Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Cribari: “Al derby non puoi permetterti di aspettare. Sarà una Lazio molto agguerrita”

Published

on

 


In un inizio di campionato insolito, la Serie A propone alla seconda giornata il derby della capitale obbligando i vacanzieri di settembre a ritardare la partenza e gli amanti delle domeniche al mare a rinunciare a qualche ora di sole. Lazio e Roma tornano ad affrontarsi dopo un’ estate intensa, tra addii forzati e desideri di riprendere da dove ci si è interrotti lo scorso anno. Per presentare la sfida, è intervenuto ai microfoni di LazioPress.it Emílson Cribari, ex difensore biancoceleste che ha disputato molte stracittadine il quale, dopo aver parlato del match di domenica, ci ha svelato un ricordo legato al suo primo derby.

La Lazio ha esordito in campionato con un netto 3-0 ai danni della Sampdoria. Quanto può influire la prestazione del Ferraris sul derby di domenica?

“La vittoria con la Sampdoria è stata importantissima, ma il derby è una partita molto particolare, è un campionato dentro il campionato. Anche quando giocavo io delle volte arrivavamo al derby in forma smagliante dopo una serie di vittorie e poi non riuscivamo a fare risultato oppure eravamo reduci da una sconfitta e abbiamo vinto nettamente. Il derby ha una sua motivazione, una carica agonistica che proviene da tutto l’ambiente, dai tifosi, da ogni giocatore e da tutto il gruppo. Non conta arrivare da una vittoria o da una sconfitta. Il derby è un caso a parte”.

Il calendario ha stabilito un derby anomalo alla seconda giornata. Sarà già una partita fondamentale per il proseguo della stagione o arriva troppo presto?

“Il derby è sempre fondamentale indipendentemente dal fatto che se si giochi all’inizio, a metà o a fine stagione. È un match sempre importante perchè in caso di vittoria riempie di carica tutto l’ambiente di positività. Dà autostima, fiducia e tranquillità nel lavorare. Porta la gente vicina alla squadra, anche se i laziali veri non abbandonano mai la squadra. Il derby è la partita che può trasmetterti la massima forza e coesione ambientale”. 

Ti aspetti una Lazio all’attacco come nella gara contro la Sampdoria o credi che Inzaghi opterà per un atteggiamento più accorto?

“Inzaghi è un grande conoscitore di derby e sa che aspettare troppo può essere pericoloso. Mi aspetto una Lazio molto agguerrita che cercherà di fare pressing alto, su ogni pallone, fin dall’inizio per recuperare il possesso più vicino possibile alla porta della Roma. Al derby non puoi permetterti di aspettare, non puoi ragionare più di tanto. Devi giocare una partita molto dinamica ed aggressiva”.

Si affronteranno due attacchi molto temibili. Pensi di assistere ad una sfida ricca di reti o prevarrà la paura di non perdere?

“Prevedo una partita con tante emozioni e tante occasioni da goal. È difficile prevedere se verranno sfruttate o meno. Il derby è imprevedibile, però sicuramente sarà ricco di opportunità da rete viste le qualità delle due squadre”.

Chi può essere l’uomo derby da entrambe le parti?

“La storia dice che più di una volta l’uomo derby è stato qualcuno che nessuno si sarebbe aspettato. Quindi è difficile fare una previsione. È normale pensare ai bomber, ai giocatori con più classe, ma l’uomo decisivo può essere anche un difensore o magari il portiere che fa la differenza con grandissime parate”.

Nelle sue quasi cinque stagioni alla Lazio ha vissuto molte settimane pre derby. Che clima si respirava a Formello?

“Mi ricordo una settimana diversa dove la gente ti stava vicino e si faceva qualche allenamento a porte aperte con Formello che si riempiva nei giorni che precedevano la gara. C’era una carica impressionante come una finale o forse anche di più. Mi è rimasto nella mente il primo che ho giocato nel 2005 (Roma-Lazio 1-1 n.d.r.). Oltre al clima che ho descritto, Di Canio organizzò una cena a casa sua e ci portò nella sala video per farci vedere dei filmati di vecchi derby, di momenti di esultanza in curva dopo un goal o di dichiarazioni dei tifosi. È una cosa che mi è rimasta in mente e che non dimenticherò mai”. 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste; il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine campionato.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW