Connect with us

Per Lei Combattiamo

ESCLUSIVA | Onofri: “Nessun dramma, ma la Lazio deve ritrovare identità, Milinkovic Savic e Luis Alberto”

chiaraluce_paola@libero.it'

Published

on

 


La Lazio alle 12.30 di domenica ha un unico obiettivo: battere la Spal per buttarsi alle spalle la brutta sconfitta contro l’Inter. La redazione di Laziopress.it ha rintracciato in esclusiva un grande conoscitore del calcio e nello specifico delle due formazioni: Claudio Onofri. L’analisi di pregi e difetti della Lazio passa da un imperativo: ritrovare i suoi pezzi pregiati, Luis Alberto e Milinkovic-Savic su tutti.

Contro la Spal sarà emergenza centrocampo per Simone Inzaghi, reparto apparso in difficoltà contro l’Inter: quanto pesa l’assenza di Lucas Leiva?


“I problemi a centrocampo la Lazio li ha per l’assenza di Lucas Leiva, ma anche per il rendimento di Luis Alberto e Milinkovic-Savic fino ad ora non all’altezza di quanto visto la scorsa stagione. La Lazio non ha ancora trovato quell’identità che l’aveva contraddistinta l’anno scorso, soprattutto a livello di gioco: è una squadra che si riconosceva, esaltata sì dalle vittorie ma anche dal rendimento di giocatori come Milinkovic e Luis Alberto. Ma non facciamo drammi: l’Inter è una squadra molto forte, che sta trovando una precisa identità di gioco,  e ha dimostrato di essere l’antagonista insieme al Napoli della Juventus nella lotta scudetto. Anche se la squadra di Allegri al momento risulta inarrestabile”.

I problemi di Milinkovic-Savic sono legati soltanto ad un ritardo di condizione per via dell’impegno Mondiale o c’è altro, visti gli sviluppi di mercato di quest’estate?


“Ci sono due questioni: se fosse rimasto alla Lazio solo per una trattativa di mercato non chiusa, non sarebbe sicuramente il giocatore che vale quello che vale. Sono convinto che il problema sia in una condizione fisica non ottimale e in una pressione legata al suo valore, anche di mercato. Il rendimento non è sufficiente rispetto al valore del giocatore, ma bisogna anche aspettarsi in alcune occasioni una flessione. Ma credo che, prima o poi, tornerà quello che conosciamo”.

In casa Lazio c’è stato anche un cambio di gerarchie che sta vedendo coinvolto Luis Alberto. Condivide questa gestione?


“Sì, è passato un bel po’ di tempo e Simone Inzaghi si è reso conto di non avere un Luis Alberto nelle migliori condizioni. Bisogna centellinare il minutaggio dello spagnolo, per permettergli di ritrovare in tranquillità il miglior stato di forma. Era molto importante per il modo di giocare della Lazio: un regista avanzato, che innescava la fase offensiva con Ciro Immobile o con l’inserimento dei centrocampisti. Credo che il giocatore debba accettare questa scelta, sapendo perfettamente che il bene della squadra arrivi prima del suo personale. Mi aspetto anche che non si sia dimenticato le qualità mostrate, nel calcio si attraversano questi periodi”.

Inzaghi chiede una reazione. Le vittorie contro Parma e Marsiglia non lasciavano presagire una prestazione ed una sconfitta come quella vista all’Olimpico contro l’Inter: questo andamento a corrente alternata da cosa può dipendere?


“Da inizio campionato la Lazio non ha avuto un calendario facile, ed è una squadra che ha subito il rendimento scadente di giocatori fondamentali. L’Inter è la prima indiziata, per un mercato estremamente interessante, ad essere l’anti-Juve; ma la squadra di Spalletti lasciava a desiderare sullo sviluppo del gioco. Soprattutto contro Milan e Lazio ha dimostrato di aver colmato questa lacuna. Sono giustificazioni, non alibi, che spiegano la sconfitta. La squadra di Inzaghi in condizioni di 100% avrebbe potuto sicuramente mettere un po’ più a disagio anche una squadra forte come l’Inter”.

Sul banco degli imputati ci sta finendo anche l’allenatore: le sue responsabilità?


Sul modulo, ognuno insiste su quello che gli dà maggiori sicurezze anche dal passato. Poi, credo sia un lasso di tempo minimo per fare delle valutazioni analitiche definitive su questo momento. Ritengo che le scelte corrette, anche nel modulo. E non si può discutere un allenatore dopo 3-4 partite non giocate bene, alternate a grandi vittorie. Inzaghi resta molto valido, non è perfetto e avrà da migliorare. Ma non ha responsabilità”.

La Spal ha il dente avvelenato dopo la pesante sconfitta subita contro il Frosinone. Ma i dati dicono che contro le “big” si rende protagonista di grandi prestazioni: quali sono le insidie di questa partita?

“Saranno insidie importanti. Conosco Semplici e la sua squadra già dalla Serie B: non è passiva, ma si propone molto bene raccogliendosi nella propria metà campo e cercando di ripartire con un contropiede in velocità. La Lazio è una grande squadra, che porterà Semplici ad attuare questo tipo di gioco; quando, invece, deve cercare di vincere la partita come con il Frosinone, ha maggiori problemi rispetto a quando deve difendersi. La società sceglie bene i giocatori, per un allenatore che ha sempre una corretta interpretazione della gara”.

 

 

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, la designazione arbitrale della partita di Coppa Italia

Published

on

 


La gara dei quarti di finale di Coppa Italia Frecciarossa Juventus-Lazio, in programma giovedì 2 febbraio 2023 alle ore 21:00 all’Allianz Stadium di Torino, sarà diretta dal signor Fabio Maresca (sez. Napoli).

Assistenti: Carbone – Preti

IV ufficiale: Feliciani

V.A.R.: Di Paolo

A.V.A.R.: Di Martino 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW