Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Nuovi torti, la Lazio non ci sta e si ribella

Published

on

 


L’arbitraggio di Irrati ha scatenato vecchi sospetti: favoriti alcuni club di «maggiore peso». Nella passata stagione diversi errori clamorosi sono costati la Champions. Lotito, Tare e Inzaghi si sono sfogati: «Se diamo fastidio, basta che ce lo dicano».

Non è timore: è terrore. La Lazio vive con la paura che ricapiti come nella scorsa stagione, quando ha perso la Champions (anche) per una lunga serie di torti arbitrali, alcuni ai limiti del grottesco. Fino a poco fa non aveva avuto la sensazione che potesse capitare di nuovo qualcosa di simile: l’attenzione nei confronti delle decisioni dei direttori di gara – e dei Var – era elevata, però non c’erano stati episodi evidenti per far crescere l’inquietudine nel mondo biancoceleste. Adesso non è più così. La partita contro il Torino ha fatto cadere gli argini, la triade laziale è esplosa tutta assieme, in ogni modo. Inzaghi ha protestato platealmente in campo dopo il rigore fischiato a Belotti, è andato avanti per tutta la partita a contestare Irrati, ha attaccato a fine incontro; Lotito nell’intervallo si è precipitato negli spogliatoi dove ha incrociato l’arbitro, al quale ha (diciamo così) manifestato il suo disappunto; Tare si è fatto addirittura sentire subito da Dubai, dov’è in vacanza. Un’azione non coordinata né studiata, ma clamorosa e rumorosa. Anzi, proprio il fatto che la protesta di allenatore, presidente e d.s. sia stata spontanea, univoca e durissima indica che erano pronti a scatenarsi. Come se si fossero già confrontati sull’argomento: sta succedendo di nuovo, ora basta. Ma qual è l’idea della Lazio su quanto è capitato e potrebbe succedere? L’ambiente teme, anzi pensa, che ci siano società con maggiore peso e con situazioni più complicate, e che ci sia una diffusa preferenza verso di loro per quanto riguarda la conquista del prezioso quarto posto. Preoccupano i continui riferimenti alle difficoltà alle quali andrebbero incontro altri club – non è difficile comprendere quali siano – in caso di mancata qualificazione in Champions. Un pensiero che è affiorato già quando è stato annullato il gol di Acerbi a Bergamo: era in fuorigioco di un niente, è stato giusto cancellarlo, ma perché ai concorrenti non succede lo stesso? L’andamento della partita con il Torino ha dato sostanza – all’interno della Lazio – a questi sospetti. Una frase delle ultime ore è significativa più di ogni altra, l’ha pronunciata Tare: «Se diamo fastidio, basta che ce lo dicano». Fastidio a chi? Fastidio per cosa? Domande che hanno una risposta al proprio interno. Lotito per anni non ha protestato contro gli arbitri. Accadeva quando aveva in mano la federazione: la sua posizione politica gli imponeva un comportamento in sintonia con le istituzioni. Adesso sta riacquistando forza nel palazzo, ma certamente non è più il leader come all’epoca di Tavecchio. Tutt’altro. Così si sente libero di manifestare il proprio dissenso anche in modo eclatante. Non vuole che succeda come nella scorsa stagione, quando la Lazio è stata sbattuta fuori dalla Champions in quel modo. Anche perché ha aumentato i propri investimenti, almeno a livello di ingaggi, e non ha alcuna intenzione di perdere gli introiti della coppa più importante per arbitri, Var e faccende simili.

Corriere della Sera

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Comunicato della Lazio sulle condizioni di Stefan Radu

Published

on

 


Dopo lo stop di Stefan Radu, la società biancoceleste ha pubblicato un comunicato ufficiale sulle condizioni del terzino:

“Lo staff medico della S.S. Lazio comunica che il calciatore Stefan Radu è stato sottoposto in data odierna ad esami clinici e strumentali presso Paideia International Hospital. Gli esami hanno evidenziato una lesione di primo/secondo grado a carico del semimembranoso della coscia sinistra. Il calciatore ha già iniziato le cure specifiche del caso e verrà sottoposto a monitoraggio clinico quotidiano. Ulteriori esami strumentali verranno ripetuti nei prossimi giorni per quantizzare i tempi di recupero.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW