Connect with us

Europa League

Dal Borussia al Werder Brema, ora tocca all’Eintracht. La cabala sorride alla Lazio contro i club tedeschi

Published

on

 


I giorni che seguono la sconfitta in un derby sono sempre complicati. Bisogna rimettere insieme i cocci e ripartire, soprattutto se dopo soli quattro  giorni si torna in campo. Mister Inzaghi, criticato per i numerosi passi falsi nei big match, è consapevole che la sfida di Francoforte sarà fondamentale per il cammino dei biancocelesti in Europa League. Dopo la vittoria all’esordio con l’Apollon Limassol, la squadra capitolina è in vetta al gruppo proprio con l’Eintracht che a sorpresa ha sconfitto a domicilio il Marsiglia. Una vittoria in terra tedesca metterebbe già una bella ipoteca sul passaggio del turno per le aquile che affronterebbero con più certezze la doppia sfida con l’OM. La Lazio, da buona italiana, ha una buona tradizione contro i club tedeschi.

Embed from Getty Images

CHAMPIONS LEAGUE – Tutti i tifosi biancocelesti, purtroppo, hanno ancora negli occhi l’ultimo incontro nella massima competizione europea. Dopo il terzo posto in classifica nella stagione 2014/2015 i ragazzi di Stefano Pioli affrontano nei preliminari di Champions League il Bayer Leverkusen. All’andata, in un Olimpico esaurito, Keita decide la sfida a meno di un quarto d’ora dalla fine: uno contro uno con Tah e palla alle spalle di Leno. Alla BayArena però è tutta un’altra storia: Çalhanoğlu, Mehmedi e Bellarabi decidono la sfida e mandano i capitolini all’inferno. Stesse squadre, altro risultato nella fase a gironi del 1999/2000: un doppio 1-1 che portò la firma per i biancocelesti all’andata di Mihajlovic, e al ritorno di Nedved. Altri tempi in cui la Lazio dominava in Italia e in Europa. Nel mezzo troviamo la doppia sfida con il Werder Brema nel 2007: la banda di Delio Rossi torna in Champions League e, sempre nella fase a gironi, sfida una delle migliori compagini della Bundesliga. Nell’anno della consacrazione di Diego, Mertesacker&Co la Lazio viene sconfitta per 2-1 nella prima sfida a causa delle reti di Sanogo e Almeida che rendono inutile quella di Cristian Manfredini. Al ritorno i biancocelesti si impongono con lo stesso risultato grazie ad una strepitosa doppietta di Tommaso Rocchi.


Embed from Getty Images

EUROPA LEAGUE/COPPA UEFA – Solo bei ricordi nella stagione 2012/2013. La Lazio di Petkovic, che al termine della stagione porterà a casa la storica Coppa Italia del 26 maggio con la Roma, affronta nella fase a eliminazione diretta prima il Borussia M’gladbach e poi lo Stoccarda. Contro i biancoverdi l’andata in trasferta termina con uno scoppiettante 3-3 grazie alle reti di Floccari e Kozak (doppietta), mentre al ritorno sono Candreva e Gonzalez a consegnare la qualificazione alla Lazio. Nel turno successivo arriva lo Stoccarda e la musica non cambia: i biancocelesti vincono entrambi le sfide grazie ai gol di Ederson e Onazi in Germania e alla tripletta di Kozak all’Olimpico. Il precedente più “vicino” nel tempo invece riguarda la Coppa Uefa del 1994/1995: la Lazio di Zeman viene eliminata dal Borussia Dortmund nonostante la vittoria dell’andata firmata dall’autogol di Freund. Risultato ribaltato al ritorno grazie alle reti di Chapuisat e l’ex Riedle.
Embed from Getty Images

Dunque negli ultimi anni la Lazio ha affrontato 12 volte in gare ufficiali club tedeschi portando a casa 6 vittorie, 3 pareggi e altrettante sconfitte. Un dato che Inzaghi, i calciatori e i tifosi sperano di migliorare sin dalla prossima sfida con l’Eintracht per tornare a sorridere e lasciare la sconfitta nel derby alle spalle.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

ANSA | Viminale, niente biglietti agli olandesi per Roma-Feyenoord

Published

on

 


L’orientamento del Viminale in merito alla partita Roma-Feyenoord di Europa League in programma il prossimo 20 aprile allo stadio Olimpico – a quanto apprende l’ANSA – è di procedere con l’indicazione del divieto di vendita dei biglietti ai tifosi olandesi. Il precedente che scotta risale al 19 febbraio 2015 quando i tifosi olandesi misero a ferro e fuoco Roma, in occasione proprio di una partita di Europa League: scontri con la polizia, risse, vetrine di negozi distrutte ed anche la vandalizzazione della fontana del Bernini a piazza di Spagna, la celebre Barcaccia. 

La linea delle autorità italiane, dunque, è netta: non ci saranno tagliandi in vendita per i sostenitori del Feyenoord. Così come richiesto anche dal sindaco Roberto Gualtieri, che nei giorni scorsi ha chiamato il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, per sollecitarlo al divieto di trasferta.

Il match, tra l’altro, aveva spiegato Gualtieri, è in programma alla vigilia dell’arrivo degli ispettori del Bureau international des expositions per la candidatura di Roma all’Expo 2020. E disordini in quei giorni non sarebbero certo il biglietto da visita ideale, è la preoccupazione del sindaco. Naturalmente, non è detto che la mancanza del biglietto impedisca la calata degli hooligans olandesi nella Capitale: c’è chi ha già prenotato viaggio e albergo. Si è visto con Napoli-Eintracht, con i tedeschi accorsi ugualmente in massa in Italia e protagonisti di violenti scontri in città. La Uefa, da parte sua, è sempre stata contraria a queste misure, con il presidente Aleksander Ceferin, che aveva definito “intollerabile” il divieto di trasferta ai tifosi della squadra di Francoforte. Non potendo impedire l’arrivo a Roma di persone dall’Olanda, l’apparato di sicurezza – Roma è ancora in attesa della nomina del prefetto – sarà imponente per scongiurare la guerriglia urbana di 8 anni fa. Il Feyenoord, peraltro, in questa stagione ha già giocato a Roma: lo scorso 3 novembre in Europa League contro la Lazio. Anche in quel caso venne disposto il divieto di vendita dei tagliandi ai tifosi olandesi e non si registrarono incidenti. (ANSA)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW