Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | L’ex Spal, Temelin: “Keita deve avere rispetto per la Lazio. Bei momenti passati a Ferrara”

francescadamato96@gmail.com'

Published

on

 


“Ho smesso di giocare quattro anni fa. Subito dopo ho iniziato a lavorare per il settore giovanile della Pro Patria e poi ho fatto gli ultimi due anni qui a Pescara under 15-16. Quest’anno, invece, sono andato a fare il secondo al Francavilla, per intraprendere una nuova esperienza”. Esordisce così Gianluca Temelin, ex Spal, intervistato dalla redazione di LazioPress.it, in vista della prima giornata di campionato all’Olimpico tra i biancocelesti di mister Inzaghi e la neo promossa Spal di mister Semplici.

L’ex attaccante estense ha vissuto diversi anni a Ferrara:

“Ho giocato tre anni e mezzo con la Spal che in quel periodo era in C1. Ai tempi la società era molto ambita, avendo trascorsi belli negli anni 50-60.

“E’ una squadra molto seguita dalla città: sia in casa che in trasferta lo stadio era sempre pieno”.

“Sono stati anni fantastici, perché si cercava sempre di costruire una squadra che potesse migliorare e ottenere una promozione, anche se alla fine non è mai arrivata”.

I risultati in questi anni, con la nuova gestione, sono arrivati:

“Sicuramente hanno fatto un ottimo lavoro. Dopo gli anni in cui sono stato la, ci sono stati vari cambiamenti di società, e 4-5 anni fa quando è arrivata la nuova gestione, si è sistemato tutto e ha programmato tutto in maniera maniacale. I risultati si sono visti e hanno fatto due promozioni di fila”.

3f4b1e5c7a684f2d2ae6cbd2e2cd2b46-55579-1494690722

Come valuta il percorso della Lazio insieme a Simone Inzaghi?

“Posso solo che fare i complimenti sia alla società che all’allenatore. Inzaghi si è dimostrato un ottimo mister, che ha saputo gestire nei particolari tutti i giocatori”.

“Ha valorizzato ognuno di loro ed è stato molto importante”.

“I risultati si sono visti ed è stata una delle rivelazioni dello scorso campionato. Sono arrivati in finale di Coppa Italia e hanno vinto la Superocoppa contro la Juventus. Quest’anno farà bene.

Per quanto riguarda la Spal, sappiamo tutti che esordire all’Olimpico contro la Lazio, per una neo promossa non sarà facile. Se i biancocelesti non sottovaluteranno l’avversario, porteranno a casa i tre punti”.

Manca poco alla fine del calciomercato estivo ed è ancora aperto il caso Keita:

“La questione Keita va avanti da anni. Dipende dal giocatore e dalle sue intenzioni. Inzaghi su questo è stato veramente un grande. Anche l’anno scorso vi era la stessa situazione e il mister è stato in grado di gestirla. Se Keita dovesse rimanere sarebbe un grande colpo, ma questo dipenderà esclusivamente da lui.

Purtroppo va di moda sfogarsi sui social. Non condivido queste cose, a prescindere da Keita”.

“Il giocatore deve avere rispetto per la società e per i tifosi. Lui è diventato così e lo deve soprattutto alla Lazio all’allenatore al presidente e ai tifosi”.

Balde Diao Keita 01-08-2017 Kufstein Ritiro estivo 2017-2018 SS Lazio amichevole FC Kufstein Vs SS Lazio @ Marco Rosi / Fotonotizia

Cosa servirà alla Spal per continuare il percorso in Serie A?

“Serve maturità. Purtroppo è un dato di fatto che le neo promosse difficilmente riescono al primo anno a salvarsi. Si, l’anno scorso due su tre si sono salvate, ma gli anni passati molte squadra hanno dimostrato che chi sale dalla B alla A retrocede. Serve esperienza e comunque ho visto che sono arrivati giocatori come Felipe e Paloschi. La società penso si sia mossa bene, essendo anche una società medio-piccola che certe spese non se le può permettere”.

Da ex attaccante, un commento sulla rinascita della punta di diamante della Lazio, Ciro Immobile: 

“Immobile andando via da Torino e girando per i vari campionati si è un po’ smarrito. Inzaghi è stato capace di rivitalizzarlo. Ha fatto un campionato strepitoso ritrovando la nazionale e la fiducia”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW