Connect with us

Per Lei Combattiamo

Inzaghi: “Meritavamo la vittoria, vogliamo rimanere alti in classifica. La sosta ci servirà. Il rigore su Anderson? Non lo voglio vedere”

Published

on

 


Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha commentato il pareggio contro il Bologna ai microfoni di Mediaset Premium: “Responsabilità di Strakosha sul gol? Devo ancora rivederlo. Avremmo meritato la vittoria, ma bisogna accettare il pareggio. Ci abbiamo provato, abbiamo tirato in porta 21 volte. Non sono preoccupato, vogliamo rimanere alti in classifica, faremo il possibile per rimanerci ma abbiamo tanti impegni. Wallace era ammonito, Nani ha giocato bene come gli altri. Abbiamo trovato una squadra molto chiusa. Lulic, Radu e Milinkovic per noi sono fondamentali. Tutte corrono in zona Champions, dobbiamo rimanere lì dove siamo da mesi. Tolto il Milan, siamo quelli con più gare nelle gambe, è normale che ci sia stanchezza. Avremmo meritato la vittoria, i ragazzi hanno corso e dato tutto. Dal 21 gennaio abbiamo giocato ogni 3 giorni, la sosta ci farà riposare e trovare la miglior condizione. Abbiamo fatto sacrifici per entrare in Europa e quest’anno la stiamo onorando, in più ci faremo trovare pronti in campionato. E’ importante recuperare gli assenti e le energie perse in questi due mesi impegnativi“.

Questa l’analisi dell’allenatore biancoceleste ai microfoni di Sky Sport“Abbiamo dato tutto e credo meritavamo qualcosa di più. Stamattina ho anche dovuto fare la conta perchè con la partita del giovedì e senza la possibilità di giocare lunedì ho dovuto cercare delle soluzioni alternative, ma i ragazzi mi hanno dato soddisfazioni. Sicuramente, nel secondo tempo con le giuste sistemazioni siamo andati meglio. Lucas Leiva sapevo che era forte ma sta andando al di là delle aspettative: viene da 11 partite consecutive giocate per 90′; vorrei fargli tirare il fiato ma nel nostro modulo è fondamentale. Il gol era assolutamente da evitare, perchè ci ha messo la partita in salita anche se siamo stati bravi a recuperare subito e ci è mancato un pizzico di fortuna. Dal 21 di gennaio giochiamo ogni tre giorni, abbiamo disputato 45 partite ma sappiamo con quanti sacrifici abbiamo voluto l’Europa League. Anche per il ritorno dei quarti sappiamo che avremo poco recupero in visto poi del derby, ma teniamo duro: non vogliamo mollare neanche in campionato. Sul Var mi sono già espresso: avremmo avuto tanti punti in più. Il rigore su Anderson? Non lo voglio vedere. Oggi pomeriggio gli arbitri stavano più ai monitor che in campo, rimango della mia idea: non mi sono divertito come mi divertivo lo scorso anno. Oggi la protesta dei tifosi è anche a dimostrare che qualcosa non sta andando bene. Che siamo stati i più penalizzati finora è fuori discussione”.

Il tecnico continua ai microfoni di Lazio Style Radio: “C’è del rammarico, avremmo meritato di più. Nella conclusione abbiamo sbagliato qualcosa, ma ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Sono arrivato a scegliere questa formazione perchè stamattina avevamo tante defezioni. Dobbiamo riprendere subito i punti persi contro il Benevento alla ripresa del campionato. Recupereremo energie anche se avrò via molti Nazionali. Adesso ci riposeremo tre giorni, poi torneremo a lavorare nel migliore dei modi. Leiva? E’ stato bravissimo. Nonostante le molte partite che ha giocato è un valore aggiunto. E’ un grande giocatore, sono contento di allenarlo“.

Il mister conclude ai microfoni di Rai Sport: “I ragazzi penso che abbiano fatto la prestazione. Abbiamo avuto il 65% di possesso, dovevamo essere più bravi nella conclusione. C’è stato il gol ma siamo stati bravi a pareggiarla e forse avremo meritato di vincerla. Nell’intervallo ho tolto Nani per esigenze tattiche e Wallace perchè era già ammonito. Probabilmente non eravamo equilibrati nel primo tempo. Leiva? E’ dal 13 agosto che si è ambientato subito bene. E’ un elemento importante per noi perchè nonostante sia arrivato da un altro campionato si è integrato subito con noi. E’ un valore aggiunto. Giocando il giovedì si gioca il lunedì ma questa volta c’era la sosta di campionato. Al di là delle fatiche perdi alcuni elementi, è il rischio che si deve correre con le gare di Europa League e lo corriamo volentieri. VAR? Bisognerebbe chiedere a Maran se è felice del VAR. Sul VAR mi sono espresso tempo fa. Per me il calcio non è più calcio perchè si sta troppo fermi. Probabilmente noi allenatori, addetti ai lavori e tifosi devono accettare a questa tecnologia che sta rallentando le partite e lo sta condizionando. Roma, Inter e Milan? Sono tutte grandi squadre. Prima di giovedì quella che temevo meno era il Milan perchè era in Europa League e adesso avrà un solo appuntamento a settimana. Se la giocherà fino alla fine perchè è forte. L’Inter ha un’ottima squadra con un ottimo allenatore, la Roma non ha giocato quanto noi ma ripeto è un rischio che prendiamo volentieri perchè vogliamo onorare l’Europa fino alla fine. Abbiamo partite ravvicinate. La mia idea al risveglio era utilizzare Radu e Lulic e stamattina loro non riuscivano a scendere dal lettino per le botte che avevano preso. Nei gironi ho fatto diverse rotazioni poi andando avanti fai delle scelte che paghi poi quando vai in campo“.

Questa la conferenza stampa dell’allenatore: Ho schierato chi reputavo in condizione fisica migliore. Il primo tempo è stato chiuso in parità, dovevamo sfruttare meglio le ultime azioni create visto che il Bologna non ci ha mai impensieriti. I tanti impegni che ci vedono coinvolti stanno causando della stanchezza, ma continueremo a correre questo rischio. In Coppa Italia siamo stati eliminati ai calci di rigore, mentre il percorso europeo è ancora vivo, vogliamo continuare a competere su più fronti. Nell’ultimo frangente di gara sono stato costretto a far uscire dal campo Felipe Anderson che nel primo tempo ha speso tanto. Nani si è sacrificato per la squadra e, per esigenze tattiche, ho dovuto sostituirlo; lo stesso discorso vale per Wallace, considerando che è stato ammonito nel corso della prima frazione. Siamo prossimi ad un nuovo tour de force, spero di ritrovare bene i miei calciatori al rientro dagli impegni con le Nazionali. Credo che tutti abbiano notato le condizioni dello Stadio Olimpico: il terreno di gioco non era dei migliori, ha condizionato non solo il nostro gioco, ma anche quello degli avversari: abbiamo fatto davvero fatica a tenere palla a terra, ma nonostante questo, avremmo meritato la vittoria“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

Juventus-Lazio, la designazione arbitrale della partita di Coppa Italia

Published

on

 


La gara dei quarti di finale di Coppa Italia Frecciarossa Juventus-Lazio, in programma giovedì 2 febbraio 2023 alle ore 21:00 all’Allianz Stadium di Torino, sarà diretta dal signor Fabio Maresca (sez. Napoli).

Assistenti: Carbone – Preti

IV ufficiale: Feliciani

V.A.R.: Di Paolo

A.V.A.R.: Di Martino 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW