Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lotito, i contratti, le plusvalenze

continanza.edoardo@gmail.com'

Published

on

 


Il trasferimento di Keita al Monaco è soltanto l’ultimo di una lunga lista di cessioni che hanno fruttato una grande plusvalenza nell’era Lotito. Da Kolarov ad Hernanes, passando per Biglia ed Hoedt. Giocatori in scadenza ceduti a prezzi alti. Un’abitudine, o meglio, una dote del patron biancoceleste che negli ultimi anni ha rafforzato in maniera netta i conti della squadra capitolina scontrandosi con giocatori e procuratori. “Le regole sono più importanti dei soldi”, diceva pochi giorni fa. Il caso Keita, con la Juve che non offriva abbastanza e l’Inter sullo sfondo, è stato lo scenario dell’ennesima vittoria economica di Claudio Lotito. Ricavi su ricavi, ma adesso i tifosi si aspettano che il tesoretto guadagnato sia reinvestito sul mercato.

– Keita Balde, 1 anno di contratto, ceduto a 30 milioni più bonus 

La telenovela dell’estate biancoceleste si è finalmente conclusa. Il senegalese, dopo le numerose richieste e i vari “capricci”, è stato ceduto a titolo definitivo al Monaco per una cifra che si aggira intorno ai 35 milioni di euro. La cessione più proficua nell’era del presidente Lotito che è riuscito a vendere il giocatore al doppio del prezzo che offriva la Juventus, la squadra più interessata. Determinazione e convinzione a non darla per vinta al calciatore, al costo di perderlo a zero e di non farlo giocare. “Un comportamento che non accetto. Le regole vanno rispettate, la Juventus poi offre poco”. E alla fine, grazie anche alle importanti risorse economiche del club principato, il patron biancoceleste l’ha spuntata di nuovo.

Balde Diao Keita of Lazio celebrates scoring first goal with a penalty kick during the Serie A match between Lazio v Internazionale on May 21, 2017 in Rome, Italy.  (Photo by Giuseppe Maffia/NurPhoto via Getty Images)

Balde Diao Keita of Lazio celebrates scoring first goal with a penalty kick during the Serie A match between Lazio v Internazionale on May 21, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Giuseppe Maffia/NurPhoto via Getty Images)

– Wesley Hoedt, 2 anno di contratto, ceduto a 17 milioni

La cessione del giovane difensore al Southampton è stata forse la mossa a sorpresa. La basi per il rinnovo contratto erano state poste. Inzaghi puntava sull’olandese. Alla fine però la volontà del giocatore di voler giocare titolare e la maxi offerta del club del sud di Londra hanno facilitato la decisione di cederlo. Acquistato a zero dall’Az Alkamar e rivenduto due anni dopo a 17 milioni. Un’affare che Lotito non poteva farsi sfuggire. Il sostituto sarà il milanista Paletta.

Wesley Hoedt esulta a fine partita 13-03-2017 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incostro SS Lazio Vs Torino allo Stadio Olimpico di Roma. Match day SS Lazio Vs Torino at the Olimpic Stadium in Rome. @ Marco Rosi / Fotonotizia

Wesley Hoedt esulta a fine partita
13-03-2017 Roma
Campionato Italiano Serie A Tim incostro SS Lazio Vs Torino allo Stadio Olimpico di Roma.
Match day SS Lazio Vs Torino at the Olimpic Stadium in Rome.
@ Marco Rosi / Fotonotizia

– Lucas Biglia, 1 anno di contratto, ceduto a 18 milioni più bonus 

Il tira e molla con l’ex capitano biancoceleste, che durava ormai da più di un’anno, si è concluso con la cessione al Milan. “Il rinnovo? Ci siamo”, una frase che l’argentino continuava a ripetere ma che non si è mai avverata. La fascia di capitano prima, i 3 milioni offerti dopo non sono bastati. Biglia voleva cambiare aria e così ha fatto. Ovviamente senza sconti. Il patron biancoceleste lo aveva detto. Respinti gli assalti di Inter e Liverpool perché offrivano poco. E alla fine l’offerta del Milan, ritenuta sufficiente. 20 milioni per un 31enne in scadenza. Mentre veniva ufficializzato l’acquisto del sostituto Leiva per 5 milioni, Lotito si strofinava le mani.

during the Serie A match between SS Lazio and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico on April 23, 2017 in Rome, Italy.

during the Serie A match between SS Lazio and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico on April 23, 2017 in Rome, Italy.

– Anderson Hernanes, 1 anno e mezzo di contratto, ceduto a 18 milioni 

L’addio del brasiliano è stato probabilmente il più triste tra quelli citati. Le lacrime all’uscita di Formello scossero i tifosi biancocelesti, infuriati per la decisione di lasciar andare all’Inter un vero e proprio beniamino. Ma d’altronde il business e business e non si guarda in faccia a nessuno. Acquistato a 13, venduto a 18 dopo il vistoso calo dal punto di vista delle prestazioni. Per i più attenti ai conti un vero e proprio affare. Per i più romantici una grave perdita. Il profeta trovò poi la sua “vendetta” l’anno successivo segnando due gol all’Olimpico ed esultando vistosamente contro il presidente biancoceleste.

Lazio's Brazilian midfielder Anderson Hernanes eyes the ball against AS Roma during the Italian Serie A football derby between AS Roma and Lazio on April 8, 2013 at the Olympic stadium in Rome.   AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE        (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Lazio’s Brazilian midfielder Anderson Hernanes eyes the ball against AS Roma during the Italian Serie A football derby between AS Roma and Lazio on April 8, 2013 at the Olympic stadium in Rome. AFP PHOTO / FILIPPO MONTEFORTE (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

– Aleksander Kolarov, 1 anno di contratto, ceduto a 22 milioni 

La prima vera e propria plusvalenza del presidente Lotito. E che plusvalenza! Acquistato per soli 700 mila euro dall’OFK Belgrado e rivenduto a 22 milioni al Manchester City. La cessione del terzino serbo è stata quella che ha dato il via alla filosofia della nuova società biancoceleste. Una cessione quasi inevitabile, che risanò in maniera sostanziale le casse del club capitolino.

ROME - NOVEMBER 29: Alexander Kolarov (L) and Stefan Radu of Lazio show their dejection after the Serie A match between Lazio and Bologna at Stadio Olimpico on November 29, 2009 in Rome, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

ROME – NOVEMBER 29: Alexander Kolarov (L) and Stefan Radu of Lazio show their dejection after the Serie A match between Lazio and Bologna at Stadio Olimpico on November 29, 2009 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

107 milioni per cinque giocatori, 67 solo in questa estate. Un percorso fatto di scelte, dure, e intuizioni. La Lazio ha intascato e tanto. Adesso è ora di reinvestire. A due giorni dalla chiusura del mercato Inzaghi spera di poter avere i rinforzi richiesti. I tifosi lo chiedono a gran voce. Che la cessione di Keita possa essere veramente “utile” in ottica mercato? L’ultima parola spetta al mago delle plusvalenze Claudio Lotito.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Simone Inzaghi torna a parlare della Lazio: “Dove alleno io arrivano i trofei”

Published

on

 


Simone Inzaghi oggi durante la conferenza stampa alla vigilia di Inter-Roma è tornato a parlare della sua ex squadra. Queste sono state le sue parole: “Con il Milan e Lazio dovevamo fare meglio, lo sappiamo. Ora abbiamo un altro scontro diretto, da vincere. Dove alleno io aumentano i ricavi, dimezzano le perdite e arrivano trofei. È stato così alla Lazio.”

Foto Fraioli

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW