Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | L’ex Primavera Milani: “Giannichedda? Bello avere un tecnico che ha indossato la maglia della Lazio. E’ simile ad Inzaghi”

Published

on

 


Una Lazio, quella che porta nel cuore nonostante l’approdo a Piacenza. Una squadra, quella della Primavera biancoceleste, in cui è cresciuto insieme ad Inzaghi. Una Coppa, quella vinta contro la Roma, che ha fatto sì che i giovani laziali imitassero i più grandi, protagonisti del 26 maggio. Tutto questo è Simone Milani, attuale attaccante del Pro-Piacenza ed ex Primavera della Lazio. Il classe ’96 è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it, per parlare della sua nuova avventura e dei colori biancocelesti che sono il suo passato e continuano ad essere, anche a distanza, il suo presente.

Nuova esperienza per te, tornato al calcio professionistico. Com’è stato l’inizio di questa avventura?

E’ un grande passo per me. Dopo tre anni in Serie D sono molto contento, qui si sta bene. Ora sta a me dimostrare tanto e giocarmela, ma le carte per fare bene ci sono tutte. Abbiamo un bel gruppo, i più ‘grandi’ ci danno una mano per migliorare. Ho iniziato nel migliore dei modi, mi sono impegnato tanto in ritiro. Ho cominciato ad allenarmi prima dell’ufficialità, ho lavorato duramente ed è arrivata la firma. Ora siamo usciti dalla coppa e c’è sicuramente del dispiacere, ma ci concentreremo sul campionato. Io in primis devo fare bene: è un’esperienza importante per me”.

Il tuo passato dice Lazio: qual è il ricordo più bello che porti con te?

Per me la Lazio è tutto. I ricordi sono tanti, dovendo sceglierne uno dico la finale contro al Roma. Per me, da laziale, è stato un sogno diventato realtà. Vincere in prima squadra ed in Primavera non era mai successo: in due anni abbiamo scritto un pezzo di storia, difficile che ricapiterà”.

Il tuo passato dice anche Inzaghi: come vedi il mister alla guida della prima squadra?

E’ l’allenatore giusto. Ha fatto bene sia al suo arrivo che lo scorso anno, cominciando dal fatto che ha riportato numerosi tifosi allo stadio. Ha sfiorato l’impresa della Champions, c’è del rammarico, come ha ripetuto lui stesso giorni fa in conferenza, ma sta facendo bene. Ha creato un bel gruppo ed grande ambiente. Siamo partiti male in questa stagione, ma il mister sta lavorando bene. Ha già dimostrato di essere quello giusto”.

Nel tuo presente c’è ancora un po’ di Lazio, infatti nella panchina dei rossoneri siede l’ex biancoceleste Giuliano Giannichedda. Che tipo di allenatore è?

Essendo io della Lazio ho ricordi di lui che indossa la maglia biancoceleste e sono contento di questo. Inoltre è molto preparato e, per certi versi, è simile ad Inzaghi: ci mette tutto se stesso, è tranquillo ma ha grinta, ci tiene e vuole fare bene. Sono felice di averlo trovato qui, mi farà sicuramente crescere come ha fatto Inzaghi. Loro sono anche amici, quindi ritrovo un po’ di Lazio qui”.

Serie A, questa sosta servirà alla Lazio per ripartire dopo un inizio di stagione non proprio facile?

L’avvio è stato molto difficile. Un po’ ce lo aspettavamo, visto che abbiamo incontrato subito le squadre che si contenderanno lo scudetto. Non abbiamo fatto brutte prestazioni, ma le partite sono state decise dagli episodi. Dispiace sicuramente, ma contro il Frosinone ci siamo ripresi ed abbiamo ottenuto i tre punti. Come dice Inzaghi, il campionato è iniziato domenica, ci siamo messi alle spalle le due sconfitte e dopo la sosta si inizierà a fare sul serio. Abbiamo anche la possibilità, contro l’Empoli neopromosso, di giocare per arrivare ad un’vittoria. A breve poi inizierà anche l’Europa e il mister dovrà essere bravo come l’anno scorso a giocarsela su tutti i fronti”.

Da addetto ai lavori, un parere sul reparto offensivo dei biancocelesti?

Immobile viene da delle annate pazzesche ed anche in questo avvio di campionato la rete contro il Napoli è stata splendida. Non c’è da aggiungere altro, è un giocatore che sta dimostrando tantissimo e sta facendo molto per la Lazio.  Forse un innesto avrebbe aiutato Ciro a riposare un po’, visto che lo scorso anno ha giocato tutte le gare, arrivando a fine campionato stanco. Abbiamo perso un po’ di qualità con la partenza di Felipe Anderson, ma Correa è un ottimo sostituto. Rossi può fare bene, ho saputo che ha fatto un grandissimo ritiro, per lui è questa è una possibilità importante per migliorare e mettersi in mostra. Speriamo che la squadra riesca a fare bene come lo scorso anno”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW