Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Trivento Calcio ospite della Lazio, parla il presidente Guidone: “Onorati dell’invito per domenica, sogniamo un’affiliazione con il club biancoceleste”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Di Lazio ci si ammala inguaribilmente: questa frase dell’indimenticato Giorgio Chinaglia accomuna ogni tifoso biancoceleste. Perchè tifare per la prima squadra della Capitale vuol dire estraniarsi dalla massa, uscire dal gregge e vivere un sentimento sportivo in modo nobile e signorile. La redazione di LazioPress.it ha raccontato in questi anni molte storie, dando voce al tifoso della Lazio che vive il suo amore lontano dalla città, come le interviste fatte al Lazio Club New York, che ogni volta sui social ci deliziano pubblicando filmati di festeggiamenti e cori) e Lazio Club Japan fuori dall’Italia, per finire al Lazio Club Manzini di Isernia: tutti sempre attivi nel seguire i ragazzi biancocelesti, non solo nelle partite di campionato ma anche in tutte quelle in Europa. In questa occasione conosciamo meglio la storia di Trivento, paese in provincia di Campobasso, e della sua scuola calcio che, nella giornata di domenica, in occasione della partita di campionato LazioAtalanta, sarà ospite dei padroni di casa allo stadio Olimpico. Queste le parole del presidente della società molisana, Carmine Guidone, sull’iniziativa: “Stiamo vivendo una gioia incredibile, non capita tutti i giorni di essere ospiti di una società così importante e gloriosa anche nel palcoscenico europeo. Ringrazio il presidente Lotito e la società per questa grande possibilità. A Trivento stiamo dando molto spazio allo sport in generale e non solo al calcio; infatti, oltre ad avere una squadra di prima categoria che sta andando molto bene (prima a tre giornate dalla fine, nda), abbiamo creato anche una squadra di pallavolo e contiamo di fondare anche altre società per altri sport: vogliamo dare vita ad una piccola Polisportiva. In passato siamo stati affiliati a squadre come Udinese e Carpi, chiaramente il nostro sogno è quello di dare vita ad una collaborazione con la Lazio, che farebbe bene a tutto il territorio molisano”. Dopo le parole del presidente arrivano quelle del mister Gabriele Passaro, da sempre grande tifoso biancoceleste: “Per me questa iniziativa vale doppio, anche per la mia fede calcistica. Il mio amore per la Lazio è viscerale e mi fa piacere constatare che il nome di una delle squadre più importanti che ci sono in circolazione inizi a girare anche qui nel nostro territorio. La maggior parte delle persone tifa Juventus, Milan e Inter e sono orgoglioso quando sento dai miei bambini nominare anche Immobile, Milinkovic e Anderson, al posto dei soliti Dybala, Icardi e Bonucci. Vengo spesso all’Olimpico a vedere le partite e quando posso anche in Europa. Non vedo l’ora di vedere lo sguardo dei bambini festanti quando vedranno il volo di Olympia: sono un pò dispiaciuti per l’assenza di Immobile, che in questo momento è il punto di riferimento di ogni tifoso laziale e devo dire che anche io sono tremendamente dispiaciuto per la sua assenza: peserà tantissimo nelle ultime partite”. Domenica gli uomini di Inzaghi sono chiamati ad una gara fondamentale per raggiungere l’obiettivo Champions, i tifosi biancocelesti sono pronti ad accorrere in massa allo stadio per stare vicino alla squadra, tutti insieme per cercare di fare un’impresa che fino a dicembre sembrava impossibile, ma Inzaghi e i suoi ragazzi hanno dimostrato in questi anni che questa parola nel vocabolario Lazio-Italiano non esiste.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW