Connect with us

Per Lei Combattiamo

Umbria24 | Cragnotti, il tetto del mondo e Perugia. Nesta: second life di un Capitano coraggioso

riccardo.santori@yahoo.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


«Allenare qui è l’occasione della vita e non contano più i trofei vinti con Lazio e Milan. CR7 riporta il calcio italiano al top. Mio figlio? Va a lezione dalla Juve»

Le parole mai sprecate. Una vita a testa alta e a bocca chiusa. Mai una polemica, mai una dichiarazione sopra le righe. E’ un leader silenzioso il nuovo allenatore del Perugia, Alessandro Nesta. Durante la sua straordinaria carriera ha sempre preferito far parlare il campo.

Dopo i successi con la Lazio, il tetto del mondo col Milan e l’esperienza di Miami ecco la Serie B italiana. Franco Baresi al Corriere della Sera disse: ‘Nesta è più forte di me’. Come tecnico dove vuole arrivare?
«Perugia è l’opportunità della vita. Ho detto no ad altre due squadre per venire qui. Devo ricominciare da zero, quello che ho fatto da giocatore ora non conta. Devo conquistarmi la stima dei tifosi e dell’ambiente con un altro ruolo».

Qui la Lazio, grazie al gol di Calori, nel 2000 ha vinto uno scudetto. Quella gioia ha influito almeno nell’1% in questa scelta?
«Giornata bellissima, la Juve ha perso qui il tricolore ma non ha influito nella mia decisione (ride)».

Capitolo presidenti. C’è stato Sergio Cragnotti, poi Berlusconi, ora Santopadre.
«Il mio calcio era la Lazio. Quando ho lasciato Roma la società era piena di debiti e per sopravvivere aveva bisogno di fare cassa. Avevo un sogno ed era quello di giocare per sempre nella Lazio ma non ho avuto possibilità di scelta. Hanno provato a farmi passare per il Capitano che voleva andare via ma la realtà era diversa ed è venuta fuori. I presidenti? Prima non li vivevo, facevo gli allenamenti, giocavo le partite e me ne andavo a casa. Adesso è diverso, con Massimiliano Santopadre ci parlo spesso. E’ un uomo ambizioso, sta allestendo e organizzando bene questa società».

Lei sostiene di essere stato fortunato con gli allenatori perché quelli che ha avuto erano tutti molto bravi. Cosa copierà ai vari Zeman, Zoff, Eriksson, Lippi, Leonardo, Ancelotti?
«Questo mestiere è uno studio continuo e io non voglio essere la brutta copia di nessuno. Quando certe caratteristiche umane non ti appartengono è un errore imitare anche i migliori maestri. Sarò me stesso. Per quanto riguarda la tattica è un altro discorso, mi piace la fase offensiva di Zeman».

[…]

Umbria 24 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Disservizi Dazn, Vezzali: “Riscontrato grave e inaccettabile disagio agli utenti”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Attraverso un tweet pubblicato sul proprio account ufficiale, la Sottosegretaria alla Oresidenza del Consiglio con Delega allo Sport Valentina Vezzali si è espressa in merito ai disservizi di ieri causati da Dazn ad alcuni utenti. Durante la prima giornata di campionato, alcuni clienti hanno riscontrato diversi problemi nel vedere le partite, specialmente durante Salernitana-Roma. Un disservizio definito da Vezzali grave è inaccettabile, contro il quale verranno presi provvedimenti.

Queste le sue parole:

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW