Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Settebello, il ct Campagna: “Adoro Milinkovic, sarebbe un centroboa pazzesco. Sabato sfida da vertice”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Un’istituzione della pallanuoto. Risponde al nome di Alessandro Campagna, ct della Nazionale di pallanuoto italiana, il Settebello. Da giocatore e allenatore ha fatto la storia di questa disciplina, il palmarès parla chiaro: un oro olimpico, due mondiali e un europeo. C’è anche il calcio però nella vita di Campagna, soprattutto la Juventus. Così a poco meno di una settimana dalla sfida con la Lazio, il ct è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress.it.

Ti aspettavi una sfida di alta classifica tra Inzaghi e Allegri?

“La Lazio già in Supercoppa mi aveva impressionato. Ha cambiato poco rispetto allo scorso anno, Inzaghi ha idee chiare e un grande rapporto con i suoi giocatori. Fa la differenza. Sarà una bella partita da vedere, per la Juventus sarà dura. Poi c’è sempre la sosta per le nazionali”.

 

Ogni anno in casa Juventus si parte sempre con negatività, a cosa è dovuto?

“Storicamente le squadre di Allegri faticano all’inizio, ma danno il meglio di loro stesse da novembre a maggio. Anche l’ambientamento dei giocatori richiede tempo, visto che la Juventus ha cambiato molto. E’ la stessa situazione degli ultimi anni, alla quale Allegri ha sempre dimostrato di sapersi adattare alla perfezione. Non a caso i bianconeri arrivano sempre in fondo. E’ un grande allenatore, parlano i risultati per lui”.

Higuain sembra essere in ripresa dopo un periodo difficile, continuerà a segnare?

“Higuain ha subito risposto da campione alle ultime panchine. A lui si chiedono sempre i gol ma ora alla Juventus partecipa anche molto di più alla manovra. Ha un gioco che magari gli toglie qualcosa ma è utile alla squadra. Fa bene però Allegri a pungolarlo, Max non guarda in faccia a nessuno e vuole il meglio dai suoi giocatori. Alla lunga verranno fuori i suoi gol”.

Collegando il calcio alla pallanuoto, Milinkovic-Savic potrebbe essere il tuo centroboa ideale?

“Mi fa impazzire come giocatore. Durante il mercato estivo speravo che venisse alla Juventus, farei follie per lui. Farebbe comodo a tutti i top club, ha forza fisica e talento, è completo. Rende facili le cose difficili. I serbi sono forti a giocare a pallanuoto, Sergej avrebbe potuto sfondare anche lì”.

Temi un futuro addio di Dybala alla Juventus?

“Spero che resti a vita a Torino. E’ il calcio, non si può non amare il suo stile di gioco. Nel calcio però mai dire mai, anche nella storia della Juventus ci sono stati addii impensabili. Purtroppo le cifre di oggi non fanno dormire sonni tranquilli a nessuno”.

C’è uno Juventus-Lazio che ti è rimasto impresso?

“Ho molti amici tifosi della Lazio. Non c’è tanta rivalità tra le due squadre, come con Roma e Napoli, ma molto rispetto. Alla Lazio associo sempre il ricordo del 14 maggio 2000: quel giorno ero alle Maldive, quella Lazio meritava lo scudetto. Anzi, forse lo avrebbe meritato anche l’anno prima”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW