Connect with us

Per Lei Combattiamo

Sulle spalle di Caicedo

continanza.edoardo@gmail.com'

Published

on

 


Lasciamo perdere i paragoni con Immobile. Sarebbe ingeneroso e superficiale. Concentriamoci invece sulle qualità, su ciò che può dare. Caicedo, oltre a possedere un corpo possente, è un attaccante incredibilmente intelligente dal punto di vista tattico. Una sorta di “sistem player”, un giocatore in grado di far lavorare meglio la squadra. L’ex Espanyol non ti cambia la partita da solo. È appurato, ma ha la capacità di rendere più semplice il gioco dei compagni. Vedi l’assist per Immobile contro il Vitesse, o quello contro l’Atalanta per Luis Alberto. L’occasione per dimostrare il suo valore reale è arrivata nel momento cruciale della stagione. Caicedo ha la possibilità, in queste tre gare, di far ricredere molti scettici.

GRANDE, GROSSO E FURBO

“Caicedo non dispiace”, così coloro che sono stati interrogati sul numero 20. Non dispiace perché non forza la giocata, non fa polemiche. Lavora sodo e si rende sempre disponibile. Alla prima d titolare con la maglia biancoceleste, regala un assist di tacco di grande tecnica ad Immobile per la rimonta sul Vitesse. In quella giocata c’è gran parte del gioco dell’Ecuadoriano. Bravo nel farsi trovare al posto giusto al momento giusto, e ancora più decisivo nel vedere il taglio del compagno di squadra. Nel suo gol contro il Nizza invece, Caicedo mostra tutta l’esperienza acquisita negli anni passati in giro per il mondo. Va a prendersi un pallone che sembrava destinato tra le mani del portiere della squadra francese. Stesso discorso per quello segnato di testa contro Zulte. Reti cercate e studiate. Le prime marcature in A arrivano invece subentrando dalla panchina. A Marassi contro la Samp trova il gol vittoria ribadendo in rete da pochi passi dopo la conclusione di Immobile; mentre all’Olimpico contro il Benevento è abile a muoversi sul filo del fuorigioco, farsi trovare splendidamente da Luis Alberto, per poi stoppare e calciare di sinistro alle spalle di Brignoli. In entrambe le situazioni spicca l’intelligenza di non finire in offside. Nel primo caso, evita volontariamente di toccare il pallone su servizio di Milinkovic. Nel secondo sfrutta il fatto che l’attenzione della retroguardia giallorossa sia tutta su Immobile, per inserirsi centralmente indisturbato. Tare lo ha acquistato anche per questo motivo.

Embed from Getty Images

ATALANTA NEL BENE E NEL MALE

Proprio come nel girone d’andata contro l’Atalanta, dovrà sostituire ancora una volta l’infortunato Immobile. Nel pirotecnico pareggio di Bergamo, l’Ecuadoriano non era riuscito a mettere il segno sulla partita fino all’assist per Luis Alberto, nell’azione del terzo gol. La marcatura dei tre centrali difensivi dell’Atalanta, che a turno si occupavano di lui, lo costringevano a ricevere un numero limitato di palloni. Ma nell’azione citata in precedenza, è bravo nel seguire la manovra: si stacca dalla marcatura di Caldara per venire incontro a Felipe Anderson, si posiziona con il corpo per ricevere, e appoggia in avanti per il trequartista spagnolo. Una delle più belle azioni offensive della stagione della Lazio. Positiva è stata anche l’ultima gara giocata con il Torino. Contro i granata è mancato solamente il gol. In più di una occasione N’Koulou non è riuscito ad arginarlo, andando spesso in difficoltà sui movimenti dell’attaccante laziale. Domani, poi contro il Crotone e probabilmente anche contro l’Inter, dovrà vedersela contro tre squadre che difendono tutte in maniera diversa una dall’altra. Ma in un momento così delicato della stagione, Caicedo ha il dovere di mettersi sulle spalle l’attacco della Lazio, e di raggiungere l’obiettivo Champions.

Embed from Getty Images 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio, Cataldi torna sulla vittoria con il Milan: “Grande serata, insieme possiamo fare grandi cose” | FOTO

Published

on

 


Quella vista ieri sera è stata una delle migliori Lazio della stagione, se non proprio la migliore. Di Milinkovic-Savic, Zaccagni, Luis Alberto e Felipe Anderson le firme sul 4-0 finale contro il Milan. Danilo Cataldi, attraverso un post sul proprio profilo ufficiale Instagram, è tornato sul successo biancoceleste contro i rossoneri, continuando ad esultare, ma tenendo alta la guardia. Le immagine pubblicate, sono accompagnate dal messaggio: “Una grande serata davanti alla nostra gente. Continuiamo con questa voglia, tutti uniti. Insieme possiamo fare grandi cose”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Danilo Cataldi (@danilocat32)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW