Connect with us

 

Esclusiva

ESCLUSIVA | Roberto Romanella Pres. Municipio VI : “Onorato che abbiano scelto Ponte di Nona per il murales. L’imbrattamento? I soliti cretini”

luca.stoduto@gmail.com'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Alla Lazio manca solo una partita per alzare al cielo la sua settima Coppa Italia. La Lega di Serie A per omaggiare le finaliste Lazio e Atalanta, ha dato l’incarico all’artista Jorit Agoch di rappresentarle su dei murales realizzati sulle facciate di edifici. Quello capitolino è stata scelto come location, di dipingerlo nella periferia est e precisamente Ponte di Nona. Oggi ai microfoni di LazioPress.it è intervenuto in esclusiva il Presidente del Municipio VI Roberto Romanella.

  • Come ha preso la notizia che a Ponte di Nona venisse realizzato  questo murales?                                                                                         “Innanzitutto il fatto che il Municipio fosse all’attenzione della Lega Calcio mi fa assolutamente piacere. Inoltre mi fa ancora più piacere il fatto che sia stata accetta la nostra indicazione di farlo in un quartiere un po’ sfortunato come Ponte di Nona. Un quartiere che ha bisogno di una particolare attenzione per tirarsi un po’ su da quel degrado in cui è precipitato negli ultimi anni.”
  • I cittadini di Ponte di Nona come hanno reagito una volta apparsa l’immagine del calciatore biacoceleste?                                        “Diciamo che stamattina c’è stato qualche spiritosone che l’ha imbrattato notte-tempo, anche se poi è stato prontamente ripulito. Però posso dire che il sentimento comune è stato quello di una certa contentezza perché finalmente si comincia a vedere un po’ d’attenzione al quartiere. Un quartiere in cui tra l’altro stiamo mettendo in piedi diverse iniziative per lo sport. Quindi da quello che so l’atteggiamento è positivo. La gente passa lì sotto e fotografa. E in più domani mattina staremo li sotto a dare una pulita, togliendo erbacce, plastica, bottiglie e lattine. Tutto questo perché volgiamo rendere il tutto più presentabile siccome stanno venendo da ogni dove ad ammirare il murales.”
  • Perché è stata scelta proprio la zona di Ponte di Nona?                                                                                                                                            “Su Ponte di Nona stiamo mettendo insieme un progetto che si chiama “Ponte di Nona, quartiere dello sport”. Questo perché vogliamo, attraverso lo sport, attivare una riqualificazione e una crescita culturale del degrado di cui prima parlavo. Questo progetto prevede la partecipazione della Lega a cui stiamo chiedendo alcuni finanziamenti perché abbiamo dei campetti abbandonati che vorremmo risistemare e recuperare. I campi di calcio e calcetto stiamo cercando di recuperarli attraverso molte collaborazioni.”
  • Chi ha deciso l’immagine da raffigurare?                                                                                                                                                                                 “L’immagine è stata una proposta della Lega Calcio, anche perché io sono un po’ agnostico verso il calcio. Quindi c’è stata questa proposta da parte della Lega nell’ambito di questa finale di Coppa Italia. In più grazie anche al mio Assessore Alessandro Gisonda, a cui devo il grosso del mio lavoro, abbiamo pensato di fare un’altra facciata con un’immagine che si riferisca alla Roma. Inoltre vorremmo realizzare altre immagine dedicate ai grandi campioni dello sport.”
  • In merito ai fatti accaduti circa l’atto vandalico che è stato eseguito ai danni del murales, lei che ne pensa?                                      “Sintetizzando mi viene da dire che la madre dei cretini è sempre incinta. Qui stiamo celebrando un campione e il fatto che indossi una maglia piuttosto che un’altra non ha nulla a che vedere, perciò questo è veramente un gesto gratuito. Capisco che c’è una rivalità ma io sono ancora fermo ai tempi in cui al massimo allo stadio ci si rubava la bandiera e poi oggi è diventato quel che è diventato. Ormai il calcio è un ambito di scontro politico o altro ed è per questo che sono diventato agnostico. Perché alla fine lo sport è sempre lo sport, perciò se uno è più bravo di te come si dice a Roma ce devi stà. Per cui trovo questo gesto condannabile, assurdo e piuttosto cretino. Vorrei ringraziare gli Assessorati Centrali di Roma Capitale quindi Daniele Frongia per come sta seguendo tutto e per come ci sta aiutando.”

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Addio Strakosha, il fratello Dimitri: “Tutta la famiglia ricorderà per sempre questi anni, la Lazio avrà sempre un posto nel cuore di Thomas”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 La Lazio chiude la stagione con un 3-3 maturato contro il Verona. Una gara che sa di addio per alcuni giocatori, tra cui il portiere Thomas Strakosha. Al termine della sfida, la redazione di LazioPress.it ha raccolto le parole del fratello Dimitri, che ha commentato così il saluto dell’estremo difensore albanese:

“È stato molto emozionante quest’ultima partita. La Lazio avrà sempre un posto speciale nel suo cuore per questi 10 anni. Ricorderà tutto perché i tifosi e il club sono stati molto buoni con lui. Ha solo bei ricordi e non dimenticherà. Lui è un tifoso della Lazio, sempre, così come me è tutta la famiglia. Ricorderemo per sempre questi 10 anni.” 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW