Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Da Crotone al Derby, dall’inferno al paradiso: “Amami o faccio un Caicedo”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

E’ il 39′ del primo tempo di un Crotone-Lazio, penultima giornata del campionato 2017/18 di Serie A. I biancocelesti sono ad un passo dalla qualificazione alla Champions League. Alla squadra di Inzaghi basterebbe uscire vittoriosa dallo Scida contro una formazione in piena lotta retrocessione per gridare di gioia e tornare nella massima competizione europea dopo tanto tempo. Un quadro idilliaco, favorevole. Una partita apparentemente semplice per una squadra che al 13 maggio aveva 72 punti e il miglior attacco della Serie A. Ma quando si parla di Lazio, la storia non è mai semplice.

L’INFERNO

La Lazio si trova sul 1-1: al rigore procurato e realizzato da Lulic, aveva replicato Simic. I biancocelesti fino a quel momento hanno creato diverse occasioni, ma mai pungenti. A 6 minuti dalla fine del primo tempo, Felipe Anderson pesca magicamente Felipe Caicedo che si porta il pallone davanti alla porta e invece di scaricare un sinistro potente o un colpo da biliardo all’angolino, prova l’improbabile pallonetto che finisce tra le mani del portiere. Un errore fatale, con l’ecuadoriano che verrà additato come uno dei maggiori colpevoli per la mancata qualificazione della Lazio alla Champions League di quest’anno. Insulti, prese in giro, fischi. Caicedo da quel momento diviene il bersaglio preferito per aver mancato un’occasione ghiotta, che avrebbe portato la Lazio in vantaggio e quindi giocato il big match contro l’Inter (poi perso) con la qualificazione in tasca.

IL PARADISO

Nella vita reale non tutte le storie vanno a lieto fine. Nel calcio – “la cosa più importante tra le cose meno importanti” – a volte succede. Caicedo ha lavorato sempre in silenzio, prima e dopo quel fatale errore sotto porta, dove è mancata la cattiveria, la lucidità, la precisione. Non ha mai lamentato il suo scarso impiego, ha proseguito nel suo percorso ed è entrato umilmente nei cardini di gioco di Mister Inzaghi. Sia come titolare, sia come “spalla” di Ciro Immobile, che ieri, nel post partita, lo ha incensato con bellissime parole. Ed ecco allora che l’occasione per tornare tra le grazie dei tifosi biancocelesti, si presenta in una delle partite più importanti della stagione, il derby  di Roma.

E’ il 12′ del primo tempo, la Lazio ha subito mostrato di voler fare la gara e spinge forte con un pressing asfissiante e ripartenze veloci. Ed è proprio grazie ad una di queste, che succede qualcosa di inaspettato: Correa con un filtrante manda in porta Felipe, sembra una fotocopia dell’azione di Crotone. Chissà se davanti agli occhi del gigante colombiano non siano ritornate quelle immagini, la tensione della sfida a singolar tenzone con l’ultimo baluardo della difesa avversaria, in questa occasione, il portiere romanista Olsen. Ma stavolta nessun pallonetto, né tantomeno un tiro potente all’angolino. La freddezza c’è, anche con migliaia di occhi giallorossi che ti puntano e cercano di farti sbagliare. Caicedo supera il portiere e insacca il pallone nella rete, sotto la Curva Sud. Apoteosi Lazio, Felipe sulle ali di Olimpia corre verso la Tribuna Tevere e in un ricongiungimento astrale, entra nel cuore dei laziali.

Spero che i tifosi mi ricorderanno per questo gol nel derby e non per l’errore di Crotone” ha detto ai microfoni nel post partita. Quale errore?

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio-Verona, ecco la designazione arbitrale

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Lazio-Verona sarà uno dei primi anticipi dell’ultima giornata di Serie A e si giocherà sabato sera alle 20.45. Ad arbitrare la gara sarà Colombo, coadiuvato da Palermo e Bercigli. Il quarto uomo sarà Volpi e al Var e all’Avar ci saranno rispettivamente Dionisi e Serra.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW