Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

‘Di Padre in Figlio’, Cesar: “Serata bella ed emozionante. Anderson? Spero rimanga, deve conquistarsi il posto”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Non poteva mancare all’evento “Di Padre in Figlio” l’ex biancoceleste Cesar che quotidianamente, anche attraverso i social, dimostra il suo attaccamento alla maglia della Lazio. Intervenuto ai microfoni di RadioSei, l’ex calciatore, ha parlato della serata e del futuro di Felipe Anderson: “Questa serata è molto bella ed emozionante, è un piacere aver ricevuto l’invito a partecipare. Quest’anno è ancora più interessante perché affronteremo un’altra squadra di grandi giocatori. Per i laziali assistere a un evento del genere è spettacolare e divertente. A noi fa piacere vedere che i tifosi si divertono, loro forse non si rendono conto di quanto per un calciatore possa contare vedere felice il proprio pubblico. Anderson? Non penso sia arrivata la fine di un ciclo. È giovanissimo e può dare ancora tanto. Sarà importante giocare con continuità. Non essere andati in Champions può pesare. Tutti i discorsi sul futuro si basano su una questione di classifica, su introiti e investimenti, ma mi auguro che non vada via, perché ha dimostrato di poter essere importante. Lui vorrebbe essere titolare, ma un giocatore non ha mai questa garanzia. Gli allenamenti e le partite servono proprio per conquistare il posto, lavorando duramente”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS | Festa Lazio, quinto posto per 55.000

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Un grande pubblico saluta i biancocelesti: campionato concluso davanti alla Roma.

Come riportato dal Corriere dello Sport, notte d’altri tempi con il popolo biancoceleste che torna a riempire l’Olimpico. Erano 55.000 i tifosi presenti per mandare un messaggio a Lotito: serve una Lazio ancora più ambiziosa nella prossima stagione.
Ieri partenza schock dei biancocelesti, il Verona segna con Simeone e Lasagna. Poi la rimonta: Cabral, Felipe e Pedro. Hongla acciuffa il pari.

Immobile è per la quarta volta re dei marcatori. Lo precede, nella storia della Serie A, solo Nordhal: nessun attaccante italiano era mai riuscito nell’impresa. Ha vinto Sarri, applaudito sotto la Curva Nord, perché bastava un pareggio per finire quinto e piazzarsi davanti alla Roma (terzo anno di fila per la società). La qualificazione in Europa League può essere la base per costruire un futuro radioso, a patto di accontentarlo sul mercato e magari ribaltando il destino attraverso la conferma di un top player come Milinkovic, forse al passo d’addio nella scia di Leiva, Strakosha, Luiz Felipe e probabilmente Acerbi.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW