Connect with us

Rassegna Lazio

CorSera | La Lazio «scalda» tutte le armi: Jony e Vavro reclamano un posto

Published

on

 


Anche Caicedo e Cataldi in rampa di lancio.

Tre gol alla Sampdoria, uno (e quattro pali) alla Roma. E la sensazione di avere già compattezza, solidità, affidabilità. La Lazio ha cominciato la stagione in modo quasi perfetto, ma Inzaghi non ha ancora usato tutte le sue armi. Altre – nuove e vecchie – finora le ha conservate, impiegandole magari per una manciata di minuti, però gli torneranno utili nel corso della stagione. Ad esempio Jony, sbarcato a Roma dopo una trattativa contrastata e discussa. Simone lo ha buttato dentro nel derby al posto di Lulic, sperava che la sua brillantezza potesse permettergli di costruire la giocata decisiva. Non è andata così, anche se qualche sprazzo delle sue doti lo spagnolo l’ha mostrato. Semmai c’è un dubbio legato a quanto la Lazio si sbilanci quando è in campo lui che nasce ala. È in lista d’attesa anche Vavro, ma pure per lui ci sarà spazio. Inzaghi non lo ha voluto schierare contro la Roma, quando ha dovuto sostituire Luiz Felipe: temeva di esporlo a un rischio eccessivo, di bruciarlo. Poi ci sono i vecchi. Come Caicedo, che presto rinnoverà il contratto e intanto ha recuperato una buona condizione fisica. O come Cataldi, un altro in odore di firma, che nella scorsa stagione si è riconquistato la stima dell’allenatore. Sono pronti a spingere la Lazio, anche loro, quando i titolari rallenteranno un po’.

Corriere della Sera

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

TMW | Lazio, Cataldi fa 150 in A con l’aquila sul petto. E ora vede il rinnovo

Published

on

 


Centocinquanta. Cifra tonda. Nel deludente pareggio contro il Verona di lunedì sera, Danilo Cataldi ha festeggiato la presenza numero 150 in Serie A con la maglia della Lazio: a livello complessivo, considerando anche Genoa e Benevento, è a quota 192. Di più: considerando tutte le competizioni, tra tre gettoni arriverà a 200 incontri con l’aquila sul petto. Lunedì però avrebbe desiderato uscire dal campo con i tre punti e il terzo posto in classifica solitario, deve accontentarsi di uno solo e del quarto posto. Unico abbozzo di sorriso, l’assist per l’1-0 di Pedro, autore poi di una giocata speciale. Da fuoriclasse, qual è. Poi è calato molto Cataldi, sostituito subito da Vecino al 59’. Normale, sta giocando sempre il 28enne centrocampista romano, diventato insostituibile per Sarri. Importanti, le parole del tecnico su di lui di qualche giorno fa: ”È cresciuto esponenzialmente. Se ne parla meno di meriterebbe perché è romano e cresciuto qua. Se la Lazio l’avesse pagato 20 milioni ci sarebbe stata un’altra considerazione immediata“. La sua crescita è infatti impressionante. Sotto ogni punto di vista, soprattutto tattico, oltre che mentale e fisico. Per questo la Lazio ha pronto per lui un prolungamento triennale di contratto con adeguamento: quello attuale, da 1,4 milioni, scade a giugno 2024, il nuovo da 2 milioni netti a stagione avrà termine nel 2027. TuttoMercatoWeb/Riccardo Caponetti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW