Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA INZAGHI – “Marassi è ostico ma con la grinta si vince. Non vedo l’ora di avere anche Nani e Felipe”

Published

on

 


Quarta giornata di campionato per la Lazio che domani sera scenderà in campo al Marassi contro il Genoa. A presentare la partita è mister Simone Inzaghi:

 Dopo un mese, ha avuto le risposte che si aspettava?

“Penso che siamo partiti molto bene. La prima partita è stata il 13 agosto e dopo un mese sono soddisfatto. Avremo tante partite e sarà difficile, dobbiamo recuperare le energie. Sono felice della vittoria con il Vitesse perchè ho avuto le risposte che volevo. Con tutte queste partite sarà tutto molto più difficile”

Che gara sarà domani sera?

“Non ci aspetta una partita semplice. Juric trasmette grinta e buone idee, lo abbiamo provato l’anno scorso. Storicamente il Marassi non è un campo semplice per noi: dobbiamo mettere corsa, determinazione e fame di vittoria”

Quanto manca per la prima chiamata di Nani?

“Ha avuto un brutto infortunio e serve un po’ di tempo. Il ragazzo sta lavorando due volte al giorno, questa mattina ha fatto qualcosa con i compagni. Quando sarà pronto ci potrà dare una mano”

Cosa pensa a proposito del suo rendimento generale?

“Faremo in modo di proseguire su questo cammino. Ha ragione il Presidente quando dice che i maghi non esistono, bisogna saper scegliere i giocatori giusti”

Far convivere Nani, Felipe Anderson, Luis Alberto e Immobile è possibile?

“Mi sarebbe piaciuto averli tutti a disposizione già da domani. Ci vorrà tempo ma ho avuto buone risposte da chi ci sta adesso”

Quanto si sente migliorato rispetto alla scorsa stagione?

“Non si finisce mai di imparare, siamo sempre tutti sotto esame. In questi due anni ho avuto la fortuna di lavorare con un gruppo che mi ha sempre seguito mettendo in pratica quello che chiediamo”

Juric ha detto che Immobile è difficile fermarlo, Ciro può ancora crescere?

“Tutti possiamo ancora migliorare, l’aspetto più positivo è vedere Ciro applicarsi ogni giorno. Noi dipendiamo tanto da lui perchè è la nostra bocca da fuoco. Abbiamo anche Caicedo che ha fatto bene giovedì nell’attesa del ritorno di Nani e Felipe Anderson”

La Lazio è un’eccezione rispetto al panorama per come sfrutta gli italiani?

“I nostri ragazzi sono cresciuti e lanciati fin dall’anno scorso. Un plauso va a Murgia perchè vuole sempre migliorare, lo ringraziamo per le reti in Supercoppa e con il Vitesse. Sa sfruttare le occasioni che gli capitano, vedremo se domani giocherà”

E’ dall’anno dello scudetto del 2000 che la Lazio non perde le prime quattro giornate, cosa significa?

“Siamo partiti bene ma ci aspettano cinque partite che saranno delle battaglie”

Quanto hai imparato da Eriksson?

“Io ho cercato di prendere il meglio da tutti gli allenatori che ho avuto. Ne ho avuti tanti nella mia carriera e sono stati tutti utili per crescere, poi io ho delle certezze che cerco di far mettere in pratica”

Juric ha detto che la Lazio è inferiore solo alla Juventus, questo attestato aumenta la pressione?

“A Roma la pressione ci sta sempre. Siamo sempre sotto esame e domani sarà una prova di maturità. Sarà una gara difficile contro un allenatore che stimo”

Come sta De Vrij?

“Numericamente siamo in difficoltà e Stefan dovrà giocare più partite possibili. Era influenzato ma poi pensandoci l’ho schierato. Si è allenato bene stamattina”

Cosa chiedi in più a Bastos?

“E’ entrato molto bene con il Milan mentre giovedì sono stati commessi errori. Domani giocherà perchè ci puntiamo e ci darà grandi soddisfazioni”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CorSera | Lazio, Immobile solo 6 gol ma da gennaio sarà l’arma in più

Published

on

 


Un’arma in più, forse perfino quella principale. Per rientrare, a fine campionato, fra le prime quattro, nella seconda parte della stagione Sarri potrà tornare a sfruttare Immobile. Il capitano della Lazio, dopo 15 giornate di campionato, è fermo a 6gol (in 5 hanno fatto meglio di lui). Mai, da quando è a Roma, aveva segnato così poco. Complici gli infortuni l’attaccante biancoceleste ha giocato solo 11 partite, ma in 2 di queste (Udinese e Monza) ha totalizzato appena 33 minuti. Rispetto ai suoi standard è stato poco presente e, di conseguenza, ha segnato meno. Come media realizzativa però non è affatto la sua peggiore stagione. In questa edizione della serie A Immobile ha segnato un gol ogni 136 minuti giocati. Nelle prime 15 del campionato 2016-17 aveva segnato 9 reti (quindi il 50% in più rispetto al 2022-23), ma, considerando il tempo trascorso in campo, aveva fatto peggio (una rete ogni 145 minuti). In tal senso, sempre considerando le prime 15 partite di serie A, l’annata migliore di Immobile è stata quella 2019- 20, quando era a quota 17 con una media di un centro ogni 70 minuti. Nel campionato in corso non ha potuto dare il contributo che solitamente garantisce, ma da gennaio tornerà finalmente riposato. Non vorrebbe chiudere il campionato con meno di 20 centri (da quando è a Roma gli è capitato solo nel 2018-19, quando si fermò a 15): servirebbero 14 reti nelle restanti 23 giornate. Non impossibile. «Nella classifica marcatori all time della serie A ci sono nomi importanti che hanno fatto la storia del calcio – ha detto a Sport Italia -. Sono scaramantico sui numeri, non li leggo tanto. Mi affido a quello che succede in campo e alla squadra che mi aiuta a scalare queste classifiche. Alla fine vedrò dove sarò arrivato». Il pensiero dunque c’è. E con Sarri che ha rivisto le proprie idee tattiche per permettere alla Lazio di cercare più la profondità esaltando così le caratteristiche di Immobile, Ciro può effettivamente continuare a scalare la classifica marcatori di tutti i tempi. «Non ho mai visto una perso- na avere più passione per il calcio di quella che ha il mister – ha spiegato Immobile -. Ha dedicato, dedica e dedicherà la sua vita al calcio». Un po’ come lui, che la dedica alla ricerca del gol. Per questo da gennaio Immobile può essere un’arma in più per Sarri. CorriereDellaSera/Elmar Bergonzini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW