Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Gregorio Paltrinieri: “La Lazio è sempre pronta a dare il massimo”

francescadamato96@gmail.com'

Published

on

 


Il campione olimpico e mondiale dei 1500sl, Gregorio Paltrinieri è intervenuto ai microfoni di LazioPress.it in vista della finale di Supercoppa tra la Juventus e la Lazio . Il giovane Gregorio tra una bracciata e un’altra, segue appassionatamente la squadra bianconera sin da piccolo. Una passione trasmessa da una persona a cui tiene molto:

“L’amore per la Juventus è nato grazie a mio nonno. Avevo un nonno juventino e uno milanista, poi mi sono appassionato di più ai colori bianconeri ed ho iniziato a seguirla”.

Sempre tra i primi in Europa, ma mai vincitori. Questo dispiace?

“Dispiace perdere nuovamente una finale di Champions League. La Juventus è sempre ad alti livelli però manca forse qualcosina per raggiungere il top, soprattutto le squadre spagnole che hanno qualità in più rispetto a noi”.

“E’ bello essere tra i più forti d’Europa, ma sarebbe stupendo anche vincere. In futuro se la squadra continua così, credo che possa farcela. Lo spero”.

BUDAPEST, HUNGARY - JULY 30: Gregorio Paltrinieri of Italy reacts after winning the Men's 1500m final during day seventeen of the FINA World Championships at the Duna Arena on July 30, 2017 in Budapest, Hungary. (Photo by Ian MacNicol/Getty Images)

Qualcuno che potrebbe fare la differenza tra i bianconeri? 

“Al tempo mi piaceva molto Pogba, poi se n’è andato. L’anno scorso mi ha colpito molto la stagione di Dybala, anche se forse non ha giocato alla grande la finale contro il Real Madrid, però Paul probabilmente, per me, è il più forte”.

La Juventus giocherà nuovamente contro la Lazio. Un pensiero sui biancocelesti?

“Sicuramente la squadra biancoceleste ha fatto una stagione sopra le aspettative. Giocano bene e hanno fatto un ottimo lavoro anche in Coppa Italia, nonostante abbiano perso la finale. Si giocano sempre con la Roma questa rivalità, però ci sta. Mi piace come squadra. E’ sempre pronta a dare il massimo”.

Molti giocatori vanno e vengono. Bonucci è uno di questi. Sei deluso?

“Non mi aspettavo che Bonucci potesse lasciare la Juventus. Il fatto che lui il giorno dopo sia andato la a Milano e abbia subito indossato la divisa rossonera come se nulla fosse, forse se lo poteva evitare. Ogni giocatore, ormai, fa quello che vuole e va dove gli conviene.

“Ci sono rimasto male perchè credevo che lui fosse una delle ultime bandiere del calcio, però, ad un certo punto, entrano in gioco i soldi e diversi fattori, ed inizi a fare i tuoi interessi”.

Non me la sento di condannarli, d’altra parte però c’è sempre qualcuno come Totti o Marchisio che rimane fedele. Loro sono i preferiti dei tifosi”.

Tra una vasca e un’altra ti guarderai la partita?

“Sicuramente domenica guarderò la partita. Spero che sia un incontro divertente e con tanti goal”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW