Connect with us

Per Lei Combattiamo

Inzaghi a Radio Anch’io: “Io in una big? Sono già allenatore di una grande squadra”

Published

on

 


Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, parla in esclusiva a Radio Anch’io lo Sport su Radio 1.

“Stiamo vivendo un bel momento, abbiamo fatto due mesi nel migliore dei modi grazie soprattutto ai ragazzi che si sacrificano l’uno per l’altro. Sta nascendo un bel gruppo, è normale che si parli di noi. Abbiamo vinto la Supercoppa dopo questi due mesi, sfrutteremo la sosta per recuperare energie fisiche e menteali dovute alle tante partite e poi ricominceremo il tour de force con tante partite in pochi giorni. Luis Alberto? E’ stato preso dal direttore, Igli Tare. Lo scorso anno ha avuto qualche problema di ambientamento, non conosceva calcio e lingua. Dal ritiro del 4 luglio è arrivato con voglia di lavorare, si è messo a disposizione, prima dell’arrivo di Leiva l’ho provato da play basso e aveva fatto bene. E’ un giocatore con tantissime qualità e il suo ruolo congeniale è questo. Il merito va a lui per come ha iniziato a lavorare, per il modo in cui è partito in questa stagione. Noi guastafeste dei piani alti? Dobbiamo esserlo. Dobbiamo restare in alto: sulla carta siamo meno attrezzati dei nostri competitor ma dobbiamo restare lì come fatto la scorsa stagione. Sarà più difficile con l’Europa che cercheremo di onorare nel migliore dei modi: ci sarà qualche difficoltà in più ma siamo partiti bene e vogliamo continuare così. Noi abbiamo un ds valido che sa scegliere, abbiamo tanti giocatori slavi come dite voi -risponde allo studio-, ma a prescindere dalla provenienza l’importante è il sacrificio dei ragazzi. Si divertono giocando e anche durante gli allenamenti, stanno bene insieme, vanno molto d’accordo. Io cerco di attingere alle forze che mi danno e consentono, il nostro segreto è il gruppo perché tutti sono a disposizione di squadra e staff tecnico. La tattica? Lo scorso anno ho cambiato spesso modulo, dopo un anno e mezzo abbiamo trovato degli automatismi e penso di restare così indipendentemente dal rientro di Nani e da quello che ci sarà di Felipe Anderson. Con tutte le partite che avremo potrò scegliere, spero dopo la sosta di recuperare giocatori anche in difesa. Dopo la sosta allo Stadium? Giocare lì non è mai semplice, hanno un ruolino di marcia pazzesco. Cercheremo di fare una grande partita, troveremo una Juventus arrabbiata, servirà una gara perfetta sapendo che quando la si fa ci possono essere chance. Loro restano comunque la miglior squadra italiana. Potendo tornare indietro cosa giocherei? La gara col Napoli, senza dover mettere centrocampisti in difesa perché avevo finito i difensori. Io avevo sensazioni molto molto positive alla fine del primo tempo, era stato quasi perfetto eccezion fatta per il palo esterno di Hamsik. Me la vorrei rigiocare con gli stessi effettivi. Io pronto per una grande? L’ho già detto più volte: sono già in una grande che è la Lazio. Qui ho avuto la fortuna di fare la mia carriera da calciatore, ho vinto tanto da allenatore nelle giovanili, con soddisfazioni che resteranno con me per tutta la vita. Lo Scudetto? Il Napoli sta facendo benissimo, la Juve c’è, noi vogliamo fare da guastafeste. Inter e Milan cercheranno di rendere difficile il percorso alle tre favorite ovvero Napoli, Juventus e Roma. Il Var? Sono favorevole. Non eravamo abituati ai tempi morti ma con la Var magari non ci saranno più episodi clamorosi”. tuttomercatoweb.com

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Il Messico batte l’Arabia Saudita per 1-2

Published

on

 


La gara tra Arabia Saudita e Messico è terminata 1-2 grazie alle reti di Martin e Chavez a inizio secondo tempo. In pieno recupero c’è stato anche tempo per la rete di Al Dawasari. Con il risultato di Polonia e Argentina, la classifica è la seguente:

Argentina 6

Polonia 4

Messico 4

Arabia Saudita 3


Alle 20 scenderanno in campo Arabia Saudita e Messico. Ecco i 22 titolari:

ARABIA SAUDITA (3-4-3): Al Owais; Tambakti, Al-Boleahi, Al-Amri; Abdulhamid, Al-Hassan, Kanno, Al-Ghannam; Al-Buraikan, Al-Shehri, Al-Dawasari. All. Renard

MESSICO (4-3-3): Ochoa; J. Sanchez, Montes, Moreno, Gallardo; Pineda, E. Alvarez, Chavez; Lozano, Martin, Vega. All. Martino 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW