Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

‘Di Padre in Figlio’ – Pancaro, Oddo, Casiraghi, Ledesma, Stendardo e Rocchi in coro: “Un onore essere qui. E sul mercato…” | FOTO

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

AGGIORNAMENTO 18.30 – L’ex attaccante biancoceleste Tommaso Rocchi si unisce agli ex compagni di squadra: “Bellissima emozione essere qui, sarà una serata grandiosa e di festa. Ritorno in campo con onore ed emozione. Lazio-Inter? Vista la stagione, i biancocelesti avrebbero meritato la Champions League ma il calcio è fatto così e le partite vengono spesso decise dagli episodi: i calci piazzati da cui sono arrivati i gol e poi l’espulsione di Lulic. Immobile? Ha giocato  a livelli pazzeschi, è stato bravo poi a mantenere il suo ritmo, tra campionato ed Europa League“.


AGGIORNAMENTO ORE 18.05 – Raggiunge gli ex compagni di squadra anche Guglielmo Stendardo, che ricorda con affetto gli anni in biancoceleste: “E’ gratificante aver avuto la fortuna di indossare una maglia prestigiosa ed avere ancora oggi la possibilità di partecipare a quest’iniziativa organizzata dai tifosi e dalla Nord. Bello il legame ritrovato tra pubblico e società. La stagione? Benissimo l’esordio con la vittoria in Supercoppa, terminata male solo dal punto di vista del risultato. La Lazio ha fatto una grande annata, Inzaghi è uno dei tecnici più preparati, che ha espresso un bel gioco. Peccato, la qualificazione in Champion l’avrebbero meritata. Acerbi? Buon difensore. De Vrij perdita importante, ma il mio amico Tare lo rimpiazzerà bene. Chi consiglierei a Tare? Non credo che la società abbia bisogno dei miei consiglia, ma si parla molto dell’Atalanta che lancia i giovani e secondo me Gomez potrebbe far comodo, non solo alla Lazio, ma a tutte le squadre con obiettivi importanti“.


Questa sera allo stadio Olimpico andrà in scena ‘Di Padre in Figlio‘, iniziativa all’insegna della lazialità. Numerosi sono i volti del panorama biancoceleste che sono stati e sono tutt’ora legati alla maglia della Lazio e che questa sera omaggeranno i colori della squadra capitolina scendendo in campo. Prima di approdare allo stadio, gli ex campioni si sono ritrovati all’hotel Donna Laura. I primi ad arrivare sono stati Oddo e Pancaro, seguiti da Casiraghi e l’ex capitano Ledesma.

Il primo a prendere la parola è stato Gigi Casiraghi:Sono legato alla Lazio, ci sono stato di più ed ho giocato meglio. Questi eventi sono sempre belli. Finale di stagione tragico? E’ mancato un soffio per raggiungere la Champions, ma il campionato è stato ottimo. Si ripartirà dall’allenatore e dal gruppo che c’è: quindi le basi ci sono. Milinkovic? Se avessi tutti quei soldi lo prenderei (ride, ndr); ha qualità che in Italia nessuno ha ed in Europa sono in pochi ad averli. Ha solo 23 anni, può fare la differenza nel mercato“.

Anche Massimo Oddo si è intrattenuto con i cronisti presenti, a poche ore dall’evento: “E’ emozionante, si rivedono tanti ex compagni. La Lazio per me è una famiglia, è la squadra a cui sono più affezionato: forse insieme al Milan, anche se la tifoseria biancoceleste han dei sentimenti diversi nei miei confronti, mi ha dimostrato sempre grande affetto quando sono tornato“.

L’ex capitano biancoceleste Cristian Ledesma ha ribadito la sua fede laziale: “E’ sempre bello tornare, soprattutto per questo evento. Far parte di questa famiglia è la cosa più bella, quindi torno volentieri. La stagione della Lazio? Rimane ottima, positiva. La Lazio ha dimostrato consapevolezza in campo. Milinkovic? Bisogna vedere la volontà della società, dell’allenatore e del giocatore. Da tifoso spero rimanga e gli consiglio di fermarsi un altro anno per fare un ulteriore salto. Leiva? Molto importante, ha dimostrato anche in passato di essere un grande giocatore. A livello internazionale è importante e qui ha fatto benissimo, è fondamentale“.

 

 

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS | Festa Lazio, quinto posto per 55.000

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Un grande pubblico saluta i biancocelesti: campionato concluso davanti alla Roma.

Come riportato dal Corriere dello Sport, notte d’altri tempi con il popolo biancoceleste che torna a riempire l’Olimpico. Erano 55.000 i tifosi presenti per mandare un messaggio a Lotito: serve una Lazio ancora più ambiziosa nella prossima stagione.
Ieri partenza schock dei biancocelesti, il Verona segna con Simeone e Lasagna. Poi la rimonta: Cabral, Felipe e Pedro. Hongla acciuffa il pari.

Immobile è per la quarta volta re dei marcatori. Lo precede, nella storia della Serie A, solo Nordhal: nessun attaccante italiano era mai riuscito nell’impresa. Ha vinto Sarri, applaudito sotto la Curva Nord, perché bastava un pareggio per finire quinto e piazzarsi davanti alla Roma (terzo anno di fila per la società). La qualificazione in Europa League può essere la base per costruire un futuro radioso, a patto di accontentarlo sul mercato e magari ribaltando il destino attraverso la conferma di un top player come Milinkovic, forse al passo d’addio nella scia di Leiva, Strakosha, Luiz Felipe e probabilmente Acerbi.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW