Connect with us

Europa League

Il Tempo | Lazio da schiaffi, persino la Steaua fa quel che vuole: la crisi infinita dei biancocelesti

Published

on

 


Lazio sparita. Un’altra sconfitta, a Bucarest fa festa la Steaua con una rete di Gnohere e i biancocelesti vanno in castigo con il quarto ko nelle ultime cinque gare a certificare una crisi di risultati che comincia a diventare preoccupante. C’è il ritorno giovedì prossimo, la qualificazione ai sedicesimi di Europa League è ancora possibile ma bisogna ritrovare una squadra che sembra smarrita Primo tempo disastroso: Lazio leziosa nonostante dovesse schiumare rabbia dopo le ultime sconfitte consecutive in campionato. Lenti e compassati i biancocelesti si fanno infilare nell’unica disattenzione difensiva: sbaglia Nani, difesa scoperta e Gnohore infila Strakosha. Poi tanti angoli sprecati, una pressione sterile che si riduce a una traversa di Milinkovic. Troppo poco per segnare, Caicedo non punge, Nani non si accende mai e nemmeno sulla due fasce Basta e Lukaku, che pure avrebbero tanti spazi, riescono a sfondare. Nella ripresa Inzaghi inserisce Anderson e Immobile dopo dieci minuti di nulla, escono Nani (impalpabile) e Caicedo poco pericoloso. Proprio il brasiliano sbaglia un gol clamoroso dopo un assist al bacio di Milinkovic ma anche i romani con Budescu hanno la possibilità di raddoppiare. la Lazio pressa, c’è spazio anche per Lulic (fuori Lukaku). Caceres fallisce l’appuntamento con il gol del pareggio dopo un’invenzione di Anderson. Non è serata. Stamattina allenamento in Romania poi di corsa a Roma a ricaricare le energie in vista dell’impegno di lunedì contro il Verona: una gara da vincere a tutti i costi per non perdere contatto con Inter e Roma che domani potrebbero allungare dopo gli anticipi contro Udinese e Genoa. Serve una svolta per continuare a sognare un posto nella prossima Champions League. Ma la situazione si complica sempre di più. Il Tempo

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Europa League

EUROAVVERSARIE | Vittorie per Sturm Graz e Midtjylland. Il Feyenoord cade in casa del PSV

Published

on

 


Messa alle spalle la seconda settimana con impegni europei, sono tornati i vari campionati in questo weekend, ultimo prima della sosta per gli impegni delle Nazionali. La Lazio, dopo il k.o. in casa del Midtjylland, si è rialzata subito, conquistando tre punti in casa della Cremonese grazie allo 0-4 firmato Ciro Immobile, autore di una doppietta, Sergej Milinkovic-Savic e Pedro. La squadra di Sarri non è stata l’unica del Gruppo F di Europa League a vincere.

Le prime due euroavversarie dei biancocelesti a scendere in campo sono state Sturm Graz e Feyenoord. I bianconeri austriaci, nel match casalingo contro l’Austria Lustenau, hanno conquistato il successo con il risultato di 2-0. Una rete per tempo, con il vantaggio siglato da Prass al 24°, ed il raddoppio all’83° da Fuseini. Complice la sconfitta del LASK nella giornata di ieri, lo Sturm Graz aggancia così il secondo posto a quota 18 punti dopo 9 giornate di campionato. Al primo posto sempre il Salisburgo con 22 punti.

Il Feyenoord invece, era impegnato ad Eindhoven contro il PSV. Il match, ricco di gol ed emozione, si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 4-3. Vantaggio Feyenoord con Idrissi dopo tre minuti di gioco. Il PSV reagisce e nell’arco di neanche dieci minuti ribalta il risultato, prima con Branthwaite (16°) e poi con Gakpo (25°). Poco prima dell’intervallo però, gli ospiti trovano, con Danilo, il gol del 2-2 che chiude la prima frazione. Nella ripresa ritorna subito in vantaggio la squadra di casa con la rete di Til, mentre al 73° il risultato torna nuovamente in parità grazie al gol di Kökçü. Dieci minuti dopo, il risultato cambia nuovamente, questa volta in maniera definitiva: Obispo riporta avanti il PSV che conquista una vittoria importante. Con la sconfitta dell’Ajax, i padroni di casa agganciano il primo posto a quota 18 punti, insieme proprio all’Ajax. La sconfitta invece, lascia il Feyenoord a quota 16 punti in classifica, a -1 dall’AZ terzo e -2 dalla coppia di testa.

Per chiudere il quadro delle euroavversarie della Lazio, alle 18:00 è sceso in campo il Midtjylland, reduce dal successo in Europa proprio contro i biancocelesti. Dopo la Lazio, la squadra danese ha battuto anche il Copenhagen. Il 2-1 casalingo porta le firme di Evander, su calcio di rigore, e Dreyer. Inutile il gol del momentaneo 1-1 degli ospiti. Il Midtjylland torna così a fare tre punti in campionato, salendo al settimo posto in classifica con 13 punti. La testa della classifica dista ora nove lunghezze.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW