Connect with us

Per Lei Combattiamo

TuttoSport | Accerchiato Lotito: Malagò leadearship politica, Nicoletti per i diritti tv. Club di A perplessi su Corradi

Published

on

 


Un argine forte a Lotito e una squadra pronta a prendere in mano il dossier più delicato: la vendita dei diritti tv 2018-21. Sono questi i risvolti immediati dell’arrivo di Giovanni Malagò, Paolo Nicoletti e Bernardo Corradi in Via Rosellini. Politicamente il commissario Malagò e il suo vice Nicoletti rappresentano un contraltare robusto all’attivismo del presidente della Lazio. Il commissariamento è stato caldeggiato soprattutto da dub che erano sul fronte opposto rispetto a Lotito. E Nicoletti nelle ultime settimane è stato un papabile presidente delle “riformiste” a partire da Juventus, Intere Roma. Massima fiducia nella capacità dei commissari di operare con rapidità per ultimare le riforme della governance, accorciandole lentezze provocate dalla litigiosità dell’assemblea.

CONTINUITA’ SUI DIRITTI TV La nomina di Nicoletti viene considerata in modo positivo anche perché garantisce la continuità sulla questione dei diritti tv. Insieme al dg Brunelli e all’ad di Infront Italia, De Siervo, l’avvocato milanese sta trattando con Mediapro e le tv: Negli ultimi giomi, da quando è scaduto il commissariamento di Tavecchio, lo sta facendo da consulente della Lega. Ora tornerà a farlo con un altro incarico istituzionale. Oggi si entrerà nel vivo della negoziazione economica con Mediapro, presente in forze a Milano per illustrare la fattibilità operativa del suo progetto industriale che prevede una distribuzione autonoma delle partite sulle varie piattaforme. Se gli spagnoli rilanceranno a 1.05 miliardi entra lunedì alle 10 (ora sono a 950 milioni più bonus) i diritti tv della Serie A 2018-21 saranno automaticamente loro. Altrimenti potrebbe essere pubblicato un terzo bando che rimette in gioco Sky, Mediaset, Perfora e la stessa Mediapro. Oggi i dub dovranno decidere le modaha dei nuovi pacchetti per questo eventuale terzo bando. Si tratterà di una divisione per prodotto in esclusiva con pacchetti formati perfasce orarie. Gli operatori acquisterannogruppi dipartire in base alle finestre: anticipi, posticipi, gare delle 15 o delle 18 (ma i criteri precisi devono essere ancora definiti). Legato a questo meccanismo la possibilità delle tv di scegliere alternativamente quale squadra giocherà nelle singole finestre. Quindi il prossimo calendario della Serie potrebbe essere programmato in collaborazione tra Lega e broadcaster titolari dei diritti. Lunedì in assemblea Malagb non ci sarà perché impegnato nella trasferta olimpica in Corea del Sud. Quindi toccherà a Nicoletti gestire in prima persona il punto economicamente più scottante. Possibile che i dub esaminino i numerosi punti legati a questa vendita molto innovativa, ma si prendano ancora qualche giorno prima di decidere.

SORPRESA PER CORRADI Ha sorpreso, invece, la nomina di Bernardo Corradi come vice-commissario alle questioni più strettamente calcistiche. Secondo alcune società non è facile capire il compito dell’ex centravanti, ora vice allenatore dell’Under 17. «In Lega ci si occupa di politica ed economia, le questioni tecniche sono di pertinenza della Figc», spiega il dirigente di un grande club. Nei piani di Malagò, Gonadi dovrebbe aiutare a definire i provvedimenti necessari alla crescita dei giovani, a partire ad esempio dalle “Secondesquadre”Al contrario invece i club sperano di essere coinvolti nell’azione di Costacurta vice-commissario in Figc, proprio sui risvolti legati a centri federali e formazione dei talenti. *** TuttoSport

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Gregucci: “La Juventus ha fatto qualcosina in più della Lazio. Maximiano? Non mi sento di…”

Published

on

 


Intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, l’ex biancoceleste Angelo Gregucci si è espresso in merito alla sfida di Coppa Italia persa dalla Lazio contro la Juventus per 1-0.

Queste le sue parole:

“Per essere competitivi non dobbiamo staccare la spina. L’impatto sulla gara non è stato pessimo, tecnicamente discreto. La Juventus ha fatto qualcosina di più, la Lazio ha avuto difficoltà negli ultimi venti metri: non ha mai riempito l’area, saltato l’avversario o fatto combinazioni interessanti. Una volta la Juve era una squadra che attaccava, oggi ti aspetta, ieri hanno fatto il minimo sindacale per arrivare alla semifinale. Non me la sento di valutare l’errore di Maximiano, ieri mi dava la sensazione di essere un buon portiere, soprattutto dopo la parata su Kostic. L’errore è un peccato perché ora cambierà tutte le valutazioni, poi è normale che il suo errore è stato determinante. Per me, comunque, ha qualità. Sul cross di Kostic non sbaglia la difesa, venivano da un piazzato, c’erano stati due tempi di gioco e quindi non si poteva fare meglio. La Lazio, tra l’altro, è brava a pulire quelle palle dall’area di rigore. Patric lo poteva aiutare. Milinkovic? Era normale farlo rifiatare, gioca sempre 90′, ne aveva necessità. La Juventus tatticamente non ha creato grandi problemi, come la Lazio a loro. La squadra di Sarri poteva creare qualcosa di più dal punto di vista individuale, anche perché secondo me ha più qualità dei bianconeri. Centrocampo? Cataldi è cresciuto tanto, è affidabile, parlaimo di un giocatore di cuore e qualità. In mezzo al campo abbiamo molte soluzioni. Il Mondiale, chiaramente, ha influenzato su Milinkovic e Vecino, ma questo era il grande interrogativo che ci ponevamo dai mesi precedenti alla competizione”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW