Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Leggo | Allarme Orsi: “Inzaghi, basta turnover la Lazio non ne ha bisogno”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

L’ex portiere in squadra nell’ultima vittoria in A a Milano.

L’ultima vittoria è datata 3 settembre del 1989. Da allora la Lazio non è più riuscita a vincere a San Siro contro il Milan in campionato. Una vera impresa quella dell’allora tecnico Materazzi, tra i protagonisti c’era anche Fernando Orsi, secondo di Valerio Fiori: “Andammo con una squadra molto abbottonata con una piramide davanti alla porta. L’azione del gol non era offensiva, ma sul rilancio lungo del portiere Maldini nel tentativo di darla a Galli lo beffò con un pallonetto. A fine gara eravamo increduli e consapevoli di aver fatto un piccolo “furtarello”, lo posso dire tanto dopo 30 anni è andato in prescrizione…(ride, ndr)”. Un’impresa che la Lazio di Inzaghi dovrà provare ad emulare per continuare a covare il sogno Champions: “Con il pareggio potresti avere delle speranze visto che devi recuperare la gara contro l’Udinese ma se perdi hai troppe squadre davanti e per sperare di arrivare quarto dovrebbero fallire in troppi, un’impresa”. Sfida difficile ma Orsi crede nella Lazio: “E’ arrivato il momento di infrangere anche questo tabù. Se ha vinto contro l’Inter può battere anche il Milan ma non sarà facile anche perchè loro hanno Piatek che segna sempre”. L’ex portiere biancoceleste ha un consiglio per Inzaghi: “La squadra deve cambiare atteggiamento rispetto alle ultime gare, Simone invece la formazione: sa bene che ha commesso qualche errore e adesso con i migliori in campo può espugnare San Siro”. Lazio che da un paio di anni a questa parte sul più bello si perde, guai a fare paragoni con il pareggio dello scorso anno a Crotone che compromise l’ingresso in Champions: “In queste due gare Inzaghi aveva l’intera rosa a disposizione cosa che non era accaduta a Crotone quando dovette fare di necessità virtù. Con i titolari quella gara i biancocelesti avrebbero vinto. Ero certo che con le vittorie contro Roma ed Inter la squadra avesse superato l’ostacolo della personalità invece è più una questione di uomini: se fa troppo turnover paghi dazio anche contro formazioni tipo Sassuolo o Spal, diventi una squadra normale”. Chiusura dedicata alla corsa per il quarto posto: “Mi sembra una corsa al “ciapa no” dove tutte aspettano le altre. Dico solo occhio all’Atalanta che gioca bene e fisicamente sta al top. Domenica la Roma non se la porta da casa con l’Udinese che ha bisogno di punti e con Tudor si è ritrovata soprattutto a livello di motivazioni”.

Leggo/Enrico Sarzanini

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Leao all’Allianz Stadium: l’incontro speciale con Cabral – FOTO

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Con il pareggio ottenuto contro la Juventus (2-2), la Lazio ha raggiunto la qualificazione matematica in Europa. All’Allianz Stadium non sono mancati gli ospiti ad assistere alla partita, tra cui anche Rafael Leao, calciatore del Milan. Uno dei motivi della visita dell’attaccante rossonero è stato Jovane Cabral. I due infatti sono molto amici e hanno testimoniato l’incontro di ieri con una stories su Instagram: “Insieme come sempre fratello”. Di seguito la foto pubblicata sul social.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW