Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA 1 | Lazio-Pescara 2-1 (8′ Cerbara, 65′ Minala; 82′ Palmucci): biancocelesti a punteggio pieno

Published

on

 


95′- FINISCE QUI!!!!!! LA LAZIO VINCE DUE AD UNO E VOLA A QUOTA SEI PUNTI!

94′- Ultimo brivido per la Lazio: il Pescara mette al centro un calcio di punizione dalla trequarti, ma Alia esce coraggiosamente e respinge.

93′- Ancora Russo riparte velocemente e sfiora il turno, ma il suo tentativo viene contrastato da Paolilli.

92′- Russo in ripartenza prova a calciare ma viene murato. Sulla ripartenza Bianchi commette fallo ed è ammonito.

91′- Ci prova Blanuta, ma il suo tentativo finisce alto.

90′- Sono 5 i minuti di recupero

87′- Doppio cambio Lazio: Escono Falbo e Cerbara, sostituiti da Bianchi e Russo.

85′-Gli ospiti spingono, la Lazio aspetta e fa trascorrere i minuti.

84′- Cambio per la Lazio: fuori Nimmermeer, dentro Shehu

82′- IL PESCARA RIAPRE LA GARA: PALMUCCI CALCIA DAI 20 METRI ED ACCORCIA LE DISTANZE TROVANDO L’ANGOLINO.

79′- Proprio Blanuta provare a suonare la carica cercando di sfruttare un passaggio in profondità sul quale esce sicuro a terra Alia.

77′- Ultimo cambio per il Pescara: Blanuta subentra a Camilleri

74′- Ci prova da fuori Nimmermeer e sfiora di pochissimo il tris con Radaelli battuto.

73′- Sull’angolo successivo Alia blocca senza problemi una conclusione centrale.

72′- Il Pescara ci prova con Pina Gomez bravissimo a sfruttare un corta respinta della difesa biancoceleste. La punta abruzzese però si fa deviare in angolo una conclusione a botta quasi sicura.

67′- Primo cambio in casa Lazio: esce De Angelis sostituito da Kaziewicz

65′- RADDOPPIO LAZIOOOOOO!!!!!! Minala sfrutta una respinta sbagliata di Radaelli e sigla il 2-0 con un pallonetto delicatissim0!

64′- La Lazio si difende e riparte: ottima accellerazioni dei biancocelesti conclusa con un tiro sull’esterno della rete da parte di Ndreka.

61′- Aumenta la pressione il Pescara sempre dalla fascia sinistra: Masella prova una conclusione, ma viene murato.

59′- Ammonito il portiere biancoceleste Alia per perdita di tempo.

57′- La Lazio alza di nuovo il baricentro affacciandosi a più riprese verso la retroguardia ospite penetrando dalla fascia sinistra. In qualche modo gli abruzzesi riescono però a sbrogliare sempre la matassa.

53′- Soffre la Lazio sull’out destro con il Pescara che riesce a trovare spesso il fondo senza al momento creare pericoli.

52′- Altro cambio per il Pescara: fuori Diambo, al suo posto Palmucci.

51′- La Lazio sfiora il raddoppio! Conclusione violenta dai trenta metri di Falbo che scheggia la traversa!

49′- Il Pescara vicino al pareggio con un veloce fraseggio al limite dell’area concluso con due palloni messi al centro respinti bene dalla retroguardia laziale.

46′- Tutto pronto per la ripresa. Terzo cambio nel Pescara: Fuori Quacquarelli, Mancini e Chiacchia, dentro Paolilli, Masella e Chiarella.

45+1′- L’ arbitro fischia la fine del primo tempo. All’intervallo è uno a zero.

45′- Il Pescara prova a spingere, ma la Lazio controlla senza troppi problemi.

40′- Continua la pressione della Lazio che guadagna un’ altra punizione dalla destra: Falbo mette al centro, la difesa respinge e Ndrecka calcia al volo sbagliando la mira.

38′- Che occasione per la Lazio: Da una posizione dalla tre quarti la Lazio dà il via ad uno schema con Ndrecka che calcia tutto solo battendo Radaelli, ma un difensore del Pescara salva sulla linea. Sul proseguo dell’azione Armini calcia alto.

35′- Cerbara incontenibile: l’accante biancoceleste ruba un pallone in fase di impostazione ospite e calcia verso la porta. Tiro troppo centrale controllato in due tempi da Radaelli.

34′- Il direttore di gara ristabilisce la parità sul fronte cartellini: ammonito il pescarese Chiacchia per fallo su Ndrecka.

27′- Primo giallo della gara: ammonito il biancoceleste De Angelis per un’ entrata in ritardo.

19′- Ancora un’occasione per la Lazio: dalla destra Falbo mette un pallone interessante sul secondo palo dove Kalaj cerca di schiacciare di testa. Reattivo Radaelli che respinge.

14′- La Lazio controlla il gioco sviluppando una buona manovra e riuscendo talvolta ad arrivare dalle parti di Radaelli.

10′- Primo calcio d’angolo per il Pescara dopo un calcio di punizione dalla fascia sinistra. Sugli sviluppi del corner tiro debole di un calciatore abruzzese bloccato senza problemi da Alia.

8′- LAZIO IN VANTAGGIO!!!!!!!!!!!! Ci pensa Cerbara ad insaccare dopo la sponda di De Angelis di testa!

4′- Prima occasione Lazio: Ndrecka si invola sulla sinistra, mette al centro ma Nimmermeer non riesce a finalizzare.

1′- Partiti con il Pescara a dare il via alla gara.

Scendono sul terreno di gioco del Francesca Gianni le squadre. Lazio in maglia celeste con pantaloncini e calzettoni bianchi. Il pescara in completo giallo.


LAZIO (3-5-2): Alia; Cipriano, Armini, Kalaj; De Angelis, Czyz, Minala, Falbo, Ndrecka; Cerbara, Nimmermeer.

A disp.: Furlanetto, Marocco, Franco, Franucci, Kaziewicz, Shehu, Bianchi, Shoti, Russo, Zilli, Petricca, Cesaroni.

All.: Leonardo Menichini.

 

PESCARA : Radaelli, Chiacchia, Quacquarelli, Cipolletti, Menè, Diambo, Martella, Camilleri, Mancini, Pavone, Pina Gomez.

A disp.: Lucatelli, D’Angelo, Paolilli, Palmucci, Zinno, Masella, Chiarella, Blanuta, Tamboriello.

All.: Nicola Legrottaglie.

 

Arbitro: Francesco Carrione (sez. Castellammare di Stabia)

Assistenti: Festa – Nasti

 

Primavera 1 TIM 2019-2020, 2ª giornata

Sabato 21 settembre 2019, ore 15:00

Stadio Francesca Gianni di Roma

SSLazio.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, Provedel: “Importante la solidità dimostrata, dispiace non aver parato il gol”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il portiere della Lazio Ivan Porvedel ha commentato il pareggio maturato all’Olimpico contro la Fiorentina per 1-1.

Queste le sue parole:

La Fiorentina è una squadra forte, ha fatto una bella partita, è una squadra che ha molti punti in meno per quello che esprime, peccato non aver concretizzato qualche occasione per portare la vittoria a casa. L’hanno giocata a viso aperto, per me è importante la solidità dimostrata, cerco di fare sempre il mio meglio delle volte ci sono riuscito delle volte no, il percorso è di crescita. La Fiorentina pressava a uomo e  giocavano alti, per noi che giochiamo palla a terra il lavoro si è fatto più difficile per cercare di evitare i rischi, potevamo gestire qualche pallone, loro sono stati bravi. Dobbiamo fare  ancora meglio, per me la prestazione è positiva e la Fiorentina è stato un avversario molto difficile. Cambi? Io penso che gli ingressi siano stati positivi ma non dipende da chi entra, ma dallo spirito del collettivo. Mi dispiace non aver parato il gol”.

Queste le parole dell’estremo difensore in zona mista:

È stata una partita molto dura, loro sono una squadra forte, con molti punti in medo di quelli che meriterebbe secondo me. Sono venuti a fare una gara importante, peccato non essere riusciti ad allungare nuovamente le distanze, ma siamo stati solidi e questo è l’importante. Se le squadre ci lasciano gli spazi è più facile uscire, loro ci hanno pressato molto forte e gli spazi che hanno chiuso nella nostra area ce li hanno concessi più avanti. Per me la prestazione è da tenere, un punto da portare a casa anche se si poteva fare meglio. Lanci lunghi? Noi cerchiamo l’uscita da dietro, delle volte non si riesce e quindi se abbiamo gli spazi chiusi cerco la profondità“.

“Le proteste di Immobile per il recupero? Io non ho parlato con l’arbitro, per me sono cose che contano il giusto. Avrei preferito qualche minuto in più, però se hanno deciso così va bene. Guardando le occasioni in generale si poteva portare a casa la vittoria, non ci siamo riusciti. Poi per gli episodi finali è un punto guadagnato“.

Per me questa è un’esperienza molto positiva: ho avuto la fiducia della società che ha deciso di prendermi, io cerco solo di ripagarla nel quotidiano e in partita. In alcuni casi il mio contributo è stato sufficiente, in altri non sono riuscito ad essere perfetto. Penso faccia parte del percorso di crescita“.

Vedo il bicchiere mezzo pieno. Quello che forse ci era mancato nel tempo era la solidità. In alcuni casi, se non puoi vincere la partita non la devi perdere. Dopo prestazioni di un certo tipo non deve calare l’attenzione. Oggi non è successo. Bisogna dare anche merito agli avversari. Siamo in crescita“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW