Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio-Milan, le probabili formazioni

Published

on

 


Mancano meno di 24 ore all’attesissima sfida tra Lazio e Milan prevista per domani ore 15 allo stadio Olimpico. La gara sarà un valido banco di prova per entrambe le formazioni che nelle prime due giornate di campionato hanno affrontato sfide meno complesse, almeno sulla carta. Di seguito i propabili schieramenti con cui scenderanno in campo le due squadre:

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Lucas Leiva, Lulic; Milinkovic-Savic, Luis Alberto; Immobile. All. Inzaghi.

MILAN (4-3-3): Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Kessié, Biglia, Montolivo; Suso, Cutrone, Borini. All. Montella.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CorSera | Sarri, il turnover c ’è ma meno degli altri

Published

on

 


I conti non tornano. Almeno non del tutto. Già, perché la Lazio, rispetto all’anno scorso, ha allungato la panchina, ma i giocatori utilizzati restano pochi: appena 20. In tutta la Serie A solo lo Spezia (squadra che curiosamente sfiderà i biancocelesti domenica all’Olimpico) ne ha impiegati così pochi. Gli altri 18 club hanno tutti usati un numero di calciatori maggiore. Come è possibile? Anche qua sono i numeri ad aiutare la comprensione: nella scorsa stagione, infatti, le alternative giocavano molto meno di quanto non stiano facendo ora. Akpa Akpro, per esempio, nelle prime 7 giornate dello scorso campionato aveva totalizzato 169 minuti (arrivando a 310 a fine torneo), Vecino, che lo ha sostituito, è già a quota 255. Di fatto gli basta un’altra ora di gioco per pareggiarne l’impiego in 38 giornate. Pure sugli esterni la situazione è simile: nelle prime sette giornate dell’anno passato Felipe Anderson era stato utilizzato per 593 minuti, Zaccagni per 51 e Pedro per 505, ai quali vanno aggiunti i 9 disputati da Luka Romero quando, col mercato ancora aperto, Zaccagni non era ancora approdato a Formello. Quest’anno Felipe è a 518′, l’ex Verona a 502, Pedro a 172, Cancellieri a 68.

foto Fraioli

Le quattro ali avevano giocato 1149 minuti complessivi un anno fa, sono a 1260 nel 2022-23 (mai utilizzato Romero in campionato). La coppia centrale di difesa dell’anno scorso era, inizialmente, formata da Acerbi e Luiz Felipe, che avevano saltato complessivamente solo 104 minuti in due, Patric e Romagnoli hanno invece già riposato più di un’ora in più, dando spazio anche a Casale e Gila. Quindi la panchina non è effettivamente più lunga dal punto di vista numerico, ma Sarri ci si affida di più. Tranne che per Immobile, che in questa edizione della Serie A non è mai uscito dal campo, mentre l’anno passato (quando si alternava con Muriqi) aveva già saltato 114 minuti. A causa dell’assenza di una riserva di ruolo il capitano viene spremuto e, non a caso, i muscoli cominciano a fare male: nella giornata di ieri il numero 17 biancoceleste si è sottoposto agli esami strumentali che confermano che l’edema al bicipite femorale destro non si è ancora riassorbito. L’attaccante verrà controllato nuovamente giovedì, ma per la gara con lo Spezia è a rischio. Se dovesse dare forfait Sarri sposterà uno fra Felipe e Cancellieri al centro. Non giocatori di ruolo. Confermando che i conti della panchina lunga non tornano. Almeno non del tutto. Corriere della Sera\Elmar Bergonzini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW