Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

La Repubblica | Il ritorno di Radu, Cagliari con Caicedo

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Uno è tornato in gruppo, l’altro ha ricominciato a parte. Poi c’è il terzo, assente ma che non preoccupa. Radu, Milinkovic e Immobile: protagonisti diversi di una Lazio che vuole e deve ripartire. Per dimenticare l’Atalanta di campionato e presentarsi al meglio contro quella di Coppa Italia. Prima però c’è Cagliari, trasferta insidiosa dove cercare di non delegare il traguardo europeo alla sola finale del 15 maggio. Sabato alla Sardegna Arena (ore 18, Sky), Simone Inzaghi conta di recuperare Stefan Radu: il difensore romeno è tornato ad allenarsi con la squadra, dopo aver saltato le ultime tre partite (semifinale con il Milan compresa) per il problema alla caviglia. Ha bisogno di continuità, nell’ultimo mese ha giocato una sola partita per intero (contro il Sassuolo). Ora può riprendersi il posto sul centro-sinistra, spostando magari Bastos nel suo ruolo naturale sulla destra. Chi vuole rientrare almeno tra i convocati è Sergej Milinkovic: il centrocampista serbo ha svolto lavoro differenziato, il primo approccio sul campo dopo l’infortunio di San Siro. La proiezione per la finale di Coppa lo vede al momento in corsa per partire dalla panchina. Ieri non si è visto invece Immobile: Ciro è affaticato e, arrivati al rush finale, anche lui ha bisogno di essere gestito. È sempre più in rampa di lancio per Cagliari Felipe Caicedo: l’ecuadoriano è stato sostituito domenica mentre era il migliore in campo, ha sete di riscatto. E se le reti sono dalla sua parte (negli ultimi due mesi è il laziale che ha segnato di più), la media gol/tiri lo elegge addirittura tra i migliori cinque attaccanti del campionato: la percentuale realizzativa è del 28% (8 centri su 29 conclusioni), alla pari di Zapata e dietro solamente a Kean, Gervinho, Mandzukic e Defrel. La bagarre tra lui, Immobile e Correa per le due maglie da titolare contro Cagliari e soprattutto Atalanta è più che mai aperta. È scattata nel frattempo la vendita libera per i biglietti della finale: superate le 25mila presenze laziali, per un totale di circa 43mila spettatori già sicuri. I tifosi stranieri residenti all’estero non potranno acquistare i tagliandi: l’ha disposto il Prefetto, insieme al divieto di vendere e trasportare bottiglie e contenitori in vetro nelle aree adiacenti allo stadio Olimpico.

La Repubblica

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, Locatelli all’intervallo: “Felice e onorato di aver giocato con Chiellini e Dybala”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Alla fine del primo tempo di JuventusLazio, il giocatore bianconero Manuel Locatelli è intervenuto ai microfoni di DAZN: “L’intensità che ci mettiamo, noi siamo la Juve e giochiamo in casa. Dobbiamo abituarci a vincere. Questa è la mentalità che ho visto quando sono arrivato. Con Giorgio sono molto emozionato perchè lui è una grande persona e un grande campione. Mi mancherà tanto, mancherà a tutti. E anche Paolo, è un grandissimo ragazzo. Sono felice e onorato di aver giocato con loro”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW