Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | Wallace, è lui la grana di inzaghi

Published

on

 


Alla fine si è rivelato tra i migliori centrali a disposizione di Inzaghi, forse inferiore soltanto a De Vrij. Fortuna Wallace però si è fermato contro il Milan per una lesione di secondo grado al polpaccio sinistro, un problema complicato che lo terrà lontano dai campi per almeno 1 mese. Il brasiliano infatti proverà a rientrare tra i convocati per il match in trasferta con la Juventus del 14 ottobre, è la data scelta dallo staff medico per recuperarlo definitivamente. Un tour de force con la difesa in bilico, il tecnico di Piacenza dovrà affrontare campionato ed Europa League con Bastos, De Vrij, Radu e il giovane Luiz Felipe (Hoedt verrà rimpiazzato a gennaio con Caceres). Ovviamente, all’occorrenza, potrà adattare al ruolo anche Basta e Lucas Leiva, impiegato più volte ai tempi del Liverpool da centrale basso. Si vedrà, il punto interrogativo maggiore riguarda però De Vrij che, reduce dagli impegni con la Nazionale oranje, difficilmente riuscirà a disputare 3 confronti alla settimana. Fiducia e spazio dunque a Bastos, puntuale e preciso anche con i rossoneri, toccherà a lui prendere il posto di Wallace. L’ex Braga è cresciuto in maniera impressionante, l’errore nel derby dello scorso anno è un lontano ricordo, Wallace è uno dei punti di forza delle retroguardia biancoceleste: «Penso di aver fatto una buona stagione – ha raccontato di recente in merito allo scorso campionato – la tattica è stato l’aspetto più difficile da assimilare, ma quest’anno dobbiamo fare di più per arrivare al meglio all’inizio del campionato. La difesa? A tre o a quattro poco cambia, abbiamo tanti ottimi difensori che si adattano a qualsiasi modulo tattico. Il mister è fortunato per questo, ma dobbiamo lavorare forte per prepararci al meglio. Luiz Felipe per esempio è un bravo ragazzo, ha già dimostrato una buona qualità, ma tutti dobbiamo lavorare e se lui continua a farlo con noi sarà pronto, noi lo possiamo aiutare a crescere. E chiaro che penso al mondiale, tutto è possibile, è un mio obiettivo. Siamo un bel gruppo, stiamo sempre insieme, non solo noi brasiliani. Ora parlo meglio l’italiano ma spero che con l’aiuto di Radu, Parolo e Immobile possa migliorare».

Wallace fa parte della scuderia di Mendes, il numero 1 dei procuratori molto vicino alla Lazio di Lotito. Il difensore in estate ha ricevuto offerte importanti, in Spagna per esempio Las Palmas si era presentato con circa 20 milioni di euro, proposta però rispedita al mittente dirigenza laziale. Non a caso a partire alla fine è stato Hoedt, venduto per 17 milioni di euro al Southampton. Wallace è un punto di forza della difesa biancoceleste, adatto a muoversi ovunque in una difesa a 3, utile e indispensabile per Simone Inzaghi. Tra qualche settimana dunque tornerà in campo e difficilmente uscirà più.

Il Tempo – Gianluca Cherubini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Kamenovic e Fares: due esuberi da piazzare per fare posto al giovane terzino

Published

on

 


Vendere per acquistare. In un momento in cui i soldi in Italia non girano nell’intero sistema, con l’indice di liquidità in negativo, la Lazio non ha margini per intervenire sul mercato di gennaio senza prima cedere qualcuno. Ecco perché a centrocampo si farà qualcosa (Ilic) solo se andrà via Luis Alberto (difficile), mentre in attacco non arriverà un vice Immobile: Sarri rimarrà così. In difesa però qualcosa può succedere. Da anni la Lazio ha bisogno di un terzino sinistro, Sarri stesso l’ha ribadito più volte, pubblicamente e privatamente al presidente Lotito.

Ecco che l’assist per muoversi sul mercato la Lazio può riceverlo da Kamenovic e Fares, due esuberi del club, entrambi terzini mancini. Sarri non li vede, difficilmente li utilizzerà (il serbo in un anno e mezzo ha giocato solo 45 minuti) e dunque devono essere venduti per comprare un giovane laterale mancino da addestrare per il futuro: Parisi, Valeri e alcuni nomi stranieri sono sul taccuino del ds Tare. Difficilmente la Lazio potrà monetizzare tanto da Kamenovic, 22 anni, e Fares, 26 anni. Però la loro uscita può liberare soldi dal punto di vista degli ingaggi: il serbo guadagna 500 mila euro annui, l’algerino addirittura 1,2 milioni. Troppi, decisamente. Così anche due possibili prestiti, quindi, possono aprire i cancelli di Formello per un nuovo giocatore. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW