Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Milinkovic-Savic: “Non finirà come l’anno scorso. Faremo di tutto per prenderci il quarto posto”

chiaradelbuono23@gmail.com'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Prossimo impegno per la Lazio di Inzaghi sarà a San Siro contro il Milan di Gattuso. Il match si disputerà domani alle 20:30 e sarà visibile sulla piattaforma DAZN. Dopo una settimana dall’1-0 contro l’Inter, la Lazio torna a Milano per sfidare i rossoneri in una partita fondamentale per continuare o no la corsa Champions. Ultimo gol in campionato proprio contro i nerazzurri, Milinkovic-Savic cerca nuovamente il gol impresa. In una lunga intervista disponibile sui canali di DAZN, il serbo si racconta, fra miti e altre passioni.

Fabio Capello l’ha definito l’Ibrahimovic del centrocampo. Secondo Sergej infatti:

A me piace tanto Ibrahimovic, sia come giocatore che come persona, quindi questa definizione mi piace molto: forse ci assomigliamo per la struttura fisica, per la tecnica. E poi in area salto come lui. Lui ha mescolato il taekwondo al calcio, io invece dal basket ho preso in prestito lo stacco, il momento in cui saltare per andare a prendere la palla nel gioco aereo”.

Grande punto di riferimento nella formazione di mister Inzaghi è il quintetto offensivo composto dal numero 21, Leiva, Luis Alberto, Correa e Immobile. per Milinkovic infatti:

“In fase offensiva è importante solo una cosa, fare gol: Leiva ovviamente è il playmaker, io e Luis mezzali mentre il Tucu (Correa) va un po’ dove vuole, tra le linee. Ciro (Immobile) sta alto, a lui si chiede di dare sempre profondità alla squadra, giochiamo tanto su di lui.
L’azione del gol contro l’Inter, ad esempio, è iniziata da dietro, a destra. Dopo qualche passaggio ho cambiato il gioco a sinistra per Luis: ha fatto la finta che fa sempre a rientrare, visto che lo conosco molto bene sapevo dove l’avrebbe messa e mi sono trovato al posto giusto. Ecco, quello è “il momento” che ho imparato a sentire grazie al basket.
Nelle due partite dopo la vittoria a San Siro non abbiamo giocato come volevamo, però daremo tutto per arrivare al quarto posto. L’anno scorso abbiamo vinto la Supercoppa, abbiamo giocato e vinto tante gare, ma abbiamo sbagliato l’ultima partita: quest’anno dobbiamo chiudere prima, non possiamo aspettare l’ultima occasione“.

Lazio-Cagliari è stata la prima partita in cui questo quintetto è partito titolare:

Match fondamentale per me perché ho segnato dopo tanto tempo. Mi mancava il gol, in quel momento mi sono lasciato dietro tante pressioni, avevano già iniziato a dire che segnavo poco… ma il motivo è anche che quest’anno gioco un po’ più arretrato: per me non è importante segnare, ma dare sempre il massimo per far vincere la squadra. Il mio problema è che leggo tanto, ho passato un periodo veramente brutto, però avevo dalla mia parte i compagni, gli amici, la famiglia“.

Infine il serbo parla dell’estate 2018, segnata dalle tante voci di mercato che lo davano lontano da Roma:

Ho letto quello che è uscito negli ultimi giorni, ma sapevo che sarei rimasto ed ero già concentrato sulla stagione con la Lazio. Adesso invece sono concentrato sulla Coppa Italia e sul campionato, per portare la Lazio all’obiettivo che inseguiamo da tanti anni“.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, Locatelli all’intervallo: “Felice e onorato di aver giocato con Chiellini e Dybala”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Alla fine del primo tempo di JuventusLazio, il giocatore bianconero Manuel Locatelli è intervenuto ai microfoni di DAZN: “L’intensità che ci mettiamo, noi siamo la Juve e giochiamo in casa. Dobbiamo abituarci a vincere. Questa è la mentalità che ho visto quando sono arrivato. Con Giorgio sono molto emozionato perchè lui è una grande persona e un grande campione. Mi mancherà tanto, mancherà a tutti. E anche Paolo, è un grandissimo ragazzo. Sono felice e onorato di aver giocato con loro”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW