Connect with us

 

Extra Lazio

La lettera di Emanuele Artibani di Radio Olympia

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 “Lascio agli eredi l’imparzialità, la volontà di crescere e capire uno sguardo feroce indulgente per non offendere inutilmente. Lascio agli amici gli anni felici delle Più audaci riflessioni” , con queste parole Battiato che amo da molto prima che il chiacchiericcio a lui tanto odiato trapelasse notizie private sulla sua salute scriveva il suo testamento musicale in una canzone dipinta da una vita magnifica , vissuta fino in fondo.
Con le stesse parole lascio la trasmissione del mattino dopo tanti anni felici. Questa scelta Potrebbe essere quel momento sospeso prima che tutto prenda il “verso sbagliato” ci sono tutte le premesse in un orario di battaglia come quello che vado ad affrontare contro storici e impiantati maestri del mestiere, insomma potrebbe essere un leggendario disastro e un vero miracolo, un esplosivo fallimento da rivivere ineluttabile e nitido ogni notte per un cuore circondato da filo spinato e campo minato come il mio, ma certe scelte sono fatte per mandare in frantumi cuori e speranze e questa è’ la prima parte del post. Ma io sono cresciuto in un posto strano ma strano vero, fatto di episodi strani e credetemi che se ripeto non è’ certo perché sia a corto di parole per umana gente, anche se di anima ruspante e popolare non manco di vocabolario accademico ma certi episodi vanno raccontati per come sono stati.
Ero ragazzino, avrò avuto l’età delle due o tre pippe di fila al giorno , eravamo al bar, quello di quella Roma Nord che sembra diventata una cosa a metà strada tra Beverly Hills e l’angolo del bar di Lefty e Donny brasco e già da qua si capisce quanto tutto sia na cazzata perché non è’ ne uno né l’altro ,però un sacco di cose le ho imparate proprio in quegli anni , in mezzo a quella montagna di pippe, quelle cose che ti arrivano dentro il Petto come una fucilata con una Pallottola di ghiaccio. Appuntamento al bar e andiamo nella palestra che in quegli anni era l’unica palestra e che in qualche modo resterà sempre l’unica palestra e chi conosce la zona ha capito anche la palestra, quando fuori scesa la rampa trovammo un gigante, ma un gigante vero di quelli che ti insegnano perle di saggezza del tipo: non devi avere paura quando ti minaccia uno muscoloso , ma quando te se avvicina uno in giacca e senza denti. Noi eravamo ragazzini e in qualche modo vivevamo orgogliosamente all’ombra di certi uomini, (lascio a quelli bravi il giudizio) così quando lo sentimmo lamentarsi: sto pezzo de merda m’ha rubato Er motorino a me non ce se crede, me so fatto cinque giri de calendario a pia’ er sole co l’asciugamani fatti coi fogli der giornale pe famme ruba’ Er motorino da qualche cojone, sto maledetto se lo pio lo sfonno.A quel punto uno di noi colto sprezzante da una intuizione che potesse metterlo in luce (ma poteva essere chiunque di noi ragazzini) fece per dirgli: ao lo so io chi è’ stato l’ho visto ier..non fece in tempo a finire la Parola che il gigante lo interruppe con la voce di quelli che ti devi stare zitto a quell’eta’ e gli tuono’ : a stronzo che stai a fa la spia non ce prova’ nemmeno.
Restammo di ghiaccio perché fu una fulminea presa di coscienza.
Cioè a lui in un istante non interessava più il motorino, quello sticazzi si ricompra , no, nel cervello suo c’era tutta un’altra cosa, la spia non si fa, punto anche se ti porta in vantaggio.
E qui si chiude la seconda parte del post , però ce ne è una terza, alla quale arrivano solo quelli che camminano regolari, perché gli altri si saranno giustamente rotto Er cazzo, è’ un mese che non scrivo niente e de cazzate ne ho lette tante, almeno quante le pippe di quegli anni, qualcuna purtroppo anche sul mio profilo. Ho letto tuonare gente che al massimo può scoreggiare sul divano. Ora tornate a casa scemi, se sentimo Er venti agosto dalle 14:00 alle 17:00. Radio incontro Olympia.
L’ordine naturale. Emanuele Artibani 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Extra Lazio

Incidente d’auto per Eva Henger e Massimiliano Caroletti: la coppia in ospedale

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Brutta disavventura per Eva Henger e Massimiliano Caroletti, che sono rimasti coinvolti in un grave incidente: il fatto è avvenuto in Ungheria, vicino Kaposvar. Come raccontato da Paolo Pasquali, direttore artistico dell’agenzia che segue la showgirl, la coppia si trova attualmente in ospedale: “Si trovano in due ospedali diversi a 300 km di distanza l’uno dall’altro, dopo l’incidente Massimiliano è stato portato con l’eliambulanza in un posto, lei in un altro“.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW