Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | L’affare Caicedo: cinque gol per poco più di due milioni

Published

on

 


Altro che centravanti di scorta, la Lazio ha scoperto un bomber.

Paolo Dybala potrebbe lasciare la Juventus a fine stagione per una cifra di almeno ottanta milioni, forse cento: in campionato ha segnato cinque gol. Gli stessi di Suso, che ha una clausola rescissoria da quaranta milioni che il Milan ritiene troppo bassa. Patrik Schick, l’uomo da quarantadue milioni, preziosissimo attaccante di riserva della Roma, ha fatto peggio: tre reti. Poi c’è lui, Felipe Caicedo, trent’anni suonati, centravanti di scorta della Lazio, ecuadoriano: è costato poco più di due milioni di euro e mercoledì, contro, l’Udinese ha realizzato il suo quinto gol in questa serie A. Il sudamericano è diventato un attaccante affidabile e continuo, il miglior laziale per numero di reti dopo Ciro Immobile ora che ha staccato anche Sergej Milinkovic-Savic, altro gioiello da mercato internazionale, e Senad Lulic. E non va sottovalutata la sua media realizzativa, perché Felipe i suoi cinque gol li ha segnati in 1.155 minuti: uno ogni 231. Niente di straordinario ma Dybala, per esempio, ha ottenuto lo stesso bottino in 2.002 minuti e Schick è rimasto in campo 1.340 minuti. Nel 2019, in serie A, l’ecuadoriano ha avuto la stessa efficacia di Immobile: hanno segnato infatti quattro gol a testa. Caicedo ha stupito tutti. Anche coloro che oggi ne decantano le lodi, quasi risentiti perché era stato criticato e messo in discussione. Simone Inzaghi, in estate, si aspettava che la Lazio lo sostituisse prendendo una riserva di Immobile migliore di lui. Una speranza comprensibile: se si vuole far crescere la squadra, è legittimo ipotizzare una sostituzione del genere nell’organico. Però il presidente Lotito, che ama monetizzare, ha chiesto cifre esorbitanti ai due club spagnoli che si sono fatti avanti per Caicedo, cioè Betis Siviglia e Valladolid: otto milioni, quasi quattro volte quanto lo aveva pagato dodici mesi prima, prendendolo dall’Espanyol. Ovviamente, di fronte a una richiesta del genere, gli spagnoli sono scappati, così come ha fatto a gennaio il Galatasaray. E la Lazio si è tenuta Felipe. Di Caicedo, all’interno dello spogliatoio laziale, piacciono molte qualità: la sua disponibilità a svolgere il lavoro sporco e a viaggiare tra campo e panchina senza pretese; la sua intelligenza tattica; la sua professionalità. Quando è arrivato a Roma ha firmato un contratto di tre anni; stavolta, alla fine della stagione, potrebbe davvero essere ceduto ma lui non ci pensa, anche perché in città la sua famiglia si è ambientata benissimo. Vuole rimanere e adesso, contando i gol, magari anche la Lazio comincia a pensare che sia utile tenerlo nel gruppo.

Corriere della Sera/Stefano Agresti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, ecco il primo gol di Casale in maglia biancoceleste

Published

on

 


Dopo un’ottima prima parte della stagione, ecco che Nicolò Casale mette a segno la sua prima rete in maglia biancoceleste. L’ex Verona, infatti, ha segnato la rete del vantaggio contro la Fiorentina all’8’ minuto del primo tempo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW