Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Mauri: «Lazio, in caso di sconfitta Champions difficile. Punto tutto su Immobile»

Published

on

 


L’ex capitano: «Quarto posto possibile, Ciro domani si sblocca».

Per i tifosi della Lazio, Stefano Mauri sarà per sempre l’uomo che per primo, il 26 maggio 2013, ha toccato la Coppa Italia vinta contro la Roma. Quel derby lo decise Lulic; Mauri, invece, ha segnato tre volte e, quando è successo, la Lazio non ha mai perso. «Non gioco più, ma è una partita che sento ancora mia – dice – Ho giocato 10 anni nella Lazio, dal 2006 vivo a Roma, inevitabile che la senta ancora». Quest’anno la sfida di ritorno arriva presto: la Lazio, poi, martedì scorso ha avuto la semifinale di andata di Coppa Italia contro il Milan, e la Roma mercoledì giocherà una gara decisiva in Champions.

Possibili distrazioni?
«La tensione del derby è impossibile che venga limitata dagli impegni nelle coppe. Anzi, quest’anno conta anche tanto, visto che è uno scontro diretto».

Dove lo vedrà?
«In tribuna. Quando sono a Roma, vado sempre. Ai gol non mi alzo sulla sedia: non lo facevo neanche da calciatore, ma esulto come fa ogni tifoso laziale».

C’è mai stata la possibilità di andare a vedere un derby in curva Nord? «Due volte ero stato a un passo dall’andare, i tifosi mi avevano invitato e avevo accettato, ma in entrambe le occasioni poi non mi sono trovato a Roma per la partita. In futuro, però, perché no?».

Chi ci arriva meglio?
«Non conta niente chi ci arriva meglio. Le due squadre stanno attraversando un periodo di alti e bassi, ma nel derby non esistono logiche. È una partita che non c’entra assolutamente niente con il resto della stagione».

Come viveva i giorni di vigilia?
«Nei giorni che precedono la partita bisogna stemperare la tensione, che in città è altissima. Prima della partita, invece, portavo la squadra a fare una parte del riscaldamento sotto la curva per far capire ai compagni cosa si aspettano i tifosi da una partita del genere».

Domanda troppo facile: l’emozione indelebile?
«Il derby vinto il 26 maggio rimarrà nella storia per sempre. Sarà difficilissimo che ricapiti un’occasione simile. Una partita unica, fortunatamente l’abbiamo portata a casa noi».

Ha sentito qualche ex compagno in questi giorni?
«Ho rapporti con tanti di loro, ma nella settimana prima del derby non si chiama nessuno. Quand’ero nello spogliatoio, mi dava fastidio ricevere telefonate, perché capivo l’importanza della gara. Ho preferito lasciarli tranquilli, li sentirò da domenica».

Da laziale, ha segnato tre gol alla Roma: il più bello?
«Detto che già l’emozione del gol è particolare e che segnare in un derby sotto i tuoi tifosi è straordinario, scelgo quello in contropiede su assist di Felipe Anderson a gennaio del 2015, anche se finì 2-2».

Ma le piacerebbe rigiocare un derby?
«Certo che mi piacerebbe, ma ormai so’ vecchio. Preferisco lasciare spazio agli altri, altrimenti si rischia di perdere».

Chi può essere l’uomo chiave per la Lazio?
«Sarei contento di riveder segnare Ciro Immobile. Si sta parlando molto del fatto che non segna, che non sta bene, che non è in forma. Questa è la partita giusta per tornare a segnare e per aiutare la Lazio a raggiungere la Champions».

A proposito di Champions: la Lazio può farcela a entrare nelle prime quattro?
«Vedo l’Inter favorita per il terzo posto. La Lazio si gioca il quarto con Milan e Roma. Questa partita conta più per noi: in caso di sconfitta, il distacco da Roma e Milan diventerebbe incolmabile, anche perché le squadre da inseguire sarebbero due. Per la Roma, una sconfitta non sarebbe così pesante così come lo sarebbe per la Lazio».

Con un pareggio, però, forse rimarrebbero in corsa entrambe…
«Ma come si fa a giocare un derby per il pareggio?».

Corriere della Sera/Marco Calabresi

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, i convocati di Sarri: la scelta su Pellegrini

Published

on

 


Questa sera all’Allianz Stadium Juventus e Lazio si affronteranno per l’ultimo quarto di finale di Coppa Italia, con la vincente del match odierno che affronterà l’Inter di Simone Inzaghi in semifinale. Attraverso i propri canali social, la Lazio ha reso nota la lista dei convocati per il match con i bianconeri: anche il nuovo acquisto Pellegrini è subito disponibile.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW