Connect with us

Per Lei Combattiamo

Clemente Mimun: “Inzaghi e Sarri giocano il calcio migliore in Italia. Keita deve capire come si sta al mondo”

Published

on

 


Il direttore Clemente Mimun è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione Laziali On Air:

Quali sono le sue prime impressioni sulla Lazio sul campo? “La Supercoppa è una partita giocata solo per i quattrini, la Juventus ha vinto tutto e non sentivo molto la partita. Il gol di Murgia è stato però un momento emozionantissimo, e sono stato molto felice perché la squadra ha dimostrato di avere le “palle”. Noi siamo concreti, la Roma è più “Schick” anche se non capisco questi giocatori quando saranno pagati.

Sul calciomercato: “Spero arrivi qualche giocatore decente per rinforzare la rosa, Paletta è un giocatore di media importanza e se venisse alla Lazio dovrebbe ringraziare, può restare a Milano se non è convinto. Purtroppo di fronte a quell’offerta tenere Hoedt non era più possibile, bisogna rispettare i vincoli di bilancio. Abbiamo un grande allenatore come Inzaghi, un grande direttore sportivo come Tare e si può avere fiducia, è paradossale che alcuni esuberi rifiutino destinazioni che sarebbero più che adeguate, come Kishna.”

Chi la spunterà nel caso-Keita? “Si rischia che l’unico felice sia Keita, inventandosi un mal di pancia a settimana. Il calcio professionistico è come la politica, è inutile aspettarsi riconoscenza. Se Keita però non capirà come si sta al mondo rischia di fare la fine di talenti di grande livello che non hanno espresso il loro potenziale, come Cassano.”

I tre giocatori decisivi di questa Lazio: “Lulic per la qualità e la potenza, rappresenta benissimo la Lazio e la sua storia, perché può fare cose fantastiche e vivere giornate difficili. Poi indubbiamente Milinkovic-Savic e Immobile.”

Qual è stato il giorno più bello della sua vita da laziale? “Il giorno più bello è sicuramente quello del secondo Scudetto. C’ero anche nel ’74, quando vidi una partita prima in una curva e poi nell’altra, si poteva cambiare settore tranquillamente. Nel 2000 dissi a Cragnotti di far giocare gli Allievi, perché ormai pensavo ce l’avessero rubata, invece poi arrivarono le incredibili notizie di Perugia, inizialmente non arrivava la radio dagli altoparlanti. Secondo me i giorni migliori comunque devono ancora arrivare, sono sicuro che presto ne vinceremo un altro.”

Il Napoli è tra le principali favorite? “Se non lo vinciamo noi, visto che è un po’ complicato, spero che sia il Napoli a vincere lo Scudetto. Il calcio migliore in Italia lo fanno vedere Sarri e Simone Inzaghi.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | La Juve torna a vincere, l’Atalanta agguanta il Napoli in cima alla classifica. 5-0 del Sassuolo sulla Salernitana

Published

on

 


E’ finita anche la partita di Torino tra Juventus e Bologna. I bianconeri si riprendono dalla crisi e vincono con un sonoro 3-0, grazie alle reti di Kostic, Vlahovic e Milik.

Alle 18 si è giocato il match tra Atalanta e Fiorentina. I bergamaschi hanno avuto la meglio, portando a casa la vittoria grazie ad un gol di Lookman al 59′. Grazie a questi tre punti, l’Atalanta si trova prima in classifica insieme al Napoli con 20 punti, seguita da Lazio e Milan a 17.


Si chiudono i tre match delle ore 15:00 di questa 8° giornata di Serie A, con due successi ed un pareggio. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, il Sassuolo ha travolto la Salernitana: 5-0 il risultato finale per i neroverdi, in gol con Laurienté e Pinamonti (rigore) nel primo tempo, e Thorstvedt, Harroui e Antiste nella ripresa. La squadra di Dionisi sale così momentaneamente al settimo posto con 12 punti. Seconda sconfitta consecutiva per la Salernitana, che resta a quota 7 punti.

Allo Stadio Luigi Ferraris di Genova invece, è arrivato un successo in trasferta: dopo la Juventus, il Monza batte anche la Sampdoria. 0-3 il risultato finale, con Pessina, Caprari e Sensi protagonisti delle tre reti. Seconda vittoria consecutiva e 7 punti raccolti dopo 8 giornate di campionato. La Sampdoria di Giampaolo continua il suo momento di difficoltà, quarta sconfitta consecutiva ed ultimo posto in classifica con 2 punti raccolti.

A Lecce infine, si chiude 1-1 la sfida tra i giallorossi padroni di casa e la Cremonese. Entrambe le reti sono arrivate su calcio di rigore: vantaggio ospite con Ciofani al 19°, pari di Strefezza al 42°. Un punto che serve a poco per tutte e due le squadre, con il Lecce che sale a 7 punti, mentre la Cremonese resta penultima a quota 3.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW