Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Ciro d’Italia su Caicedo

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Ora Inzaghi si aggrappa a lui per far diventare realtà quel sogno Champions che fino a qualche giorno fa sembrava essere scivolato via ancora una volta. Scappato per mancanza di cinismo. Felipe Caicedo l’uomo della provvidenza. Dal gol divorato a Crotone quasi un anno fa a quello di mercoledì all’Olimpico sembra passata un’eternità. Braccia spalancate sotto quella curva Nord a cui è entrato nel cuore dopo il graffio nel derby contro la Roma il 2 marzo scorso. Non è certo l’attaccante che accende i sogni o fa impazzire i bambini ma è la giusta spalla che ti risolleva nel momento del bisogno.

PUNTI PESANTI
Felipe di piacervi. L’abbraccio con Immobile vale più di mille parole e dei 16 mila like dei tifosi laziali. Nel momento in cui Ciro fatica a trovare la porta i due si scambiano i ruoli. Segna Caicedo su assist di Immobile. Quindici dei cinquantadue punti della Lazio li ha portati proprio l’attaccante ecuadoriano. Cinque gol e altrettante vittorie. In due occasioni, contro Frosinone ed Empoli, è stato decisivo. Uno a zero e tutti a casa. Basti pensare che il romanista Dzeko nei suoi quattro anni in giallorossi ci è riuscito solo 4 volte. Caicedo ha griffato 5 reti e dopo Immobile (14 gol) è il secondo marcatore della Lazio. Non ruba l’occhio. Anzi magari strappa qualche commento negativo. E’ un giocatore fisico, dotato tecnicamente con un bisogno assurdo di fiducia. Fiducia che ogni volta che gli viene concessa lui ripaga con un gol e con qualche giocata. E’ l’uomo che serviva alla Lazio in questo momento. Alla squadra di Inzaghi serviva una vittoria sporca per ritrovare sorriso e convinzione. Servivano i tre punti per non mollare mai. E poco importa se davanti ci sono le “corazzate” del nord. La Lazio vuole e deve crederci. Proprio come Caicedo. Sbagliato indicarlo come il nuovo Immobile o immaginare possa fare le stesse cose. L’ecuadoriano ha caratteristiche diverse. E’ una prima punta pesante capace di duettare. Un’ottima spalla come detto. Sbagliato chi pensa che con lui la squadra giochi peggio. Anzi. E’ l’unico in grado di tenerla alta e di farla salire. Sbraccia, sgomita e con i piedi sa giocare bene. Certo non è il bomber da 20 gol a stagione ma in questo momento servono tutti. Un gol vale uno da qualsiasi piede arrivi. E Caicedo ora ci ha preso gusto. Ci riproverà anche sabato contro il Chievo.

BISOGNO DI RIPOSO
Domani Inzaghi farà turnover. In tanti hanno bisogno di riposare a cominciare da Lulic. Non è un mistero che nelle ultime gare sia durato 70 minuti. Un moto perpetuo che ha bisogno di un turno di stop. Anche perché sulla carta i gialloblù, già retrocessi, sono l’avversario più semplice. E non va dimenticato che la prossima settimana ci sarà la semifinale di ritorno di Coppa Italia e la sfida contro la Sampdoria in campionato. Non solo lui perché anche Milinkovic potrebbe riposare visto che in mediana tornerà Luis Alberto dalla squalifica e Parolo ha riposato parecchio nell’ultimo mese. Discorso a parte per Immobile. Anche Ciro è stremato ma a lui basterebbe ritrovare il gol per ricaricare immediatamente anche le pile del fisico. Inzaghi da ex attaccante lo sa e per questo non lo farà riposare. D’altronde con Caicedo come per Ciro non sarà difficile tornare Felipe.

ilmessaggero.it

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

La Repubblica| Proseguono i discorsi per la riqualificazione dello stadio Flaminio tra Lotito e il Comune

edo9923@hotmail.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Lotito vuole riqualificare lo stadio Flaminio abbandonato da più di 10 anni, così da renderlo la nuova casa della Lazio. Nelle ultime settimane il presidente del club biancoceleste si era mosso in questa direzione, le riunioni fatte tra la fine di luglio e l’inizio di agosto alla fine hanno prodotto un primo documento. Una comunicazione indirizzata a Patrizia Delvecchio, dirigente del dipartimento Sport, in cui il club chiede ufficialmente copia della documentazione sul catino disegnato dai Nervi, padre e figlio, per le Olimpiadi del 1960. La risposta del Comune, dovrebbe arrivare entro la fine di agosto. A quel punto sarà Lotito che dovrà presentare un progetto (o almeno una bozza). In ballo c’è sempre la proposta avanzata da Cassa depositi e prestiti in collaborazione con l’Istituto per il credito sportivo. I tempi sono stretti e se, dopo questo primo scambio di note formali, non dovesse arrivare un secondo segnale concreto da parte della Lazio, il Campidoglio avvierebbe l’iter con Cdp. Il primo incontro tra Claudio Lotito e il sindaco Roberto Gualtieri è andato in scena a fine giugno a palazzo Senatorio. In quell’occasione, al termine del faccia a faccia (riservatissimo) alla presenza dell’assessore allo Sport, Alessandro Onorato, e del capo di gabinetto Albino Ruberti, le parti si erano lasciate con l’ultimatum del Campidoglio. Un invito ad agire subito, che la Lazio fin qui pare aver quindi rispettato. Quando arriverà la risposta del Comune, il club analizzerà la documentazione sullo stadio. I primi colloqui, più che informali, con la Soprintendenza,  avrebbero prodotto un’apertura sul superamento di parte dei vincoli che fino a questo momento hanno bloccato la riqualificazione dell’impianto. Gli stessi che hanno convinto la Roma ad allontanarsi dall’idea Flaminio, alcuni di questi possono essere risolti con la famiglia Nervi. Per altri bisognerà mettersi al tavolo con il Campidoglio, ma solo dopo aver presentato un progetto. Lotito ha già speso decine di migliaia di euro in analisi preliminari. Ha visto il sindaco e i membri della sua giunta e ha scritto una nota ufficiale al Comune. Ora manca l’ultimo step.

La Repubblica

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW