Connect with us

Europa League

Lazio aggressiva ma poco concreta. Gnohere complica le cose: si deciderà tutto all’Olimpico

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Torna l’Europa League: è tempo di sedicesimi di finale ma, soprattutto, è tempo di rialzarsi per la banda di Inzaghi che da Bucarest torna a mani vuote. Quarta partita senza vittorie per i biancocelesti che si arrendono per 0-1 alla Steaua del tecnico Dica. Nessun precedente tra le due compagini.

Turnover per il mister biancoceleste che schiera il tandem formato da Nani e Caicedo, con Murgia e Luiz Felipe titolari e Caceres alla sua prima gara in Europa con la maglia della Lazio. Primi minuti di gioco a ritmi blandi, nessuna emozione fino alla metà del primo tempo. Dopo un’attenta fase di studio di entrambe le squadre ed i timidi tentativi in avanti della Lazio, è la Steaua ad avere la meglio: al 29′ Gnohere sblocca la gara. Ripartenza rumena che trova una Lazio fuori posizione e con poco equilibrio: nulla può Strakosha davanti al francese. Dopo appena 5′ reagiscono i biancocelesti con Nani, ma Vlad blinda la porta. Quasi allo scadere dei primi 45′, la traversa salva i padroni di casa: stacca di testa Milinkovic che riceve il calcio d’angolo di Nani, ma la palla accarezza la parte alta della traversa. Manca concretezza e determinazione ai capitolini.

Nella ripresa stesso 11 per Inzaghi, mentre per gli avversari Teixeira prende il posto dell’ammonito Pintilli. Si rinizia a giocare nella stessa maniera in cui è terminata la prima frazione di gioco: Lazio subito in avanti e colpo di testa di Caicedo di poco alto, già al primo minuto del secondo tempo. Arrivano segnali quando Immobile e Felipe Anderson entrano in campo, out dunque Nani e Caicedo. Al 15′ l’occasione più nitida per i biancocelesti: Anderson scavalca senza problemi la difesa avversaria, però non inquadra lo specchio. La Lazio aumenta il ritmo, ma manca la lucidità davanti alla porta. Ne approfittano infatti gli avversari che ripartono e si rendono pericolosi in un paio di occasioni: la più chiara con Budescu vicino al raddoppio; il rumeno salta anche l’estremo difensore biancoceleste ma si allontana poi dallo specchio della porta. Lazio aggressiva ma poco concreta, per tutta la durata della gara. Anche Caceres vicino al gol a 5′ dalla fine: Anderson, dopo una giocata delle sue, posiziona l’assist davanti alla porta, ma il compagno di squadra non riesce a metterla dentro. Una Lazio poco determinata e con un pizzico di sfortuna, non riesce a rialzarsi: ora testa all’Olimpico per il ritorno che andrà in scena il prossimo giovedì.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Europa League

Europa League, l’Eintracht trionfa sui Rangers dopo i calci di rigore

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Questa sera con la finale giocata tra l‘Eintracht Francoforte e i Rangers si è ufficialmente conclusa l’Europa League 2021-2022. La partita, che si è giocata a Siviglia, ha visto Kostic e compagni trionfare ai calci di rigore. Il match, che nei 120 minuti è terminato 1-1 con i gol di Aribo per gli scozzesi e di Borrè per i tedeschi, è stato pressoché equilibrato con i Rangers che hanno sfiorato la vittoria nei minuti finali in più di un’occasione. Un traguardo che sarebbe stato anche meritato, dato il percorso fatto, ma che è sfumato definitivamente ai calci di rigore.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW