Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Strakosha incide in negativo, Caceres disastroso. Marusic e Luis Alberto non pervenuti, si salvano Immobile e Lucas Leiva

Published

on

 


Strakosha 4,5 – Troppi palloni finiscono in area e l’albanese rimane fermotra i pali anzichè uscire. Appena ci prova non è fortunato con El Shaarawy nel contrasto. Kolarov dal limite è una esecuzione ma un portiere non può prendere gol sul suo palo. Non può nulla sul colpo di testa di Fazio.

Luiz Felipe 5 – Si lascia spesso attrarre dal pallone lasciando libero un avversario e infatti causa lo scontro fra El Shaarawy e Strakosha in occasione del vantaggio romanista. Si perde completamente Fazio in occasione del 3-1 che chiude la partita. Peccato perchè aveva iniziato alla grande salvando su Florenzi lanciato a rete.

Acerbi 5 – Perde il duello con Dzeko che lo mette in crisi su ogni contrasto. Prova a guidare una difesa che non ha mai le giuste distanze a causa delle distrazione dei compagni di reparto.

Caceres 4 – Completamente disastroso. Pesa tutto sulle sue spalle il vantaggio della Roma quando non riesce a rinviare il pallone che rimane a disposizione di Pellegrini che trova la porta di tacco. Chiunque passa dalle sue parti riesce a saltarlo senza difficoltà, quando laSempre in ritardo negli interventi facendo correre troppi pericoli ai compagni.

Marusic 4,5 – Novanta minuti di niente. Non spinge e non difende, ne da esterno a tutta fascia ne da terzino. Ogni tanto ci si dimentica addirittura che sta in campo.

Parolo 6 – Il suo compito è inseguire gli avversari e creare superiorità numerica in attacco. Esegue le sue mansioni ma non può triplicarsi per evitare gli errori dei compagni. Esce quando Inzaghi prova a ridisegnare la squadra.

Dal 53′ Badelj 5,5 – Il suo ingresso ravviva una manovra troppo opaca mettendo ordine con tranquillità. Commette il fallo da cui nasce il secondo vantaggio romanista provando a fermare Pellegrini al limite dell’area.

Lucas Leiva 6 – Canta e porta la croce ma è sembrato l’unico a farlo. Se la squadra non gira può farci poco, vede infilarsi maglie giallorosse da ogni dove. E’ l’ultimo a mollare fino al triplice fischio.

Milinkovic 5 – Da lui si pretende di più. E’ un gran giocatore ma deve dimostrarlo in partite importanti come queste. Di Francesco gli costruisce una gabbia attorno da cui non riesce mai ad uscire palla al piede. Non si capisce il motivo per cui tenta sistematicamente il controllo aereo col petto anzichè spizzare il pallone di testa.

Lulic 6 – Quando ci sta da sacrificarsi, Senad è sempre il primo della fila ma non gli si può chiedere anche di abbinare alla corsa la qualità tecnica. Troppi cross buttati in area senza precisione, però è anche l’unico che arriva sul fondo.

Dall’81’ Caicedo 6 – Entra a gara compromessa ma ci prova con un diagonale che termina di poco fuori.

Luis Alberto 4,5 – Serve personalità in certe partite, qualità che oggi ha lasciato nello spogliatoio. Luogo dove ad inizio ripresa quando viene sostituito.

Dal 53′ Correa 6 – Il suo ingresso porta freschezza alla Lazio, si propone per ricevere il pallone e prova qualche giocata per scardinare le maglie giallorosse. N0n sorprenderebbe vederlo titolare nei prossimi impegni.

Immobile 6,5 – Ha due palloni giocabili: nel primo si divora il pareggio con un controllo sbagliato, lesto nella ripresa a rimettere in piedi la partita sfruttando un errore grossolano di Fazio. Si danna l’anima provando a pressare tutta la difesa giallorossa.

 

All. Inzaghi 5 – Di fronte aveva una squadra convalescente e non è stato in grado di trasmettere la cattiveria per aggredire subito gli avversari. La Lazio si è adeguata alla Roma e alla fine ha vinto la squadra che ha commesso meno errori. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW