Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Tempo | Inzaghi aspetta de Vrij e Luis Alberto

Published

on

 


II tecnico spera di recuperarli entrambi Primavera Sconfitta 3-1 dalla Fiorentina È in crisi e rischia di retrocedere Luigi Salomone I.salomone iltempo.it Fino all’ultimo. Ma c’è bisogno di loro: Inzaghi chiede un miracolo a De Vrij e spera di recuperare Luis Alberto. Il tecnico biancoceleste non vuole presentarsi domani pomeriggio contro il Sassuolo con la stessa difesa schierata a Veron ae in Europa League giovedì sera e non osa pensare che il fantasista spagnolo paghi a caro prezzo il colpo ricevuto dal carneade Baudry, arcigno stampellone dello Zulte. Lo staff medico sta lavorando per rimetterli in piedi in tempo. Qualche dubbio in più sul difensore olandese, la mancata convocazione in nazionale suona come una notizia nefasta. Difficile pensarlo nella lista da consegnare all’arbitro Maresca di Napoli e poi assente nella sfida decisiva della sua Olanda per provare ad anivare ai playoff mondiali. Tant’è, il tentativo sarà fatto oggi pomeriggio, un test decisivo altrimenti toccherà al solito terzetto, Patric, Luiz Felipe e Radu a meno che non si punti sul rilancio di Mauricio più adatto in marcatura. E troppo presto per rischiare Wallace reduce da una lesione di primo Prevendita Pochi biglietti piazzati finora Allo stadio si spera in 25.000 grado all’adduttore rimediata con il Milan, poche speranze per lui. A Formello oggi pomeriggio andrà in scena la rifinitura, il tecnico di Piacenza scioglierà gli ultimi nodi di formazione. Uno, il più delicato, arriva anche dalla trequarti, il rientro di Luis Alberto infatti è possibile ma non scontato. Lo spagnolo ha subito una fastidiosa contusione al piede nel match di Europa League con lo Zulte Waregem, verrà valutato senza correre rischi. Ieri il piede si stava sgonfiando, è solo una contusione per fortuna, Inzaghi incrocia le dita perché non vorrebbe perdere per nessuna ragione il suo giocatore più in forma. Torneranno poi tra i titolari Lulic, Lucas Leiva, Milinkovic Savic e Immobile, sulle corsie esterne – nel classico 3-5-2 – ci saranno Lukaku e Marusic: «Questa estate su di me aveva chiesto informazioni lo Stoccarda – ha rivelato il montenegrino – poi l’Anderlecht ha parlato con il mio agente. Loro hanno la possibilità di giocare in Champions League, cosa che mi intrigava. La Lazio, però, si è mossa prima ed ha formulato un’offerta più alta». Con il Sassuolo in attacco ci sarà Immobile, mentre bisognerà aspettare il 14 ottobre per rivedere tra i convocati Felipe Anderson. Stesso discorso per Bastos e Basta, impegnati con i rispettivi protocolli riabilitativi. Chiamati per gli impegni di Bornia e Albania della prossima settimana anche Lulic e Strakosha. Prosegue il tentativo di riportare gente allo stadio: domani pomeriggio gli under 14 potranno entrare a 5 euro. Sono attesi 25 mila spettatori, il 23 febbraio del 2014 furono 40.000 per chiedere a Lotito di lasciare la Lazio. Per fortuna, tre anni dopo, la contestazione è almeno parzialmente rientrata, ma le presenze sono ancora molto basse rispetto al passato. Intanto prosegue la crisi della Primavera battuta dalla Fiorentina. In quattro partite un solo punto e un solo gol segnato da Al Hassan ieri quando il punteggio era già sul 3-0 peri viola. Si sapeva che sarebbe stato una stagione difficile (è partito un nuovo ciclo) ma non si pensava di dover rischiare la retrocessione. *** Il tempo 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Serie A, una panchina sempre più vicina al cambio allenatore: ecco di chi si tratta

Published

on

 


La sconfitta casalinga di oggi contro il Monza potrebbe esser stata fatale: Marco Giampaolo è sempre più a rischio esonero, la sua panchina sembra ora destinata a saltare dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato della Sampdoria, quinta nelle ultime sei. Come riporta Gianlucadimarzio.com, la decisione sembra essere praticamente presa e, in caso di addio di Giampaolo, sono due le possibilità che si aprono, entrambi eventuali ritorni: Claudio Ranieri e Roberto D’Aversa, predecessore proprio dell’attuale allenatore della Sampdoria, ancora sotto contratto fino al 2024.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW