Connect with us

CalcioMercato

CorSera | Ecco Mister 70 milioni Milinkovic, la stella che infiamma la Lazio

Published

on

 


Per Lotito, il suo presidente, Milinkovic-Savic non vale 70 milioni di euro: costa di più.
«Me li hanno offerti, li ho rifiutati». Eppure ha ventidue anni appena e, prima di toccare la maglia biancoceleste, era un ragazzino serbo andato in Belgio per cercare fortuna attraverso il calcio. In due stagioni il mondo di Sergej è diventato un altro, ha accelerato all’ improvviso: oggi è titolare inamovibile e calciatore fondamentale della Lazio, oltre che uno tra i centrocampisti europei di maggiori prospettive, ambìto da alcuni tra i club più grandi del mondo.
Da qualche mese, l’ uomo da 70 milioni di euro (anzi, di più) è entrato in un luna-park e si diverte un mondo: è stato protagonista nel derby di Coppa Italia che ha lanciato la Lazio verso la finale, ha alzato al cielo la Supercoppa italiana.
Vuole una stagione da protagonista, perché si è reso conto di poter essere leader e guida alla faccia dell’ età. E stasera, contro la Spal, Inzaghi conta tantissimo su di lui: soprattutto senza Felipe Anderson, il contributo del ragazzone serbo in fase conclusiva, a sostegno di Immobile, può essere determinante.
Perché tra le qualità di Sergej c’ è anche questo senso della porta e del gol che puoi pure allenare ma devi fondamentalmente avere dentro di te. Riparte dalle sette reti della scorsa stagione per migliorarsi.
Milinkovic-Savic è un po’ l’ anti-Keita. Non perché abbia qualcosa contro il senegalese, ci mancherebbe, ma per le scelte e gli atteggiamenti. La performance più trasgressiva di cui si abbia conoscenza è un azzardato tuffo in piscina con tanto di capriola: pubblicato sui social, ha spaventato i suoi tifosi.
E qualche mese fa ha rinnovato il contratto con la Lazio fino al 2022, senza pensare che avvicinarsi alla scadenza avrebbe potuto regalargli più potere nelle trattative con Lotito e anche consentirgli di trasferirsi in un grande club con maggiore facilità. Gratitudine?
Forse. O forse, semplicemente, sintonia totale con il mondo biancoceleste, che due estati fa ha voluto a tutti i costi benché il Genk lo avesse già ceduto alla Fiorentina e lo avessero addirittura portato nella sede viola per fargli firmare il contratto. Di sicuro, a differenza del coetaneo Keita (tra i due ci sono appena dieci giorni di differenza), Sergej ritiene di potersi realizzare anche alla Lazio, almeno per ora.
Poi, tra un anno, chissà. Corriere della sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

Calciomercato Lazio, Escalante potrebbe lasciare la Cremonese: su di lui un club spagnolo

Published

on

 


Mentre sono in corso i Mondiali di calcio, il campionato di Serie A è fermo. La ripresa è fissata il 4 gennaio 2023, due giorni dopo l’apertura della finestra di calciomercato invernale. In questa sessione, sembra che Gonzalo Escalante, calciatore della Lazio in prestito con diritto di riscatto alla Cremonese, potrebbe lasciare il club di Cremona: come riporta l’esperto di mercato Nicolò Schira infatti, il centrocampista argentino classe ’93, potrebbe salutare la Cremonese. Su di lui ha messo gli occhi un club spagnolo: si tratta del Cadice, squadra che milita ne La Liga spagnola. Il club penultimo in classifica avrebbe mostrato interesse per Gonzalo Escalante. Lunedì 2 gennaio, 33 giorni all’apertura del calciomercato invernale.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW