Connect with us

Europa League

CONFERENZA UEL | Radu: “Salisburgo squadra molto forte fisicamente. Pressione dei tifosi austriaci? Siamo abituati a giocare questa competizione”

Published

on

 


Alla vigilia del ritorno dei quarti di finale di Europa League tra Salisburgo e Lazio, è intervenuto in conferenza stampa Stefan Radu. Ecco le parole del difensore capitolino:

Cosa vi ha messo più in difficoltà all’andata? Il risultato della Roma preoccupa o è uno stimolo?

“Parliamo di una squadra molto organizzata, che corre tantissimo, sono preparati fisicamente. Per me è stata la partita più difficile di Europa League finora. La Roma è stimolante, ma per domani: ci stimola a vincere e passare il turno”.

Il segreto della tua stagione? Cosa vi ha dato Inzaghi di più rispetto agli altri mister?

“Forse il cambio del ruolo, visto che ora sto facendo il centrale. Il mister ci ha dato un’altra faccia, ci ha dato tutto, siamo con lui fino alla morte”.

Come stai fisicamente? Cosa serve domani alla Lazio? Ti auguri un arbitraggio migliore di giovedì scorso?

“Sono stato fermo quasi tre settimane fermo per un problemino, sto cercando di riprendere la migliore forma. Giovedì ho giocato dopo soli due allenamenti in gruppo, loro sono organizzati, ho fatto un po’ di fatica. Ma piano piano sto riprendendo la forma. Domani metteremo il cuore in campo come sempre per passare il turno, il mister fino a domani mattina ci dirà tutto per ottenere la qualificazione”.

Tu avevi giocato qui nel 2009: il fattore ambientale può influire nella gara?

“Siamo abituati a giocare in questa competizione, non abbiamo pressione da parte dei loro tifosi, anche noi all’andata avevamo 50mila allo stadio. E come i tifosi laziali non ce ne sono in giro…”.

 

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW