Connect with us

Per Lei Combattiamo

Diaconale: “Con la Juve daremo tutto, peccato per il rosso ad Acerbi. Su Correa e Milinkovic…”

Published

on

 


Ecco le parole di Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, rilasciate ai microfoni di TuttoJuve:

Dal suo punto di vista, a che tipo di partita assisteremo?

“La partita che ci dovremo aspettare sarà molto impegnativa, la Lazio cercherà di onorare questo confronto nel migliore dei modi. Si presenterà con qualche defezione di troppo, ma contro questo avversario che è il migliore d’Italia metterà in campo tutto l’impegno e l’apporto del proprio pubblico. La Juve è favorita, ma è aperta ad ogni tipo di risultato”.

La voglia di rivalsa dei biancocelesti, secondo lei, sarà maggiore visto come si è concluso il match con il Napoli?

“La Lazio, a Napoli, è stata penalizzata dall’espulsione di Acerbi nel momento in cui stava facendo il massimo sforzo per raggiungere il pareggio. Il primo tempo è stato giocato sicuramente sottotono, mentre la ripresa c’era stato un piglio molto positivo da parte della squadra. Si sentirà molto la mancanza di un riferimento come l’ex Sassuolo, ma i ragazzi sono in buona forma e i sostituti, spesso, mettono in campo una determinazione maggiore proprio perché vogliono farsi vedere”.

Mi viene in mente Correa, o magari lo stesso Immobile che è sempre pericoloso. Saranno loro i maggiori pericoli oppure si aspetta qualche altro giocatore?

“Diciamo che una squadra con Immobile, Correa, Luis Alberto e Milinkovic Savic ha le potenzialità per volgere a proprio vantaggio qualsiasi partita. I ragazzi sono già consapevoli di affrontare una delle squadre più in forma ed attrezzate del campionato, ci dovranno mettere un triplo impegno”.

Questa partita, dal tifo biancoceleste, viene vista come un secondo derby?

“No, non c’è mai stata una competizione piuttosto accesa tra le due squadre. La Juve è una squadra prestigiosa che ha tantissimi tifosi a Roma, diventa un derby soltanto per il numero che compone le tifoserie. Non c’è quella ostilità e quel contrasto che c’è nelle sfide con la Roma, oppure tra i giallorossi e gli stessi bianconeri”.

Sarà la prima volta per Ronaldo nell’Olimpico biancoceleste, visto che contro la Roma ha già segnato con le maglie di Manchester Utd e Real Madrid. Come sta giudicando il portoghese? E’ l’avversario più temuto?

“E’ un avversario super temuto, ma la Juventus ha tantissimi giocatori di livello che devono essere tutti temuti. Ronaldo, in questo campionato, ha reso in maniera eccezionale e si è dimostrato un valore aggiunto per questi colori”.

E gliene cito un altro di calciatore, Paulo Dybala: quest’anno sta facendo di tutto, tra poco lo vedremo in difesa o forse in porta.

“Dybala è un campione a tutto tondo, in passato ci ha già fatto penare (sorride ndr) e mi auguro non si ripeta. Sicuramente è un altro calciatore da temere nella giusta misura”.

Come legge la sfida tra Simone Inzaghi e Massimiliano Allegri? Il primo, in passato, è stato accostato alla panchina bianconera per sostituire il secondo che, in realtà, non è mai partito.

“Noi ci teniamo stretti Simone, ce lo stiamo godendo. Allegri è un grandissimo tecnico e lo sta dimostrando in ogni modo possibile, ma anche Inzaghi lo sta dimostrando poco per volta. Ognuno si tiene il proprio allenatore e poi vediamo quel che succederà”.

Che cosa sta succedendo a Milinkovic-Savic?

“Credo che lo vedremo al meglio in questo finale di stagione. Per lui, questo è un campionato un po’ difficile per via delle aspettative e per le voci che lo volevano lontano dalla Lazio. E’ un ragazzo solido e di grande talento, non ho dubbi affinché possa fornire prestazioni convincenti che possano aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo Champions”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Gregucci: “La Juventus ha fatto qualcosina in più della Lazio. Maximiano? Non mi sento di…”

Published

on

 


Intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, l’ex biancoceleste Angelo Gregucci si è espresso in merito alla sfida di Coppa Italia persa dalla Lazio contro la Juventus per 1-0.

Queste le sue parole:

“Per essere competitivi non dobbiamo staccare la spina. L’impatto sulla gara non è stato pessimo, tecnicamente discreto. La Juventus ha fatto qualcosina di più, la Lazio ha avuto difficoltà negli ultimi venti metri: non ha mai riempito l’area, saltato l’avversario o fatto combinazioni interessanti. Una volta la Juve era una squadra che attaccava, oggi ti aspetta, ieri hanno fatto il minimo sindacale per arrivare alla semifinale. Non me la sento di valutare l’errore di Maximiano, ieri mi dava la sensazione di essere un buon portiere, soprattutto dopo la parata su Kostic. L’errore è un peccato perché ora cambierà tutte le valutazioni, poi è normale che il suo errore è stato determinante. Per me, comunque, ha qualità. Sul cross di Kostic non sbaglia la difesa, venivano da un piazzato, c’erano stati due tempi di gioco e quindi non si poteva fare meglio. La Lazio, tra l’altro, è brava a pulire quelle palle dall’area di rigore. Patric lo poteva aiutare. Milinkovic? Era normale farlo rifiatare, gioca sempre 90′, ne aveva necessità. La Juventus tatticamente non ha creato grandi problemi, come la Lazio a loro. La squadra di Sarri poteva creare qualcosa di più dal punto di vista individuale, anche perché secondo me ha più qualità dei bianconeri. Centrocampo? Cataldi è cresciuto tanto, è affidabile, parlaimo di un giocatore di cuore e qualità. In mezzo al campo abbiamo molte soluzioni. Il Mondiale, chiaramente, ha influenzato su Milinkovic e Vecino, ma questo era il grande interrogativo che ci ponevamo dai mesi precedenti alla competizione”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW