Connect with us

Per Lei Combattiamo

“Adesso probabilmente si parlerà di più della Lazio”

Published

on

 


“Fissare degli obiettivi è il primo passo per trasformare l’invisibile nel visibile”, spiegò al mondo il noto saggista Anthony Robbins. Probabilmente lo fece anche Simone Inzaghi quando il 3 aprile 2016 sostituì Stefano Pioli sulla panchina della Lazio. A distanza di un anno e mezzo, anche se sembra passata un’eternità da quel periodo difficile, l’allenatore biancoceleste ne ha raggiunti già tanti. Quali? Guidare di nuovo la prima squadra della Capitale alla conquista di un trofeo, ma soprattutto riportare i tifosi allo stadio. Traguardi importanti e possibili grazie al duro lavoro, svolto ovviamente in silenzio. In pieno stile Lazio insomma. Senza le prime pagine dei giornali, non servono. Solo talento e determinazione.

inzaghi

AMORE BIANCOCELESTE – Dalla scorsa stagione si è aperto un nuovo ciclo. E pensare che in molti, sia tifosi e che addetti ai lavori, dopo il mancato arrivo di Bielsa erano pessimisti. Il Presidente Lotito ha dato fiducia a all’ex allenatore della Primavera, che era stato chiaro sin dai primi giorni: “Bisogna ricreare un spirito di squadra e avremo bisogno dell’appoggio del nostro popolo”. Niente di più vero. I laziali sono tornati allo stadio, dove meritano e devono stare, per sostenere la propria squadra. Cori, bandiere ed applausi. Sembra di essere tornati indietro nel tempo. A quando proprio Inzaghi vestiva la maglia biancoceleste e la Lazio dettava legge in Italia e in Europa. La sua maglia n.21 adesso ha lasciato il posto a giacca e camicia, ma lo spirito è sempre quello. La corsa di “accompagnamento” al gol di Immobile nel derby di Coppa Italia dell’anno scorso, l’abbraccio sotto la Curva Nord dopo la finale di Supercoppa Italiana. I tifosi lo amano e lo acclamano in ogni occasione. Sentimento ricambiato ovviamente. L’ambiente è unito più che mai, la Lazio è tornata tra le grandi della Serie A.
Embed from Getty Images

ORGOGLIO LAZIALE – La speranza del popolo biancoceleste è che questo sia solo l’inizio e che Inzaghi resti ancora a lungo alla guida delle aquile. Un “Ferguson laziale” non sarebbe poi così male. D’altronde l’allenatore capitolino non ha alcuna fretta di andare via, anche se gli attestati di stima non mancano. In Italia la Juventus ci sta facendo un pensierino, ma Simone ha le idee chiare: “Per me la Lazio è casa mia, sono tifoso di questa squadra. Ho due figli laziali, questo è il mio punto d’arrivo”. Una dichiarazione d’amore a tutti gli effetti, rilasciata dopo la strepitosa vittoria per 4-1 ai danni del Milan, che ha scaldato i cuori dei tifosi. “Adesso probabilmente si parlerà di più della Lazio. Prima della Supercoppa e della partita di oggi non succedeva spesso” – ha poi aggiunto – riportando in primo piano l’orgoglio di una piazza da troppo tempo messo in secondo piano. Finalmente, dopo un big match come quello di domenica con i rossoneri, Roma è tornata a colorarsi di bianco e celeste e le sue strade a cantare le canzoni di Lucio Battisti e Aldo Donati. Le più belle al mondo. Il merito? Tutto di Simone Inzaghi. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CdS | Sarri ha ritrovato Patric. Marcos Antonio fermo

Published

on

 


Il programma della Lazio prevede la permanenza a Belek dal 12 al 17 dicembre. E’ prevista un’amichevole con il Galatasaray, un’altra è da fissare entro il 17, forse contro l’Hatayspor. Un terzo test dovrebbe essere effettuato intorno al 20 dicembre.

fraioli

Ieri a Formello la Lazio ha completato il terzo giorno di allenamento con Patric di nuovo impiegato di nuovo impiegato in partitella dopo i tormenti fisici. Lo spagnolo è stato sorpassato da Casale nelle gerarchie e si candida per gennaio.
Assente ieri Marcos Antonio, febbricitante.

foto Fraioli

Come riportato dal Corriere dello Sport

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW