Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

5 cose che non sai su Riza Durmisi

jacoposimonelli@yahoo.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Diego Laxalt? No, Riza Durmisi. Arriva da Siviglia, sponda Betis, l’uomo per la fascia sinistra della Lazio. Danese (con origini macedoni e albanesi) classe ’94, costerà circa 7 milioni di euro. E’ basso e rapido, fa della fase offensiva la sua arma migliore. Ricorda Marusic, come quest’ultimo ha qualcosa da migliorare in fase difensiva. Specialista nei calci piazzati, è cresciuto in Danimarca nel Bröndby (7 gol e 12 assist in 107 partite), per poi essere acquistato dal Betis nell’estate 2016 per 2 milioni di euro. In due anni in Spagna ha messo insieme 54 presenze, con 3 gol e 8 assist, guadagnandosi un posto fisso nella nazionale danese. Con la Danimarca ha infatti collezionato 23 presenze, perdendo però il Mondiale in Russia a causa di un infortunio nel finale di stagione che ha limitato il suo rendimento. Ora a Roma dividerà la fascia con Lulic e Lukaku, mercato permettendo per il belga. Eccovi 5 cose sul probabile nuovo acquisto biancoceleste. Intanto, gustatevi un suo calcio di punizione niente male (CLICCA QUI). Ah, sappiate che ha rovinato il debutto di Montella in Liga con il Siviglia: il Betis ha infatti vinto 5-3, Durmisi ha segnato il 3-2 (CLICCA QUI PER VEDERE IL GOL).

5 COSE SU RIZA DURMISI 

1) REAL MADRID

Riza sogna il Real Madrid. “Mi piacerebbe giocare al Bernabeu con la maglia del Real un giorno, chissà”. Con il Betis si è anche tolto lo sfizio di vincere a Madrid. Un giorno Riza sogna di giocare con la maglia blanca. 

2) JORDI ALBA? NO, MARCELO

Da molti è stato paragonato al primo Jordi Alba, quello che correva a Valencia. Il paragone con l’attuale difensore del Barcellona però non interessa al nostro eroe. “Il mio primo idolo è stato Zidane per la sua eleganza in campo – ha ammesso – ora però tifo per Marcelo, il migliore al mondo nel mio ruolo”.

3) LIVERPOOL

Lo scorso gennaio Klopp lo avrebbe voluto portare a Liverpool. I Reds cercavano un terzino sinistro, la trattativa con il Betis però non decollò. Così ad Anfield pochi mesi dopo arrivò Robertson.

4) INIZI DA ATTACCANTE

Da piccolo pensava solo a segnare, forse è per quello che pensa solo alla fase offensiva. “In Danimarca giocavo attaccante, segnavo tanti gol. Dietro soffrivo a livello fisico, davanti invece potevo sfruttare la mia velocità”.

5) ISLAM

La religione è una parte importante della vita di Durmisi. “Il calcio mi ha aiutato a superare tutti i problemi. prego ogni venerdì e studio l’Islam. Non faccio però il Ramadan quando mi alleno, ma solo nei giorni liberi”.

  

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Claudio Lotito sull’evento Insieme per la Pace: “È una giornata speciale, di pace…e la Lazio è sempre in prima fila, perché ci crede”

edo9923@hotmail.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Claudio Lotito ha parlato ai microfoni di Laziopress durante l’evento “Insieme per la Pace” allo Stadio Olimpico di Roma. Di seguito le sue parole:

Vogliamo un’organizzazione di alto livello, come dimostrano le ragazze in campo. È una giornata speciale, di pace…e la Lazio è sempre in prima fila, perché ci crede. La Lazio incarna i colori olimpici, al tempo si spendevano le guerre. Peccato che oggi non sia così. Spero sia una bellissima serata, sono sicuro ci sarà spettacolo: si confronteranno grandi realtà, non ci sono professionisti ma persone mosse da passione“.

 

Successivamente il presidente della Lazio è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel. Queste le sue parole:

La Lazio è da sempre in prima fila sulle iniziative benefiche, riteniamo che lo sport debba promuovere dei valori e sensibilizzare l’opinione pubblica di fronte a problemi che tormentano quotidianamente le persone e che vengono troppo spesso dimenticati. Vogliamo nuovamente sottolineare l’importanza che dà la Lazio alle varie iniziative sociali. Lo sport deve permettere di superare le differenze tra le varie persone, come dimostrano i risultati nelle Olimpiadi“.

A prendere la parola anche la moglie del presidente Lotito, Cristina Mezzaroma: “L’idea originaria è frutto dell’Empoli, la Lazio ha deciso di partecipare all’evento. Ci è sembrato il modo più opportuno per trascorrere una serata gioisa così da ricordare a tutti i momenti che vengono tolti dalla mancanza della pace“.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW