Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pepe: “Immobile può ripercorrere la storia di Signori. Inzaghi? Ha physique du rôle per allenare la Juventus”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Dammi del tu, ti prego. Ho smesso di giocare a calcio, ma non sono così vecchio”. Inizia così la telefonata con Simone Pepe ex campione d’Italia con i colori bianconeri. Uno che in campo non si è mai risparmiato che ha sempre raffigurato la famosa frase, che molto spesso si sente dagli addetti ai lavori e tifosi: “Quanta fame ha qual giocatore, sembra mangiarsi l’erba“. Tanti i sacrifici fatti, molte le gioie e anche qualche delusione: “Per la Juventus ho dato una gamba, ma rifarei tutto“. Dalle parti di Torino è ancora ricordato come un uomo spogliatoio. Basta vedere il tributo dello Juventus Stadium al rientro dal suo infortunio. La rinascita della Juventus come un quadro di Monet passa per il pennello di Antonio Conte, ma tanti  i senatori che hanno contribuito con i propri schizzi a far tornare i bianconeri “cannibali” in Italia e Simone Pepe è stato tra questi. In esclusiva ai microfoni di LazioPress.it ha parlato del prossimo match in programma.

Sabato andrà in scena un match da alta classifica. Sei sorpreso del cammino fino ad ora dei biancocelesti?

“La Lazio non è più una sorpresa ma una certezza. La società, il mister e lo staff tecnico hanno fatto un grande lavoro, che sta pagando. Bisogna assolutamente prendere in considerazione i biancocelesti per i primi posti in classifica. Inzaghi ha fatto e sta continuando a fare un capolavoro. Ogni giocatore si vede che è coinvolto nel progetto e da sempre il 100% quando è chiamato in causa”.

 

Embed from Getty Images

 “IMMOBILE E’ UN FINALIZZATORE STRAORDINARIO. I MERITI SONO I SUOI, MA ANCHE DEI COMPAGNI CHE LO METTONO SEMPRE IN CONDIZIONE DI ESPRIMERSI AL MEGLIO. LO CONOSCO HO AVUTO IL PIACERE DI ALLENARMI CON LUI ALLA JUVENTUS. CORRE COME UN CENTROCAMPISTA QUANDO FACEVAMO LE RIPETUTE ARRIVAVA SEMPRE PRIMO LASCIANDO TUTTI STUPITI”.

 

La rivelazione di questo inizio stagione è Luis Alberto che non sta facendo sentire la mancanza di un giocatore importante come Keita…

“Un giocatore molto forte, si vede che sa toccare la palla come pochi, inoltre è sempre decisivo con le sue giocate. Come nel caso di Ciro, però voglio ribadire il fatto del gruppo e forse in questo Luis Alberto è la dimostrazione. Un giocatore forte messo nell’ambiente giusto può rendere come un fuoriclasse. Keita è fortissimo la sua età ci dice che ha ancora grandi margini di miglioramente, però lo spagnolo non lo sta facendo rimpiangere”.

 

Embed from Getty Images

“HO SEGNATO SPESSO ALLA LAZIO FACENDO ANCHE GOL DECISIVI. LA RETE PIU’ BELLA IN CARRIERA E’ ARRIVATA PROPRIO CONTRO I BIANCOCELESTI IN ROVESCIATA. HO TANTI AMICI LAZIALI ESSENDO NATO AI CASTELLI ROMANI E NESSUNO SI E’ RISPARMIATO MAI NELLE PRESE IN GIRO”.

Conoscendo l’ambiente juventino in futuro Simone Inzaghi potrebbe rispecchiare il classico profilo ideale per sedersi sulla panchina bianconera?

“Stiamo parlando di un tecnico molto bravo e preparato. Ha il physique du rôle per sedersi su una panchina importante e prestigiosa come quella bianconera. La Lazio è una piazza importante, un club storico che ha sempre avuto squadre forti in passato. Fare calcio a Roma è difficilissimo non tutti ci riescono”.

Che partita ti aspetti sabato?

“La Juventus resta favorita per la qualità di rosa che ha, però è pur vero che la Lazio non è un avversario semplice da affrontare e la vittoria in Supercoppa Italiana è la dimostrazione. Mi auguro che sia una bella partita. I biancocelesti inizialmente giocavano più in ripartenza, mentre adesso hanno acquisito una mentalità più vincente imponendo anche il loro credo calcistico. Ci sono giocatori importanti in questa squadra che non vengono spesso citati come Lucas Leiva e Lulic”.

Hai avuto la fortuna di giocare con grandi campioni nella tua carriera, c’è magari qualcuno con cui avresti voluto incontrare, perchè no, magari anche dell’attuale rosa biancoceleste?

Ho avuto la fortuna e il piacere di giocare con: Pirlo, Buffon, Del Piero, Tevez, Morata, Pogba e Vidal.  Stiamo parlando di campioni con la C maiuscola che nascono una volta ogni quindici anni, per loro parlano i numeri. Dico che Immobile continuando così può diventare un giocatore di livello internazionale. Lucas Leiva ha giocato dieci anni al Liverpool e non stiamo parlando di un club comune. La Lazio ha giocatori forti e importanti”

 

Embed from Getty Images

“A ROMA SPESSO SI VIVE DI FACILI ENTUSIASMI SIA PER QUANTO RIGUARDA I GIUDIZI SUI SINGOLI CALCIATORI CHE SULL’ANDAMENTO DELLE DUE SQUADRE. PERO’ IN IMMOBILE CI VEDO MOLTO DI BEPPE SIGNORI, PUO’ ASSOLUTAMENTE RIPERCORRERE LA SUA STRADA CON I COLORI BIANCOCELESTI”.

C’è qualche aneddoto che ricordi sulle sfide con i biancocelesti?

“Ricordo ancora un episodio molto divertente avvenuto con l’arrivo a Torino di Stephan Lichtsteiner. Il campionato precedente abbiamo battuto la Lazio all’Olimpico grazie ad una mia rete allo scadere. Chiellini preparò una foto che ritraeva il mio gol, ma anche la scivolata per impedire che la palla entrasse da parte di Stephan. Lo prendemmo tutti in giro dicendogli: “Hai impiegato tre minuti per fare quell’intervento”.

Il futuro di Simone Pepe?

“Ho iniziato a fare il procuratore sportivo. Sto girando parecchio per vedere dei ragazzi, vedo molte partite. Non è facile staccarsi da questo mondo quando hai giocato parecchi anni. Mi piace come esperienza ci metto tanta voglia. Il calcio ha fatto parte della mia vita e spero che continui a farne parte. Poi magari trovo qualche bel prospetto da offrire alla Lazio, così da farmi perdonare per tutti i gol fatti (ride, ndr)”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW