proprio per far vedere alla promessa Juve perché deve sposarlo il prima possibile e a qualsiasi costo. Anche a quello di venire incontro a un intransigente Lotito, ancora ferito più dal complotto bianconero per estrometterlo dalla Figc che dalle ultime sconfitte sul campo. Una vittoria contro Agnelli in Supercoppa insomma non significherebbe soltanto infrangere il tabù della sua era, ma anche riprendersi almeno simbolicamente una fetta di potere.

CIRO D’ITALIA Sogna la rivincita persino Immobile, scaricato troppo presto da Marotta: «Non è un campione». Nell’ultimo campionato mica si è vista la differenza con lo strapagato Higuain (1 gol ogni 128′- 1 ogni 129′). Ciro con la Juve si è però incantato sotto porta e adesso vuole sbloccarsi: «Ma non perché io sia un ex, piuttosto perché giochiamo contro la squadra più forte d’Italia con sei scudetti alle spalle e dobbiamo sfatare una maledizione che dura ormai da 10 partite in cui non siamo tra l’altro riusciti a fare gol». La difesa bianconera non sembra più così invincibile: «Conosco Bonucci e hanno perso tanto. Noi non avremo Biglia ammette in un’esclusiva a Raisport – ma Leiva in poco tempo ha fatto sentire già tutto il peso dei suoi 10 anni al Liverpool». Adesso dovrà sfoggiare muscoli e personalità al cospetto di Madama. Inzaghi proverà a far muro proprio in mediana, lì dove crollò l’ultima finale di Coppa Italia nell’agonia di un moribondo Parolo, sostituito dopo 20′ con Radu. Ora è proprio il rumeno insieme a Wallace invece a tenere più in ansia l’allenatore per la difesa a tre: con Bastos squalificato rivedere entrambi ieri pomeriggio a Formello è come rivedere il sole e togliere l’ombrello.

Il Messaggero – Alberto Abbate

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, dalla Turchia: “I biancocelesti monitorano Taremi del Porto”. I dettagli

Published

on

 


Tutti i maggiori campionati europei sono fermi, a causa del Mondiale in Qatar che è partito da ormai una settimana. Ciò non distoglie l’attenzione dal calciomercato invernale, utile a rifonrazre le rose in vista della ripartenza a gennaio. La Lazio ha necessità di puntellare due ruoli specifici, l’attacco e la difesa. Sul fronte terzini sinistri sono vari i nomi fatti negli ultimi mesi, con la Società che sarebbe pronta ad accontentare le richieste di Sarri. Discorso un pò diverso per l’attacco, dove il tecnico ha richiesto un vice-Immobile, ma il club non sarebbe così volenteroso di investire in quel ruolo e almeno fino all’estate preferirebbe continuare con Felipe Anderson spostato in avanti. Tuttavia, nelle ultime ore sono stati esplorati diversi profili, che potrebbero far comodo alla Lazio in quel ruolo. Tra questi c’è Mehdi Taremi, attaccante 30enne del Porto, attualmente impegnato con il suo Iran ai Mondiali. Si tratta di un giocatore forte fisicamente, alto, con una buona tecnica ed un importante fiuto del gol. Secondo quanto riportato dal giornalista turco Ekrem Konur, il club biancoceleste starebbe monitorando la situazione a lui legata, per poi avanzare eventualmente un’offerta al Porto per portarlo a Roma a gennaio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW