Connect with us

Per Lei Combattiamo

ESCLUSIVA | Giacobbe: “Nonostante le assenze dei biancocelesti firmerei per il pari. Preziosi? Una catastrofe”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Una Lazio rimaneggiata con tante assenze domani affronterà il Genoa in un match chiave per la corsa alla Champions League. Dopo la sconfitta contro il Siviglia maturata giovedì scorso in Europa League, la squadra biancoceleste è chiamata a reagire, anche se mancheranno molti giocatori importanti. In esclusiva la redazione di LazioPress.it ha contattato un tifoso genoano illustre, il cantautore ed ex allenatore della Nazionale Cantanti Sandro Giacobbe. Con lui abbiamo affrontato i temi più caldi dei grifoni e parlato delle ambizioni dei biancocelesti.

Che partita ti aspetti domani? Ti piace il Genoa visto dopo la chiusura del mercato ?

Una gara difficile, la Lazio è una delle migliori squadre del campionato. Realisticamente senza Piatek è molto dura. Stiamo parlando di un attaccante completo che al suo primo anno in Italia ha fatto molti gol, prima con noi e adesso lo stiamo ammirando con il Milan. Era molto tempo che non vedevo un giocatore così completo capace di trasformare in gol ogni palla che gli arriva. Anche in difesa non stiamo messi molto bene. Da alcune giornate prendiamo reti evitabili nate da errori dei singoli non di reparto, in questo frangente Prandelli può ben poco. Ritornando ai biancocelesti giocano un calcio strepitoso da anni, sono collaudati. Firmerei per il pareggio”.

Il Genoa nella sessione di mercato invernale è stato protagonista con le cessioni, tra cui anche quella di Romulo. Come te la sei spiegata?

Romulo è un grande giocatore che merita sicuramente una grande squadra come la Lazio, non che il Genoa non lo sia, ma per un atleta è fondamentale giocare per avere degli stimoli forti e sicuramente un conto è giocare per andare in Champions League o per alzare un trofeo e un conto è giocare per vivacchiare a metà classifica. Un discorso che ha fatto anche Piatek nonostante le parole di Preziosi ad Ottobre. Il polacco è un centravanti di tutto rispetto e se è stato chiamato da un grande club come il Milan per sostituire un giocatore come Higuain un motivo ci sarà. Personalmente al presidente non credo più, anni fa gli scrissi una lettera per contestargli il fatto di vendere tutti i giocatori più buoni neanche sei mesi dopo il loro acquisto. Come fanno ancora i tifosi ad abbonarsi? Vai a vedere la tua squadra con determinati attori in scena, il pubblico si affeziona e come per magia questi uomini nelle sessioni di mercato invernali vengono venduti. Non mi pare corretto nei confronti di nessuno. Io un’idea me la sono fatta ma preferisco tenerla per me”.

Da tifoso hai potuto ammirare per una stagione Immobile. Ti aspettavi che a distanza di anni potesse diventare un bomber di fama europea?

Onestamente sì! Non per presunzione, ma si vedeva che il giocatore valeva. Era giovane, ma le qualità si intravedevano. Mai avuto dubbi sulla carriera di Ciro. Molto lo fa anche il gioco della squadra. Alla Lazio ha trovato il mondo perfetto non solo calcistico dove dietro di lui ha un’intera rosa che lo esalta, ma anche a livello personale. Roma è una città meravigliosa che lo tratta come un Re. Così è tutto più semplice, da noi ha avuto conflitti con la tifoseria. Giustamente è considerato come uno dei migliori in circolazione. Se devo fargli un appunto qualche volta gli manca  la freddezza giusta sotto porta per colpire le difese avversarie alla prima palla gol, come fanno i vari Benzema, Aguero e lo stesso Piatek”.

Chi arriva al quarto posto?

E’ una bella domanda (ride, ndr), ci sono tante squadre per un posto solo. La Lazio come dicevo prima è solida il gruppo si conosce a memoria e da fuori mi da l’impressione di uno spogliatoio molto unito. La Roma è una squadra pazza, capace di vincere con tutti ma anche di perdere con tutti. L’Atalanta per livello di gioco meriterebbe la qualificazione, ma bisognerà vedere se quando arriveranno le partite importanti le gambe dei giovani talenti di mister Gasperini resteranno ferme o inizieranno a tremare per l’ansia di raggiungere il risultato. Secondo me alla fine ci andrà il Milan, merito di Gattuso ma anche della società che a gennaio gli ha messo a disposizione due giocatori fondamentali. In tutto questo non dobbiamo scordarci dell’Inter che nonostante non stia vivendo un momento brillantissimo, potrebbe comunque  essere risucchiata nella corsa all’ultimo posto disponibile per la Champions League”.

  

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Primo giorno di scuola, però la Lazio resta con il problema numero 1

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La campanella suonerà alle 8 in punto, anche oggi che è domenica. In clinica Paideia sono in programma le prime visite mediche per iniziare la nuova stagione e si svolgeranno tra oggi e domani. Stamattina arriveranno Radu, Zaccagni e qualche giocatore della Primavera, che poi si aggregherà in prima squadra. Ad aver già svolto le visite sono stati mister Sarri, Cataldi, Marcos Antonio, Cancellieri e Acerbi, che le ha svolte in Nazionale.

I giocatori stanno rientrando a Roma, tra loro c’è anche Luis Alberto che però non è sicuro di rimanere: la pista che porta a Siviglia è calda e, pur di riportarlo in patria, il club andaluso ha messo sul piatto Oliver Torres + 13 milioni. La Lazio spera di ricavarne di più perché il 30% andrà nelle casse del Liverpool e i soldi rimanenti servono a prendere Ilic e Casale dal Verona. Nella trattativa per il difensore potrebbe rientrare anche Raul Moro.

13 milioni sono stati offerti anche per Vicario, che quindi dovrebbe essere il sostituto di Strakosha. Come vice potrebbe esserci Sirigu, ma Sarri apprezza anche Terracciano.

Lo riporta l’edizione romana de Il Corriere della Sera.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW