Connect with us

Per Lei Combattiamo

Premio Scopigno, Inzaghi: “Mi fa piacere il paragone con Maestrelli. Dobbiamo cercare di rimanere in alto”

Published

on

 


Simone Inzaghi a margine dello Scopigno Cup ha dichiarato ai cronisti presenti: “Ho letto del paragone con Maestrelli che mi fa enormenmente piacere. Penso che in questi due anni ho avuto la fortuna di iniziare ad allenare qui, conosco l’ambiente e i tifosi. Avevo anche la fortuna di trovare qualche giocatore che aveva giocato con me. Appena arrivato in prima squadra ho trovato una grande disponibilità da parte dei giocatori”. 

La forza del gruppo: “Si vede in campo, i ragazzi stanno bene insieme. Si allenano bene.  E’ venuto fuori il gruppo e la disponibilità dei ragazzi a seguito dei diversi infortuni che hanno colpito la squadra. Ad esempio Patric, ha fatto il centrale nelle ultime tre partite e si è messo a mia disposizione. Luiz Felipe si è presentato in ritiro con grandissima voglia di imparare, cerca sempre di imparare da Radu, De Vrij, ecc”.

Sulla gara di ieri: “L’approccio non è stato male ma il rigore si poteva evitare. Siamo stati bravi a non disunirci e ad andare in crescendo”.

Inizio stagione: “Siamo partiti senza Biglia, Keita e Hoedt, c’era qualche appresione anche dentro di me ma non l’ho dato a vedere. Poi, però, la società ha saputo sostituirli. Ora si parla di più della Lazio, alla vigilia se ne parlava meno. Quando vedevo che la Lazio veniva messa al nodo/decimo posto mi dispiaceva perché conoscevo le nostre potenzialità”.

Champions: “Noi dobbiamo cercare di rimanere in alto come abbiamo fatto l’anno scorso. Quest’anno le nostre competitor si sono rafforzate rispetto allo scorso anno. Ci riproveremo. Ci piacerebbe che a marzo saremo ancora in alto”.

La gara contro la Juventus: “L’Atalanta ieri sera ha fatto una grandissima partita. Sappiamo che dovremo fare qualcosa di straordinario come è accaduto nella finale di Supercoppa, anche se lì avevamo il nostro pubblico, il nostro stadio. Sarà una bella partita tra due squadre che stanno vivendo un bel momento”.

Sullo stadio: “Lo stadio pieno è sempre una soddisfazione. L’anno scorso contro Sampdoria e Palermo c’era gente come ai miei tempi. È bellissimo. Dopo i grandi risultati di questo inizio mi aspettavo qualche spettatore in più. La curva ci ha dato però il suo grande appoggio”. 

Scudetto con la Lazio: “È un sogno. Sarebbe bello vincerlo da allenatore. Difficile vedere una storia come il Leicester in Italia, Juve e Napoli sono forti. Il campo non è l’unico fattore che incide”. 

Sul lavoro svolto negli ultimi due anni: “Conoscevo l’ambiente, sono soddisfatto del lavoro svolto. Ho trovato grande voglia e disponibilità dei ragazzi. Ho cambiato modulo ma loro si sono fatti trovare sempre pronti. I giovani devono imparare dai veterani, abbiamo un grande gruppo”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Serie A, una panchina sempre più vicina al cambio allenatore: ecco di chi si tratta

Published

on

 


La sconfitta casalinga di oggi contro il Monza potrebbe esser stata fatale: Marco Giampaolo è sempre più a rischio esonero, la sua panchina sembra ora destinata a saltare dopo la quarta sconfitta consecutiva in campionato della Sampdoria, quinta nelle ultime sei. Come riporta Gianlucadimarzio.com, la decisione sembra essere praticamente presa e, in caso di addio di Giampaolo, sono due le possibilità che si aprono, entrambi eventuali ritorni: Claudio Ranieri e Roberto D’Aversa, predecessore proprio dell’attuale allenatore della Sampdoria, ancora sotto contratto fino al 2024.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW