Connect with us

Europa League

Quando Maradona tornò in campo contro la Lazio: “Gazza e Diego, sfida tra numeri 10”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Poteva andarci peggio, vedi Chelsea e Arsenal, ma certamente non è stato un sorteggio felice per la Lazio. Sarà il Siviglia l’avversario dei biancocelesti ai sedicesimi di Europa League. La formazione andalusa ha vinto il suo girone all’ultima giornata, concludendo a 12 punti e con il miglior attacco del torneo (18).

Lazio e Siviglia si sono affrontate una sola volta nella loro storia. Ma non è stata una partita come le altre. Un amichevole dal sapore speciale, di lusso. Era il 10 novembre 1992, al Ramon Pizjuan di Siviglia si festeggia il ritorno in campo del più grande calciatore di tutti i tempi: Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro ha scontato la squalifica per doping di 15 mesi subita nel 1991 quando ancora vestiva la maglia del Napoli.

E’ la Lazio di Zoff e di Gascoigne, non c’è Signori impegnato con la Nazionale. C’è un giovanissimo Simeone nel Siviglia. Significativa la prima pagina del Mundo Deportivo: “Gazza contro Maradona, la sfida tra numeri 10”. E’ l’inglese a rubare la scena nella notte del Diez. Gol da fuoriclasse assoluto: salta quattro avversari in slalom e poi batte Unzuè con un diagonale forte e preciso. Maradona è il primo a congratularsi. La partita termina 1-1, lampi di genio dell’argentino che a fine gara si presenta alla stampa con la maglia biancoceleste. Lazio-Siviglia è la partita di Diego e Paul, in attesa della doppia sfida di febbraio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW